martedì 15 novembre 2016

Recensione: Consolation - Corinne Michaels (The Consolation Duet #1)

Consolation
(Salvation #3 | The Consolation Duet #1)
di Corinne Michaels
Leggereditore
Anno 2016
Pagine 253
Euro 14,90

La piccola Aarabelle non era ancora nata quando sua madre Natalie ricevette la tragica notizia della morte di Aaron, suo marito, marine caduto in battaglia. Il destino, che le stava per concedere il dono più bello, le ha strappato la felicità facendola piombare nella disperazione più profonda. L’unico in grado di darle conforto è Liam Dempsey, il migliore amico di suo marito, che le sarà vicino per onorare la promessa che aveva fatto ad Aaron prima che lui partisse per la sua ultima missione. Ma né Liam né Natalie potevano immaginare che da quella vicinanza potesse nascere un rapporto che andasse oltre la semplice amicizia, per diventare qualcosa di sconvolgente a cui neanche loro riescono a dare un nome. E mentre Liam si consuma nel rimorso di poter in qualche modo tradire la fiducia che Aaron ha riposto in lui, Natalie non sa comprendere se quello che prova nasca da qualcosa di profondo o sia solo desiderio di essere consolata da un dolore a cui non riesce a fuggire. È questo il prezzo che deve pagare per essere di nuovo felice?
Aspettavo con trepidazione l'arrivo di Consolation, il primo volume del duetto - uno spin off della serie Salvation, ancora inedita in Italia, ma che credo arriverà presto - che si conclude con Conviction e che ha per protagonisti Natalie e Liam e la loro tormentata storia d'amore. 
Natalie detta Lee è una giovane donna sposata con Aaron, un marine in congedo, rimasta vedova e con una bambina da crescere in seguito alla morte del marito nell'esplosione di una bomba durante una missione a cui Aaron partecipava per conto dell'agenzia privata di proprietà di alcuni suoi amici ed ex colleghi marine. La perdita è enorme, la sofferenza è talmente tanta che Lee affonda nel dolore giorno dopo giorno, trovando la forza per andare avanti solo per riguardo della piccola Aarabelle, che dovrà crescere senza aver mai potuto conoscere suo padre.
La vita di Lee va avanti così, tra apatia e depressione, fino a quando Liam non decide di prendere in mano la situazione e sprona Natalie a riprendersi, a far sì che il suo stare bene diventi una realtà e non una semplice bugia rassicurante detta per allontanare gli altri. Liam infatti conosce bene la sofferenza di Lee, dato che anche lui ha perduto il suo migliore amico, oltre che un suo collega sul fronte. Affrontare la morte improvvisa di Aaron non è stato facile neanche per lui, soprattutto adesso che per di più ci si mette il cuore di mezzo, con i suoi sentimenti improvvisi ma fortissimi per la dolce Lee proprio nel momento meno opportuno.
O forse nel momento più giusto.
Liam prova un grande attaccamento per Lee, non come l'amico che è sempre stato per lei, ma come un uomo che vuole per sè la donna che ama con tutta l'anima. E ben presto anche Natalie comincia a sentire un attaccamento speciale per il bel Liam, grazie alla sua carica positiva, alle sue gentilezze, alle sue prese in giro. Un'attrazione proibita, inaccettabile. 
Perchè Liam era il migliore amico di suo marito.
Perchè Natalie era la moglie del suo migliore amico.

Tu dovresti essere off limits per me, e invece eccoti qui tra le mie braccia. Non so se sono un uomo fortunato o solo un idiota. So solo che quando siamo insieme sembra una cosa giusta. Sembra che siamo dove dobbiamo essere.

Vorresti che ci fosse lui al posto mio? In questo momento vorresti che fossero sue le braccia che ti stringono? Che fosse sua la bocca che ti bacia?

Se mi leggete da un po', saprete come mi piacciano i military romance, e posso dire di aver amato questa storia. Intensa, sofferta, tormentata. Ho amato Liam, e se leggerete il romanzo, non potrete fare a meno di amarlo come ho fatto io; e Natalie affronta tutto sempre con sincerità, nonostante i dubbi e le incertezze, nonostante la paura di poter soffrire di nuovo. Lee e Liam sono giusti l'uno per l'altra, e ho apprezzato che entrambi abbiano dei dubbi su loro sentimenti, e soprattutto che entrambi abbiano un passato fatto d'amicizia prima dell'amore. E' come se questo rendesse il loro stare insieme ora, adesso, semplicemente perfetto.
L'autrice, grazie all'uso del punto di vista di Natalie e con qualche capitolo dal pov di Liam, riesce a far immedesimare il lettore totalmente nel dolore della perdita, nella sofferenza di dover andare avanti con la propria vita senza la persona amata accanto; per poi travolgerlo con la forza della vita che continua e va avanti nonostante tutto, con i sentimenti che bussano alla porta, ansiosi di far provare ai personaggi di nuovo la scintilla della passione, il caldo balsamo dell'amore, la fiducia nel sapere che c'è qualcuno che tiene a noi e che per noi ci sarà sempre.
Mi è piaciuto anche che, se nelle pagine iniziali Lee è stravolta dalla perdita di Aaron, dipingendolo ai nostri occhi come l'eroe senza macchia e senza disonore, col tempo, quando il dolore si placa almeno un poco, vengono a galla i difetti che tutte le persone hanno e di cui Aaron non è esente. Proprio perché solitamente succede che il dolore cancelli gli sbagli e ci faccia vedere solo il buono della persona perduta, cosa che non rende onore alla vita ormai scomparsa, secondo me. L'ho trovata una scelta molto umana e veritiera.

Non ci sono semplicemente due cuori induriti dalla vita, che cercano di trovare un modo per incontrarsi. C'è anche un fantasma che aleggia tra di noi.

Il finale è una bomba, vi avviso, e mi è dispiaciuto essermi fatta quello spoiler così sgradevole, perché ha stemperato la suspense di quel particolare momento... per fortuna sono stata ripagata dalla reazione di mia mamma che è praticamente rimasta a bocca aperta e che mi ha chiesto immediatamente il seguito. Aspettando che arrivi la mia copia in biblioteca, vi consiglio di recuperare questa lettura, perché vale decisamente la pena!
Quattro stelle e mezzo

12 commenti:

  1. Ciao Rosa! Se è piaciuto anche a te, allora devo proprio leggerla questa duologia! Odiosi spoiler... quando poi te li piazzano anche nella trama, quanto sono odiosi??? Arrrrgggghhh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice! <3 sì che devi leggerla, anche se io ero convinta che l'avessi già fatto! >-<"
      Odio totale per gli spoiler e gli spoileratori U.U A questo proposito NON leggere la trama del seguito, Conviction, perchè la ce ci ha messo lo zampino!

      Elimina
  2. Non è la prima recensione entusiasta che leggo. Già altre blogger avevano apprezzato questo libro e sono sempre più tentata di leggerlo. Beate te che li puoi prendere in biblioteca, la mia invece è piccola e poco fornita >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo aspettavo da tanto e sono contenta che sia piaciuto a tante lettrice *.* Sì, sono consapevole di essere fortunata, ci vorrebbero più biblioteche super fornite per tutti!

      Elimina
  3. Complimenti per la recensione! :) Al momento non mi ispira moltissimo, ma non lo scarto comunque a priori visto che ti è piaciuto così tanto! Magari arriverà anche il momento giusto per lui :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Sia! ^^ Lo spero proprio ;)

      Elimina
  4. Rosellì, devo dirti la verità... ho saltato la prima parte ma ho letto la seconda che ho trovato stupenda. Mi hai emozionato >_< Devo leggere questo libro al più presto, ne state parlando tutti benissimo, un motivo ci sarà.
    Sono preoccupata per la parte intensa, sofferta e tormentata eppure sono entrata già in sintonia con Liam e Natalie. No vabbè io adesso lo leggo!
    P.S. Hai cambiato lo sfondo del blog? Mi piace un sacco *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te l'ho detto, non vedo l'ora che lo leggi *.* Anzi... comincialo subitooo!!! :3
      Sì, questo era lo sfondo che avrei voluto fin dall'inizio, ma avevo dei problemi di dimensione... finalmente sono riuscita ad aggiustarla ;)

      Elimina
  5. Credo di averlo sul Kindle. In ogni caso mi incuriosisce tantissimo ^^ Purtroppo mi sono autospoilerala lo SPOLERONE ma questo CR continua a strizzarmi l'occhio ugualmente :)
    è bello vedere che talvolta il lutto è trattato in maniera veritiera nei libri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu, eh Y_Y Sono convinta che potrebbe piacerti un mondo!
      Sì, è l'aspetto che più mi ha convinto dell'intero romanzo :)

      Elimina
  6. Ciao, Rosa! Bellissima la tua recensione! Non ho mai prestato molta attenzione a questo libro, però è proprio nelle mie corde e amo il genere, quindi me lo segno subito e vedrò di recuperare in fretta questa lettura *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara! Ma sì, devi assolutamente recuperarlo!!! *.* Poi mi dici ;)

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...