lunedì 15 maggio 2017

Release Party: "The Midnight Sea" di Kat Ross (Il Quarto Elemento #1)

Ben ritrovati, carissimi lettori! Questa settimana sarà ricchissima di speciali, e cominciamo alla grande con la partecipazione a un Release Party di un romanzo fantasy che sono certa riuscirà a conquistarvi. Se avete amato come me le atmosfere magiche della serie Rebel di Alwyn Hamilton, allora sono certa impazzirete per The Midnigh Sea e la coraggiosa Nazafareen, la protagonista del primo volume della trilogia Il Quarto Elemento firmata da Kat Ross e in uscita oggi per la Dunwich Edizioni, che ancora una volta dimostra di avere occhio lungo per le novità originali e assolutamente imperdibili. Vi lascio alla mia recensione in anteprima, buona lettura!

The Midnight Sea
(Il Quarto Elemento - Libro Primo)
di Kat Ross
Dunwich Edizioni
Genere Fantasy
Pagine 300
Euro 3,99 (ebook; gratis per Kindle Unlimited); 14,90 (cartaceo)
Uscita 15 Maggio

Sono la luce contro l’oscurità.
L’acciaio contro la negromanzia dei Druj.
E usano demoni per cacciare altri demoni…
Nazafareen vive per la vendetta. È una ragazza dell’isolato clan Four-Legs e tutto ciò che sa dei Water Dog del Re è che legano a sé delle creature malvagie chiamate daeva per proteggere l’impero dai non-morti. Ma quando arrivano degli esploratori per reclutare persone con il dono, afferra al volo l’opportunità di unirsi alle loro file per dare la caccia ai mostri che le hanno ucciso la sorella.
Segnata dal dolore, è disposta a pagare ogni prezzo, anche se significa legarsi a un daeva chiamato Darius. Umano solo nell’aspetto, possiede un potere terrificante, controllato da Nazafareen. Ma i bracciali d’oro che li uniscono hanno un indesiderato effetto collaterale. Ciascuno prova le emozioni dell’altro, e l’umana e il daeva cominciano a diventare pericolosamente intimi.
Mentre inseguono un nemico mortale lungo l’arida Great Salt Plain fino alla scintillante capitale Persepolae, dissotterrando i segreti del passato di Darius, Nazafareen è costretta a mettere in dubbio la schiavitù dei daeva e la sua stessa lealtà nei confronti dell’impero. Ma con un male antico che si agita al nord e un giovane conquistatore che controlla l’ovest, il destino dell’intera civiltà potrebbe essere in pericolo…

LA SERIE IL QUARTO ELEMENTO
Blood of the Prophet #2 | Queen of Chaos #3

L'AUTRICE
Kat Ross ha lavorato come giornalista delle Nazioni Unite per dieci anni prima di ritirarsi felicemente a fare ciò che le piace di più: inventare cose. È l’autrice del thriller distopico Some Fine Day e della serie Il Quarto Elemento. Adora i miti, i mostri e scenari da apocalisse. Per altre informazioni sui libri di Kat, puoi trovarla alla pagina katrossbooks.com.

Ci sono libri che mi ritrovo a leggere senza neanche aver dato un'occhiata alla trama, in una specie di appuntamento al buio letterario. Stavolta sono bastate le parole mitologia persiana e amore proibito a catturare la mia attenzione, e, ve lo anticipo, la lettura mi ha lasciata molto soddisfatta.
The Midnight Sea, primo volume autoconclusivo della trilogia Il Quarto Elemento, racconta le vicessitudini di Nazafareen, una giovane ragazza appartenente al clan di montagna dei Four-Legs che, dopo la morte della sorellina per mano di uno spettro, scopre di possedere il dono e decide quindi di abbandonare casa e famiglia per unirsi alle fila dei Water Dog, i guerrieri del regno legati ai famigerati daeva. Il loro compito è combattere nel nome del Re e del Profeta contro i malvagi e temibili non-morti Druj. Il mondo fantasy immaginato dall'autrice infatti è popolato da magi, Numeratori, negromanti e creature malvagie e magiche come revenant, demoni e spettri; ma la minaccia più letale da cui riguardarsi sono i Druj, essere dotati di poteri innimaginabili, la cui progenie, i daeva, viene istruita alla fede dagli umani in modo da porterne sfruttare i poteri nella guerra contro i demoni. Aria, acqua e terra - non il fuoco, di cui hanno timore - rendono i daeva dei guerrieri letali, una potenza schiavizzata ai soldati col dono tramite un bracciale d'oro e un legame magico che può essere spezzato solo dal Sacro Fuoco. Il legame è davvero profondo, consente all'umano e al daeva di conoscere le emozioni reciproche, ma chi detiene il controllo del potere è il guerriero.
Mappa di Robert Altbauer
(fantasy-map.net)
Quando il suo addestramento è completo, Nazafareen viene legata a Darius, un daeva orgoglioso, dal carattere indecifrabile per certi versi. Li vedremo allenarsi insieme fino a diventare una coppia imbattibile, e condividere col passare del tempo anche qualcosa di decisamente proibito... almeno fino a quando alcuni tra i daeva più antichi - tra cui il pericoloso Victor - imprigionati da tempo nella prigione di Gorgon-e Gaz non evadono. Ilyas, il comandante di Nazafareen, viene incaricato di ritrovarli, e parte così un susseguirsi di eventi e tragedie in un effetto domino che metteranno le convinzioni più profonde di Nazafareen in dubbio, per via di verità a lungo tenute nascoste, talmente pericolose da mettere a repentaglio addirittura le fondamenta stesse del Regno e la legittimità di chi ne detiene il trono.

Feci il segno della fiamma. Buoni pensieri, buone parole, buone azioni. Siamo la luce contro l'oscurità.

Una scoperta notevole quella di Kat Ross, che in queste pagine ci porta alla scoperta di un mondo oscuro e pericoloso che si muove su un gioco intricato di personaggi e volontà forti a contrasto, con in sottofondo la messa in dubbio della cieca fedeltà di un credo che considera maledetti e impuri essere dotati di poteri oltre la semplice comprensione umana, come i daeva appunto. Il world building è straordinario, la mappa del regno persiano si scopre poco a poco, ogni aspetto della cultura, ogni mito e leggenda si dipana capitolo dopo capitolo in modo che il lettore assorba ogni informazione nelle giuste tempistiche e con i giusti dettagli per non appesantire la narrazione, che rimane scorrevole e avvincente fino alla fine.
Pur trattandosi di un fantasy dalle sfumature new adult, la giovane Nazafareen è un'eroina atipica, intraprendente, dotata di una vena combattiva coraggiosa e delle volte impulsiva. L'ho apprezzata moltissimo, nei suoi pensieri, nelle sue scelte fatte sempre per seguire il suo cuore e non per sottostare al volere altrui. É coerente con se stessa, non pensa qualcosa per poi fare il contrario. Il suo rapporto con Darius è ciò che mi ha conquistato di più, lo ammetto, ma se non siete particolamenete romantici, non temete: la parte romance c'è ma è sottile, più un crescendo di sentimenti, un amore ma non nel senso specifico del termine. Darius è un ragazzo difficile da comprendere a primo sguardo, solo col passare del tempo si scoprono le sue convinzioni, le sue fragilità e la sua forza, molto spesso più umana e pura di quella degli umani stessi.

È strano come non ci manchi qualcosa fino a quando non svanisce. Una verità stupida eppure universale. Avevo dato per scontato mia sorella Ashraf e avevo dato per scontato Darius. Quanto avevo desiderato la pace? Quanto mi ero infuriata per il fatto di non potermi liberare di lui?

Non è solo Nazafareen la forza motrice della narrazione, per fortuna. I personaggi e la loro caratterizzazione sono un altro dei punti forti del libro: il comandante Ilyas, con le sue prese di posizioni ferree e il rapporto tormentato con il bel daeva Tommas; e poi ancora il temibile Victor, che si scoprirà riservare molte sorprese e un cuore più gentile di quello che si pensa. La misteriosa Tijah con la daeva Myrri, l'implacabile giovane conquistatore Eksander, la negromante regina Neblis... Pur trattandosi del primo della serie, la storia ha una sua conclusione nel complesso, anche se i semi per le avventure future sono piantante con sapiente maestria...
Per concludere, un fantasy avvincente e appassionante, che tra Persia, Grecia antica e il mitico Middle Sea, affonda le sue radici nella cultura persiana, riportandola in vita in maniera originale, rendendola oltremodo più affascinante e pericolosa che mai. Da leggere!
Quattro stelle e mezzo

6 commenti:

  1. WOW! Mi hai fatto pentire di non averlo letto in anteprima!
    Oltre a ricordare Rebel, sembra che abbia un non so che de Il dominio del fuoco. Sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovevi seguire l'istinto... Non ho ancora letto Il Dominio del Fuoco, ma sì, The Midnight Sea si unisce in quel filone fantasy per giovani. Se lo leggi fammi sapere!

      Elimina
  2. Lo avevo preso in inglese, ma a questo punto probabilmente lo comprerò anche in italiano! Non vedo l'ora di leggerlo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai avuto occhio lungo ;) Fammi sapere!!!

      Elimina
  3. Sono giorni che vedo la cover di questo libro ovunque e ho già visto commenti entusiastici, il tuo è un incentivo in più per acquistarlo. Dalla trama non avevo capito molto e leggendo la tua recensione mi trovo ancora più confusa perché è un casino di nomi e personaggi. E' un fantasy puro perciò voglio leggerlo ed è strano visto che il mio amore per questo genere è quasi scemato del tutto. Mi affascina molto la storia di Nazafareen e Darius.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti affascini la loro storia, ed è probabile che io l'abbia fatta più difficile di quel che è XD Sono certa che se lo leggi ti farà riscoprire il fantasy ;)

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...