domenica 13 dicembre 2015

BlogTour "Bugiardi si nasce o si diventa?" - Lie4Me. Professione Bugiarda di Mariachiara Cabrini

Buona domenica lettori! Ebbene, vi vedo stupiti, da quanto tempo era che non pubblicavo un post di domenica? Beh, stavo aspettando una occasione speciale... come la mia tappa in questo meraviglioso Blog Tour molto, ma molto diverso dal solito! Si tratta infatti di una lunga intervista fatta da diversi blogger a tutti i personaggi del romanzo Lie4Me. Professione Bugiarda di Mariachiara Cabrini (vi ricordate che ve ne avevo parlato?) per conoscerli meglio e, al tempo stesso, farli conoscere e incuriosire chi il romanzo non l'ha ancora letto (e tipo, quando vi sbrigate a farlo??). Avevamo a disposizione tre domande ciascuna, e io ho deciso di farle ad Alice e Giulia, strana coppia di antipodi, che insieme sono un vero spasso, come scoprirete leggendo l'intervista ;)
Mi raccomando leggete bene e con attenzione, perchè solo così avrete la possibilità di partecipare al giveaway legato al blogtour. Il giorno dell'ultima tappa del tour, cioè il 23 Dicembre, sulla pagina Facebook dedicata al libro, l'autrice stessa metterà in palio tre copie dell'ebook per chi saprà rispondere a tre domande riguardanti informazioni contenute esclusivamente nelle interviste del Blog Tour. Pronti? Via! 


Lie4Me. Professione Bugiarda
di Mariachiara Cabrini
Harlequin Mondadori E-Lit
Pagine 143
Euro 3,49
Uscita 31 Agosto 2015

Proprio come l'Alice del Paese delle Meraviglie, anche Alice Schiano ha un'irrefrenabile fantasia e decide di sfruttarla per inventarsi un lavoro alternativo. La sua missione è migliorare le vite altrui... una bugia alla volta. Vuoi mollare il tuo fidanzato ma non vuoi farlo di persona per non vivere un'esperienza spiacevole? Vuoi fare bella figura con il capo, sbarazzarti di una rivale, conquistare un collega? Alice è la donna che fa per te! Non c'è nulla che non possa risolvere grazie alla sua parlantina, e non prova mai rimorsi per ciò che fa, perché mentire paga, e bene! I servizi della sua agenzia sono richiestissimi, gli affari vanno alla grande e anche la vita sentimentale scorre liscia come l'olio, forse proprio perché racconta un bel po' di bugie anche al fidanzato. Finché qualcuno non fa saltare in aria la sua auto. Chi è stato? Alice non intende restare con le mani in mano ad aspettare che la polizia scopra il colpevole. Tanto più che collaborare con l'ispettore Donati, uomo affascinante quanto irritante, potrebbe portare a risvolti inaspettati. In tutti i sensi.


Puoi acquistarlo su AMAZON |
 KOBO

L'AUTRICE
Mariachiara Cabrini si definisce una lettrice compulsiva. Ormai da sette anni gestisce, con il nickname Weirde, un blog dedicato alle sue letture, L’arte dello scrivere… forse. e si è anche cimentata nella scrittura pubblicando i romanzi: Imprinting love (Zerocentoundici Editore, 2010), La Fiamma del destino (Lulu.com editore, 2011), Le rocambolesche avventure di una lettrice compulsiva (Ilmiolibro.it, 2012), I colori della nebbia, scritto a quattro mani con Francesca Cani (Harlequin Mondadori,2013). La trovate anche su http://writtenbyweirde.altervista.org/

LA MIA RECENSIONE - Tre stelle biscottose e mezzo!
(per leggerla cliccate qui)
Con uno stile fluido e molto ironico, l'autrice crea una protagonista unica e diversa dal solito, una storia ricca di imprevisti, irriverente e politicamente scorretta, in cui non manca un tocco di sensualità (Thomas e Alice, come la migliore coppia di opposti si attraggono irrimediabilmente!), un pizzico di mistero (chi è che vuole vendicarsi di Alice e per quale motivo?), e forse una riflessione di vita sulla ricerca di se stessi e della propria identità. Assolutamente convincente, non mi stupirei affatto se questa non rimanesse solo la prima avventura di Alice ;) 

INTERVISTA a GIULIA e ALICE :3

Rosa: La mia prima domanda è per Giulia. Non ci credo che sei incorruttibile e incapace di mentire... devi aver pur detto una bugia, anche piccola piccola e magari a fin di bene in vita tua. Raccontacela, dai! E sii sincera!
Giulia: Io sono fin troppo sincera questo è il problema, non lo dico per vantarmi, anzi, se avessi saputo mentire quando serviva non avrei dovuto cambiare tanti di lavori prima di essere assunta da Alice. Non è che io sia contraria ad ogni tipo di bugia, è che non riesco a tacere. Se penso qualcosa, la dico, senza filtri. Ho tentato più volte mentire, almeno con i miei parenti, per non inimicarmi anche loro, ma non mi hanno mai creduto. Se anche la mia bocca riesce a dire complimenti che non penso, il mio viso mi tradisce subito. Giusto la settimana scorsa è stato il compleanno di mia sorella, che per l’occasione si è presentata alla sua festa con un nuovo e fiammante colore di capelli, un rosso tendente la prugna, veramente orribile. Le ho detto che le donava, ma pensi che mi abbia creduto? Mi ha guardato in faccia e mi ha detto che potevo anche fare a meno di sforzarmi di adularla, e che se la sua pettinatura mi faceva così schifo da avere sul volto quell’espressione disgustata, era meglio che stessi zitta e basta. 
Rosa: Ah… bene *sembra a corto di parole, ma si riprende prontamente e si volta speranzosa verso Alice*. Tocca ad Alice. A te, visto che il tuo mestiere ti spinge a mentire molto spesso, faccio la domanda contraria, quando è stata l'ultima volta che hai detto la verità?
Alice: Mento sul lavoro, ma nella mia vita privata sono...
Giulia: Non osare dire che nella vita privata non menti, perché ti smentisco subito in diretta. Se vuoi posso elenco tutte le chiamate che ho ricevuto dai tuoi interessi amorosi negli anni... Solo con Edoardo ci vorranno ore per esaurire l'argomento.
Alice: Non ce ne sarà bisogno, grazie Giulia. Stavo dicendo che mento sul lavoro, per aiutare i miei clienti, ma con loro sono assolutamente sincera.
*Giulia si schiarisce la gola*
Alice *alzando gli occhi al cielo*: Sono sempre sincera in merito a ciò che posso fare per loro. Espongo i miei piani nel dettaglio e se non si sentono a loro agio rispetto a qualcosa, sono disposta a modificarli o abbandonarli, e a restituire l'acconto già versato.
Giulia *annuisce*: Questo è vero.
Alice *tira un sospiro di sollievo*: Perciò dico la verità ogni santo giorno.
Rosa*trattiene un sorriso*: Sia tu Alice, che Giulia, siete agli antipodi, eppure insieme lavorate bene, nonostante i punzecchiamenti vari, e ciò vuol dire che vi rispettate. Vorrei quindi sapere da entrambe, una qualità che vorreste avere che l'altra possiede, e un difetto che invece non sopportate l'una dell'altra.
Giulia: Certamente vorrei almeno una piccola parte della sua faccia di bronzo, per riuscire a mentire ed evitare i miei soliti passi falsi sociali! Tutti al primo incontro mi etichettano come maleducata solo perché sono sincera e non è giusto. Invece non vorrei affatto la sua sconsideratezza. Dovrebbe riflettere molto di più prima di agire e non buttarsi a capofitto in situazioni pericolose come se niente fosse.
Alice: Hei! Io non sono affatto sconsiderata e rifletto molto prima di agire, non è mica colpa mia se sono più coraggiosa di qualcuno qui presente. Non vorrei mai la pignoleria Giulia. Già solo vedere l'ordine perfetto della sua scrivania mi fa rabbrividire. Per lei ogni cosa deve essere minuziosamente studiata e ricontrollata fino alo sfinimento e vuole la perfezione persino dai mobili, che non devono  mai essere spostati o non sia mai, sistemati lievemente in diagonale. Solo linee rette o sclera.
Invece forse a volte mi sarebbe utile la sua memoria fotografica. Giuro, non dimentica mai nulla, mentre io, con tutti i casi e le situazioni che affronto ogni giorno, talvolta, perdo qualche colpo, ma molto raramente.
Giulia: Solo qualche volta?
Alice: Sì, solo qualche volta!
Rosa *interviene prima che riprendano a discutere*: Grazie a entrambe per la bella intervista. Abbiamo scoperto molte cose interessanti su di voi, ma se qualcuno dei nostri lettori volesse altri succosi particolari, non deve perdersi la prossima tappa del blogtour! ;D

Perciò siete tutti invitati all'appuntamento per la tappa che si terrà tra due giorni, il 15 Dicembre, sul blog Toglietemi tutto ma non i miei libri.

Allora... che ne pensate di Alice e Giulia?
Vi aspetto nei commenti!

6 commenti:

  1. Questa intervista è davvero divertente! :) E adesso sono ancora più curiosa di leggere il libro! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuta, e spero che il romanzo ti divertirà ancora di più :D

      Elimina
  2. Ahahahah quest'intervista mi ha fatto morir dal ridere! Giulia e Alice sono troppo simpatiche e sì, davvero molto diverse. Devo dire che mi rispecchio di più in Giulia sopratutto per... ehm...la parte in cui i mobili non devono essere mai spostati. Nemmeno lievemente. Vabbè... adesso mi ritiro.......
    Rosellì, complimenti per l'intervista. Devo leggere questo libro ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sono simpaticissime, soprattutto Alice! :D Leggiti il libro, vedrai se non ti piace ;D

      Elimina
  3. Ahahahahah carinissima l'intervista *_* devo recuperare le altre tappe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io devo recuperarle perchè sono curiosa!!! *.*

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3