martedì 6 dicembre 2016

Recensione (mini): Lo Hobbit - J.R.R.Tolkien

Lo Hobbit
di J.R.R. Tolkien
Bompiani 
Anno 2010
Pagine 410
Euro 11,00

Pubblicato per la prima volta nel 1937, Lo Hobbit è per i lettori di tutto il mondo il primo capitolo del Signore degli Anelli, uno dei massimi cicli narrativi del XX secolo. Protagonisti della vicenda sono, per l'appunto, gli hobbit, piccoli esseri "dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari", che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell'ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell'impresa, inconsapevole che lungo il cammino s'imbatterà in una strana creatura di nome Gollum. 
Questa edizione vede la nuova traduzione della Società Tolkieniana Italiana, e le splendide illustrazioni di Alan Lee.

Prima di tutto, mi faccio i complimenti da sola, perché sono riuscita a leggere dalla prima all'ultima pagina un opera di Tolkien!!! Se vi ricordate, infatti, tempo fa avevo provato a leggere il primo volume della trilogia de Il Signore degli Anelli, ma ahimè, l'avevo trovato troppo noioso e di una lentezza mortale, e non ero arrivata neanche a lasciarmi la Contea alle spalle, che l'avevo abbandonato senza alcun rimorso. Ci ho riprovato con Lo Hobbit, un volume decisamente più leggero ed abbordabile, non solo come mole di pagine, circa quattrocento, ma anche come stile: l'ho trovato infatti molto semplice e leggero da leggere, quasi fosse una fiaba da raccontare ai bambini. Cosa che in effetti è: la storia di una avventura straordinaria con protagonista uno hobbit per bene, il carissimo Bilbo Baggins
Un tipetto simpatico, non c'è che dire, che dal suo comodissimo buco hobbit si ritrova suo malgrado (o forse per via della vena Tuc) a partire per un'avventura inaspettata nelle vesti di Scassinatore ufficiale della Compagnia di Dodici Nani (Balin, Dwalin, Fili, Kili, Dori, Nori, Ori, Oin, Gloin, Bifur, Bofur e Bombur) che, sotto l'egida di Thorin Scudodiquercia e l'aiuto importantissimo del saggio Gandalf, cercheranno di riconquistare il loro prezioso tesoro sepolto sotto la Montagna Solitaria, custodito dal temibile drago Smaug che lo rubò in tempi passati. Un viaggio durante il quale Bilbo si imbatterà in pericolosi Troll, Lupi Mannari e Orchi, e non finisce mica qui! Dovrà affrontare le insidie di Bosco Atro, una gara di indovinelli rischiossissima, dei ragni giganteschi, e poi ancora fare fronte agli inganni del potente Smaug. Insomma, potete immaginare che non sarà certo una vacanza spensierata attraverso le Terre Selvagge con vitto e alloggio assicurato!
Devo ammettere però che, per quanto abbia apprezzato la lettura, godendomela capitolo dopo capitolo, ho amato di più la versione cinematografica di Peter Jackson. Sarà per merito degli effetti speciali che rendono ogni battaglia uno scontro epocale e all'ultimo sangue, sarà che i Nani mi sono risultati più simpatici in video che sulla carta, ma per me i film battono il libro su tutta la linea. Se siete dei puristi di Tolkien, perdonatemi, ma è la verità. Per il resto comunque, Lo Hobbit è e rimane una lettura assolutamente da fare, che consiglio senza remore anche a chi aveva dei dubbi come la sottoscritta.
Quattro stelle
 

18 commenti:

  1. io non sono così coraggiosa da voler affrontare Tolkien mi spaventa la mole di pagine!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che la mole - se un libro mi prende, non importa se è un tomo gigante xD - mi spaventava lo stile!

      Elimina
  2. Balin, Dwalin, Fili, Kili, Dori, Nori, Ori, Oin, Gloin, Bifur, Bofur e Bombur quanto li ho amati nel film!! Inoltre è uno scioglilingua che all'epoca dell'uscita del primo film mi ripetevo sempre. Sì, non sono normale. Comunque io il libro l'ho abbandonato a metà ma non mi stava dispiacendo. Come dici tu in questi casi meglio la versione cinematografica perché sono fantasy troppo complicati ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma soprattutto Fili e Kili! E per non parlare di Thorin (quelli cinematografici, ovviamente XD). Magari in futuro potrai riuscire a recuperare la seconda metà ;)

      Elimina
  3. Per me Il Signore degli Anelli ingrana una volta superato il concilio di Elrond: arrivare lì è stata dura, dopo ho trovato tutto più facile e bellissimo.
    Ma ho saltato ogni singola canzone a piè pari u_u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci sono proprio arrivata da Elrond Y.Y
      Yep, le canzoni le ho saltate anche qui XD

      Elimina
    2. Io ho seriamente valutato di mollare a Tom Bombadill. Quanto l'ho odiato.
      Cmq se vuoi provare la morte tramite Tolkien buttati su Il Silmarillion XD

      Elimina
    3. Guarda, Bombadill è anche uno dei motivi per cui volevo leggere ISDA, visto che nei film non l'hanno inserito.
      Nooo, quello no! Non penso proprio!!! xD

      Elimina
  4. Sono contenta che i film ti siano piaciuti, in effetti anche io li preferisco al libro^_^

    RispondiElimina
  5. Io lo recupererò una volta portata a termina la trilogia **
    La compagnia degli anelli è una vera e propria impresa, però una volta lasciata la contea ti posso assicurare che il ritmo della lettura diventa più veloce. Se dovessi dargli un'altra opportunità, ti consiglio di prenderlo a piccole dosi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sapere se ti piacerà, ricordo che il primo della trilogia ti era piaicuto ^^ In un futuro moooolto lontano potrò riprendere in mano ISDA, e magari sì, leggerlo a piccole dosi Y.Y

      Elimina
  6. Rooosaaa!
    Io ho qualche problema con gli Hobbit, mi sembrano così felicemente... felici. Avevo letto, ai suoi tempi, "Il Signore degli Anelli" ma mi sono fermata a un centinaio di pagine dalla fine. Che genio, eh? Non so se sarò capace di affrontare questo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma beati loro che sono felici e spensierati lì nella bella Contea! Mi ci trasferirei anche subito eheh ^^
      Noooo, mannaggia a te, ma perchèèè hai mollato a così poco dal finale?!? *scuote la testa con fare dispiaciuto*

      Elimina
  7. Da fan sfegatata di Tolkien ti faccio i complimenti per la lettura senza dubbio non semplice che hai affrontato e sono felicissima ti sia piaciuta *-*

    RispondiElimina
  8. è nella mia TBR da sempre, insieme a "Il signore degli anelli" ^^ Prima o poi ce la farò anche io! Comunque so da fonti amiche che i film hanno completamente stravolto il libro, sono un po' una storia a parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, che almeno per Lo Hobbit, si può fare! :D
      Sì, le differenze ci sono, però a me non hanno disturbato ^^

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3