mercoledì 12 ottobre 2016

Recensione (mini): Troppo bello per dire di no - Jessica Clare (Billionaire Boys Club #2)

Troppo bello per dire di no 
(Billionaire Boys Club #2)
di Jessica Clare
Newton Compton Editori
Anno 2015
Pagine 284
Euro 12,00

Il Billionaire Boys Club è una società segreta formata da sei uomini, incredibilmente ricchi, che hanno giurato di avere successo a tutti i costi anche in amore...
Il magnate immobiliare Hunter Buchanan ha un passato oscuro, di cui porta ancora addosso le cicatrici. Per questo vive come un recluso nella sontuosa tenuta di famiglia. Hunter era disposto a rinunciare ai sentimenti, fino a quando non ha visto una donna dai lunghi capelli rossi e dalla bellezza enigmatica e ha deciso di architettare un piano per conoscerla. Gretchen Petty ha bisogno di uno stipendio e di dare una svolta alla sua vita. Così, quando le si presenta un’occasione di lavoro in una ricca tenuta a New York, la coglie al volo. Ma se può trascurare le stranezze del nuovo incarico, non le riesce invece di ignorare l’aspetto attraente del nuovo capo e il suo temperamento imprevedibile. Hunter teme che il suo piano possa fallire prima ancora di essere messo in atto, ma Gretchen gli dimostrerà che la vita può essere piena di sorprese... 

Questa è stata una lettura decisamente inaspettata, consigliatami dalla mia sorellina (che conosce bene la mia passione per i maschietti tormentati). Il suo commento è stato: Secondo me Hunter ti piace. Trattandosi di un uomo solitario, dal carattere chiuso ed enigmatico, con delle cicatrici che ne deturpano il volto è presto detto perchè avrebbe dovuto piacermi. E in effetti mi è piaciuto. 
Troppo bello per dire di no è una riscrittura in chiave moooolto erotica della fiaba della Bella e la Bestia - cosa che si intuisce subito dal titolo originale. La storia è molto dolce e romantica in alcuni momenti, mentre in altri la vena erotica e passionale è decisamente alta, cosa che non mi aspettavo. Hunter è l'incarnazione moderna della Bestia, che vive lontano dal mondo per via della sua bruttezza, o meglio per ciò che crede sia la sua bruttezza. E' un uomo molto solo che desidera solo ciò che tutti gli uomini vorrebbero, ovvero una donna da cui essere apprezzati per quello che si è. Essendo un milionario, Hunter potrebbe pagarsi la compagnia che cerca, ma lui vuole qualcosa di vero, e quando per puro caso incrocia Gretchen nella sua vita, Hunter decide di volerla conoscere e smuove mari e monti per averla a casa sua per un mese.

Sarebbe stato da solo per sempre. Non aveva importanza quanto sperasse il contrario, serviva solo a ricordargli di nuovo che era impossibile amarlo. Nessuno avrebbe mai guardato oltre la sua faccia.

Gretchen è una ghostwriter insolente e pasticciona, un carattere che vede sempre il buono della vita. Una donna che non ha paura di dire le cose in faccia. Lei mi è piaciuta moltissimo - se avete letto la briciola di ieri, capirete perchè. Si ritrova a vivere il sogno di ogni autrice, un contratto pagato profumatamente per scrivere una storia basata su delle antiche lettere d'amore, occasione per la quale dovrà andare a stare alla villa dei Buchanan, a stretto contatto con lo scorbutico, misterioso ma assolutamente sexy padrone di casa. 
La loro love story, nonostante le timidezze di Hunter, parte subito in quarta, fino a evolversi in un rapporto di fondamentale importanza per entrambi. Ci saranno alcune incomprensioni che metteranno a rischio il loro legame, ma il lieto fine è dietro l'angolo, dolcissimo e hot allo stesso tempo, esattamente come è stato per il resto del romanzo.
Nonostante tutto però non posso dire che sia un libro che mi ha catturato il cuore; è stata comunque una lettura piacevole che mi ha dato esattamente ciò che prometteva: qualche ora di spensieratezza. Una cosa sola non mi è piaciuta, ovvero l'uso di termini molto volgari durante le scene di sesso, che stonavano e parecchio con lo stile del resto della storia. Non so se si tratti di un errore di traduzione o dello stile dell'autrice, però proprio non mi sono andati giù, e sì che il dirty talking non mi dispiace se usato come si deve. 
Insomma, un romance carino se avete voglia di leggere qualcosa di romantico e passionale allo stesso tempo.
Tre stelle

10 commenti:

  1. Anch'io ero convinta che Hunter ti sarebbe piaciuto! Sì, hai ragione, nel contesto le scene di sesso sono forse un po' "troppo", e di sicuro non è un DIK, però fa bene il suo dovere... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Okay, sappi che mi sto scervellando per capire di che cos'è l'acronimo DIK, ma non ci arrivo, sorry >.<"

      Elimina
  2. Anche questo è uno di quei libri che ho leggiucchiato. E come dici tu è un romance molto carino per questo non ho dato un'opportunità a tutta la serie. Datemi un romanzo tosto e con dirty talking e allora sì che mi avete conquistata ;D Penso che Jessica Clare deve calcare un pò di più la mano perché l'idea della Bella e la Bestia era ottima ^-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto ci piace leggiucchiare a me e te, eh? :3 Il resto delle serie non credo la leggerò, forse se mi trovo per caso, ma non prometto nulla. Uhm, forse l'ha calcata troppo, in verità. Ecco, forse doveva amalgamare meglio, uniformare tra il dolce e il sexy spinto, perchè comunque nell'insieme non è malaccio.

      Elimina
  3. Cacchio, Roooosa. Riesci a farmi venir voglia di leggere qualunque cosa, anche generi come l'erotico che non mi si confanno per niente. Le tue recensioni sono sempre uno spettacolo. :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Awwwww, grazie, Monicaaaa <3 <3

      Elimina
  4. Questa cosa della Bella e la Bestia mi intriga parecchio ^^ Zsadist , creato da Tu Sai Chi (e non sto allundendo a Voldemort xD) è uno dei miei protagonisti preferiti e qui mi fermo. Dritto in WL!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Awww, Z. Lui è e sarà sempre il mio personaggio preferito *w*
      Tu Sai Chi, ahahahahah XD Spero ti piaccia, poi mi dici!

      Elimina
  5. Ciao Rosa! Questo libro mi è piaciuto molto, ma proprio come te ho riscontrato troppa volgarità in alcuni punti che non si adattava bene al tipo di storia che si legge. Un vero peccato perché se no sarebbe stato un libro quasi perfetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti troviamo d'accordo, Jess ^^ Peccato, aveva le carte per rubarmi il cuoricino <3

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...