venerdì 18 maggio 2018

Recensione: Solo sua - Madison Rose

Solo sua
di Madison Rose
Quixote Edizioni
Genere Erotic Romance
Anno 2018
Pagine 122
Euro 2,99 (ebook)

Non avevo idea che fosse una star del cinema e uno degli scapoli più ambiti al mondo. Pensavo che fosse solo mio, finché una foto non ha cambiato la mia vita.
Lei può lottare finché vuole, ma, fin dal primo momento in cui ci siamo incontrati, sapevo che lei sarebbe stata mia e che non l’avrei mai lasciata andare.
Ho cercato di negarlo ma, alla fine, so che sono solo sua.
Sotto il nome di Madison Rose si nasconde un duo di autrici che da tempo volevo leggere: Aurore Rose Reynolds, famosa in Italia per la serie Until pubblicata dalla Newton Compton (mia sorella l'ha letta tutta ed è impazzita) e Natasha Madison, già pubblicata dalla Quixote Edizioni con la serie Somenthing So. Ultimamente sto divorando una novella sexy dopo l'altra, aggiungete poi che avevo letto un estratto veramente hot sul gruppo della Quixote, e capirete perché ero curiosissima di leggerlo! 
Purtroppo non mi ha entusiasmato come speravo. La storia è semplice: Emma è una ragazza normale che scopre nel modo più esplosivo possibile che l'uomo con cui esce da un po' e per il quale si è presa una cotta colossale non è altro che un famoso attore di Hollywood. Solo che lei non lo immaginava neppure! Cioè, immaginate di uscire con, un esempio a caso (!) Chris Hemwsorth e di non sapere che lui è Thor, insomma. Ovviamente Liam, famoso donnaiolo ambito da tutte le donne in circolazione, teneva particolarmente alla sua privacy e con Emma crea una relazione diversa, che lo coinvolge a livello più profondo; ma la caccia allo scoop dei paparazzi non concede tregue alla povera coppia, che si ritrova a dover chiarire alcune cosette in fretta e furia...

Lei deve essere mia, e mia soltanto. So che avrei dovuto dirle chi sono, ma, per una volta, non si trattava di ciò che facevo io, di quali film stessi girando, di quanto grande fosse la mia casa, o chi mi scopassi quella settimana. Eravamo solo io e lei.

Fin qui tutto bene, la storia è breve e abbastanza ben sviluppata nonostante alcuni stereotipi di genere (alpha man, eroina vergine, rapimento e lieto fine). Il doppio Pov è scarno ma essenziale, lo stile scorrevole, e un paio di flashback ci consentono di capire le personalità dei protagonisti e alcuni scorsi degli esordi della loro love story anche se non ci si sofferma più di tanto.
Ciò che non mi è piaciuto sono due fattori: il primo è il sesso. Non mi ha soddisfatta (e non pensate male!). Solo sua è una novella erotica, quindi è normale che i due personaggi passino tanto tempo tra le lenzuola a darsi da fare, come succede e come mi aspettavo succedesse. Non è quello il problema, ma c'è un limite! Credo esista una sottile linea di confine tra mamma-che-hot e mamma-che ridere! Liam deve essersi fatto una overdose di viagra, perché altrimenti non si spiega questa sua voglia insaziabile, questo darci dentro in ogni modo, luogo e lago, neanche fosse in astinenza da millenni. Il tipo non conosce l'esistenza del periodo refrattario, credetemi! Se l'approccio sexy iniziale mi ha scaldato, il proseguo no, assolutamente. Va bene il dirty talking, va bene l'essere espliciti, ma qui si sfiora il ridicolo. E il ridicolo non è per nulla sensuale.
La seconda cosa che non mi è piaciuta è l'atteggiamento possessivo di Liam. L'unica frase che ripete a tutto spiano è che Emma è sua. E non in modo protettivo, dolce e sexy e da cave man che ci fa impazzire. No, il suo è un mantra corrotto, in cui nessuno, compresi i genitori di lei, deve toccare, guardare o anche solo pensare alla sua Emma. Non parlano di nulla, fanno solo sesso e lui decide tutto, il matrimonio, i figli, come e dove vivere... Troppo esagerato, troppo di tutto... troppo, per una novella di nemmeno cento pagine che, con tutta la buona volontà, non mi è andata giù, #sorrynotsorry.
Due stelle

8 commenti:

  1. Non lo conoscevo, e mi sa che continuerò a non conoscerlo: i fidanzati troppo possessivi mi fanno venir voglia di prenderli a calci anche quando sono fittizi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem! Sono uno dei pochi cliché romance che mi fanno venire il nervoso a prescindere Y_Y

      Elimina
  2. Ciao Roselli! Devo dirti che questa novella non mi ha ispirato dal momento in cui ho visto la cover. Ho fiutato proprio bene 😉 A me pare sempre la solita e inutile solfa. Poi se è una storia breve peggio mi sente 😩

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tresor... niente, il granchio è tutto mio stavolta ^^"

      Elimina
  3. Ciao Rosa, mi sa tanto che questa è la tipica lettura che mi dà sui nervi. Passo! Buon week-end 😊

    RispondiElimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...