mercoledì 25 giugno 2014

Topic Book #10: Le derivazioni Austeniane


Topic Book è la rubrica settimanale in cui scelgo un tema e vi elenco alcuni libri che ne parlano.


Buon pomeriggio readers, come va?? Oggi rischiavo di non riuscire a postare l'appuntamento con la rubrica, perchè sono due giorni che staccano l'energia elettrica dalle otto di mattina alle tre di pomeriggio, a causa di alcuni lavori nella mia via, e quindi ho dovuto editare questo post in fretta e furia (cinque minuti fa praticamente >.<), dato che non ho potuto farlo negli altri giorni, proprio perchè avevo paura che si scaricasse la batteria del pc sul più bello u_u
Anyway, sono qui e bando alle ciance! Il titolo di oggi è di vaga ispirazione ai nomi delle puntate di The Big Bang Theory, ed è tutta dedicata a quei romanzi che riprendono i personaggi delle opera più famose di zietta Jane Austen, e credetemi se vi dico che di remake, sequel, prequel e chi più ne ha ne metta se ne trovano a milioni!!! Questi che vi elenco sono quelli che ho letto o vorrei leggere, ma come dicevo ce n'è per tutti i gusti, dal classico Orgoglio e pregiudizio rivisitato, alla immersione nel paranormal romance, con vampiri, licantropi e zombi a fare da contorno xD
  
Il tema di questa settimana è le derivazioni Austeniane.

- Per orgoglio o per amore (Fitzwilliam Darcy, gentleman #1) di Pamela Aidan.
"È passabile, ma non abbastanza bella per tentare un uomo par mio". Così prende avvio la storia d'amore senza tempo tra Fitzwilliam Darcy e Elizabeth Bennet in Orgoglio e pregiudizio, il capolavoro di Jane Austen amato da milioni di lettori, nel quale, tuttavia, così poco si rivela del misterioso e affascinante eroe, Mr. Darcy. Tanto poco che resta aperta la domanda: chi è Fitzwilliam Darcy? Sullo sfondo dell'epoca Regency, perfettamente ricostruita nelle coloratissime atmosfere e nelle ambientazioni storiche e politiche, Pamela Aidan tenta una risposta. Rievocando gli eventi narrati nel capolavoro di Jane Austen, restando fedele agli amatissimi personaggi, dipinge uno straordinario quadro dove racconta il passato e il presente di Mr. Darcy. In Per orgoglio o per amore, il primo episodio di una trilogia, assistiamo così all'incontro tra Darcy e Elizabeth Bennet, nell'Hertfordshire, e scopriamo che questo sconvolse l'esistenza del freddo e distaccato gentiluomo fin dal primo istante. 

- Mr. Darcy, vampyre di Amanda Grange.
Elizabeth e Darcy, i protagonisti dell'indimenticabile Orgoglio e pregiudizio, si sono sposati e si accingono a raggiungere il Lake District, a nord del Paese, quando una misteriosa missiva indirizzata a Darcy sconvolge i loro piani all'ultimo momento. Gli sposi devono partire per un lungo viaggio in Europa, passando per Parigi, attraversando le Alpi per raggiungere infine Venezia. Elizabeth, tuttavia, percepisce uno strano turbamento nell'amato consorte: la loro, più che un vacanza, pare una fuga, e Darcy sembra preda di un terrore antico' Una storia d'amore leggendaria e immortale per una copia leggendaria e? immortale. Una prova d'amore che porterà Elizabeth e Darcy fino alla bocca dell'inferno.

- Il diario di Mr. Darcy di Amanda Grange.
Fitzwilliam Darcy è l'eroe romantico che da duecento anni a questa parte continua a conquistare il cuore di milioni di lettrici in tutto il mondo. In questa coinvolgente e fedele rivisitazione di "Orgoglio e pregiudizio", finalmente la storia di Darcy ed Elizabeth viene raccontata dal punto di vista di lui. Per la prima volta abbiamo accesso ai suoi pensieri e sentimenti più intimi, riversati nelle pagine del suo diario, e a tutti quei momenti e quelle situazioni a cui nell'originale si fa solo cenno. All'apparenza freddo e distaccato, Darcy in realtà ha un temperamento passionale: possiamo condividere la sua furia e la sua indignazione nello scoprire il proposito della sorella di fuggire con George Wickham, la sua buona fede nell'adoperarsi per separare l'amico Charles Bingley da Jane Bennet e il suo disgusto nel dover di nuovo aver a che fare con Wickham, che ora insidia proprio la famiglia Bennet. Ma, sopra ogni altra cosa, attraverso le parole di Darcy ripercorriamo la sua storia d'amore con Elizabeth in tutte le sue sfumature, dall'iniziale ostilità all'irresistibile attrazione, dal conflitto interiore fino all'indimenticabile lieto fine.

- Morte a Pemberley di P.D. James.
Inghilterra, 1803. Sono passati sei anni da quando Elizabeth e Darcy hanno iniziato la loro vita insieme nella splendida tenuta di Pemberley. Elizabeth è felice del suo ruolo di padrona di casa ed è madre di due bellissimi bambini. La sorella maggiore Jane, cui lei è legatissima, vive nelle vicinanze insieme al marito Charles, vecchio amico di Darcy, e il suo adorato padre, Mr Bennet, va spesso a farle visita. Ma in una fredda e piovosa serata d'ottobre, mentre fervono gli ultimi preparativi per il grande ballo d'autunno che si terrà il giorno successivo, l'universo tranquillo e ordinato di Pemberley viene scosso all'improvviso dalla comparsa di Lydia, la sorella minore di Elizabeth e Jane. In preda a una crisi isterica la giovane donna urla che suo marito, l'ambiguo e disonesto Wickham, non gradito a Pemberley per la sua condotta immorale, è appena stato ucciso proprio lì, nel bosco della tenuta. Di colpo, l'ombra pesante e cupa del delitto offusca l'eleganza e l'armonia di Pemberley, e i protagonisti si ritrovano loro malgrado coinvolti in una vicenda dai contorni drammatici.

- Orgoglio e pregiudizio e zombie di Seth Grahame-Smith.
Siamo nelle campagne di Meryton, e la signora Bennet non pensa ad altro se non ad accasare le sue quattro figlie. Ma il signor Bennet sembra molto più concentrato sulla sopravvivenza delle sue ragazze, che sta addestrando per diventare nientemeno che cacciatrici di zombie. Sì, perché alla storia così come la conosciamo è stato aggiunto questo piccolo particolare e improvvisamente tutto è diverso: oltre all'amore e al corteggiamento ci sono battaglie cruente contro i non morti, oltre al romanticismo e ai cuori infranti ci sono duelli e cervelli spappolati. Meryton non sarà più la stessa, e Elisabeth e Darcy si ritroveranno a interpretare un ruolo che sembra creato su misura per loro.

- Orgoglio e pregiudizo e Zombie. Finchè morte non vi unisca di Steve Hockensmith.
Finalmente sposi, Elizabeth Bennett e Fitzwilliam Darcy si trasferiscono nella deliziosa tenuta di Pemberly, poco distante dalla villa in cui vivono Charles Bingley e la moglie Jane. In questo modo, Elizabeth può aiutare la sorella nella cura delle sue adorabili bambine e dedicarsi all’eliminazione degli orridi zombie che cercano di avvicinarsi a loro. Tuttavia quel tranquillo nido d’amore diventa ben presto il palcoscenico di una tragedia: un’immonda creatura morde Darcy al collo, condannandolo a diventare un morto vivente. Disperata, Elizabeth sa che nessuna cura al mondo può salvare l’adorato marito: l’unico modo per permettergli di riposare in pace è tagliargli la testa e, giusto per non correre rischi, bruciare il suo corpo nel camino. E lei sta quasi per compiere quell'estremo, straziante gesto d’amore, allorché le giunge voce che uno scienziato di Londra è riuscito a mettere a punto un vaccino per l’orrido morbo che sta devastando il Paese. Così, aggrappata a una flebile speranza, Elizabeth si mette immediatamente in viaggio, pronta ad affrontare orde infernali di cadaveri ambulanti pur di riportare Darcy alla vita. O almeno a qualcosa che le somigli…

- Orgoglio e preveggenza: o «Una realtà universalmente riconosciuta» (Mr. and Mrs. Darcy Mysteries #1) di Carrie Bebris.
"È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie." Ed è una verità cui non si sottrae Mr. Frederick Parrish, ricco e affascinante gentiluomo americano, che sta per convolare a nozze con Caroline Bingley. Un'atmosfera di festa avvolge i fidanzati e il matrimonio pare suggellare la promessa di una vita serena e felice. Ma presto la gioia s'incrina e la coppia è turbata da una serie di strani episodi: fenomeni di sonnambulismo, cavalli imbizzarriti senza una ragione, uno spaventoso incendio e misteriosi incidenti. Qualcuno sta perseguitando i Parrish, ma la pericolosità della situazione pare sfuggire a tutti. A tutti tranne a Elizabeth e Darcy, amici della giovane donna e anch'essi sposi novelli, che mettono da parte i progetti per la luna di miele per aiutare Caroline.
Il primo di questi che ho letto è stato Mr. Darcy, vampyre: anche se la prima volta che ho visto la cover e letto la trama ho detto "Ma anche no!" da brava purista del genere, poi la curiosità ha preso il sopravvento (stiamo sempre parlando di Darcy in versione vampiro) e via, l'ho letto, e ammetto che non è stata una brutta lettura, almeno non pessima, ma neanche posso dire splendida eheh! Amanda Grange è una scrittrice specializzata nello produzione di romanzi in forma di diario con protagonisti i diversi personaggi maschili resi famosi dalla Austen, dal già citato Darcy al capitano Wenworth, dal colonnello Brandon a Mr. Knightley, e dalle varie recensione ho capito che la versione vampiro di Darcy non è proprio la sua miglior esecuzione. Quindi certamente leggerò il suo Il diario di Mr. Darcy per farmi una migliore opinione sulla scrittrice.
Orgoglio e pregiudizio in versione zombie (non sapevo che ne esistessero ben due versioni!), devo leggerla assolutamente, perchè l'unione del romanzo regency con la tematica degli zombie è così assurda e improbabile, che magari riesce a funzionare perfettamente! E poi non vedo l'ora di leggere delle sorelle Bennet in versione Alice del film Resident Evil xD
La trilogia di Pamela Aidan poteva benissimamente essere una semplice duologia, o meglio ancora ridursi in un unico volume, perchè la parte centrale è di una noia immensa, e con la storia originale non centra nulla, e meno che mai aiuta a farci capire meglio il carattere di Darcy, visto che la narrazione si svolge secondo il suo punto di vista. 
Il romanzo di P.D. James è da tempo immemore nella mia wish list, e devo dire che mi incuriosisce molto la piega verso il genere giallo in stile Sherlock Holmes, così come deve accadere nei romanzi di Carrie Bebris.

Per questa puntata di Topic Book è tutto! Fatemi sapere se vi è piaciuto il tema di oggi e se avete letto qualcuno dei libri citati. Un baciooo :3

17 commenti:

  1. Bellissimo tema oggi Rosa!!! *-*
    Allooooora: della Grange ho letto Il Diario di MR. Darcy che non mi è dispiaciuto affatto, ho letto il primo della Aidan che ho portato immediatamente al Libraccio perchè l'ho trovato terribile, non ci ho provato neanche con gli altri due della saga -.-, ho letto anche il primo della Bebris e ti dirò mi era anche piaciuto ma poi l'aspetto "fantasy" che ha buttato li nelle ultime pagine proprio non mi è andato giù, devo ancora leggere Morte a Pemberly che ho preso da poco ^^; per il resto sinceramente trovo sia quasi una bestemmia accostare Jane Austen ai vampiri, non si può proprio né vedere né sentire e quindi, come ben avrai capito, mi rifiuto di leggere trasposizioni vampiresche di una delle autrici più amate del mondo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di leggere Il diario...della Grange, mentre la trilogia della Aidan non è malaccio, ma sicuramente poteva essere benissimo un unico volume ^-^ ma sai Pila anche io trovo una bestemmia vedere i personaggi creati dalla Austen che tanto ho amato in versione vampiro &co., però sono troppo curiosa di vedere il risultato xD Ma poi hai notato che nessuno scrittore riesce a imitare o ad avvicinarsi minimamente alla stile e alla bravura della Austen?? E' davvero unica nel suo genere!

      Elimina
    2. Assolutamente Rosa!Hai ragione, nessuno riesce minimamente e ricreare una degna atmosfera alla Austen o avvicinarsi al suo stile!!! *-*
      Io sono sempre più consapevole di essere nata nell'epoca sbagliata!! ^^

      Elimina
    3. Ahahah beh credo che vivere all'epoca della Austen abbiasicuramente i suoi lati affascinanti, così come alcune cose che non credo accetterei facilmente....ma noi continuiamo a sognare *.*

      Elimina
  2. Ahahahah bellissima scelta oggi Rosa :D
    Mr. Darcy, vampyre mi ispira tantissimo e peccato non ti abbia fatto impazzire...
    Ma lo sai che io non ho mai letto un libro di Jane Austen?
    Sono sempre lì lì per iniziare Orgoglio e pregiudizio ma poi decido sempre di buttarmi su un altro libro ;)
    Cmq...alcuni di questi li conoscevo già ma li ho sempre snobbati ;p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuooo (due la vendetta)..cosa sentono le mie orecchie xD Jane Austen si deve leggere, anche per dire che non ti piace e non ti prende, ma almeno un suo libro devi leggerlo! Come per Ilenia, ti consiglio Persuasione o Orgoglio e pregiudizio...mi raccomando ^o^

      Elimina
    2. Lo so sono senza vergogna ;)
      Devo rimediare perché la Austen, almeno una volta nella vita, va letta ;)

      Elimina
    3. Ecco, brava Violet! :D

      Elimina
  3. Questa volta non so cosa dire, non ho letto nulla di suo mi sa ^^'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questo motivo non ho letto nemmeno nulla che riprendesse le sue opere

      Elimina
    2. Nuooo, Ilenia, devi rimediare, no si può non leggere Jane Austen ^-^ ti consiglio di leggere Persuasione o il famosissimo Orgoglio e pregiudizio :3

      Elimina
  4. Okay, sarò una delle poche persone al mondo che ancora non ha letto nulla della Austen :/
    Dovrò recuperare! :)
    Orgoglio e pregiudizio e zombie mi ispira troppo, poi tu sei un mito perché hai citato Alice di Resident Evil *-------*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ma credo che tu sia in buona compagnia, sto scoprendo che ci sono molte persone che non hanno mai letto nulla della Austen...credo sia un vero peccato :c mi raccomando recupera al più presto ^-^
      Ahahahah, grazie, io adoro tutta la saga di Resident Evil!!! Peccato non abbia mai avuto la possibilità di giocare al videogame >.<

      Elimina
  5. non ho letto nessuno libro che hai consigliato però ho regalato per natale ad una mia amica, fissata con la Austen, il diario di Mr Darcy e ha detto che era molto carino.. ;) io purtroppo non ho ancora avuto l'occasione di leggere i romanzi più famosi della Austen, ho letto solo Lady Susan (quello a 0.99 cent. della Newton Compton)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me Lady Susan non è proprio piaciuto, e dire che la Austen è una delle mie scrittrice preferite! Ti consiglio di leggere Persuasione, oltra ai famosissimi Elizabeth e Darcy, e anche Emma è una bellissima lettura ^-^

      Elimina
  6. Eccomi qui, pronta a rimediare! :)
    Rinnovo il mio amore per le "derivazioni austeniane", è veramente un appellativo perfetto, hai fatto centro!
    Anche se ho detto che la forma di diario, in un romanzo, non mi piace molto, forse devo ricredermi. Un po' mi affascina sapere cosa pensava Darcy in alcuni momenti clou del libro.
    E poi avevo scordato di avere in libreria "Morte a Pemberley", chissà come sarà.
    Ho letto i commenti precedenti e ho visto che spesso hai consigliato Persuasione; deduco che ti piaccia molto - come minimo è tutta una mia impressione - in ogni caso volevo dirti che concordo pienamente con te, non vorrei dire un'eresia, ma credo che sia il suo libro più bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia! :3
      Si, hai avuto la giusta impressione, perchè "Persuasione" è il più perfetto dei romanzi della Austen per me!!! A seguire Orgoglio e Pregiudizio, Emma e Ragione e Sentimento, per finire con Mansfield Park. Mi manca da leggere Northanger Abbey solamente.
      A me leggere romanzo sotto forma di diari non da fastidio, anzi, e sono curiosa come te di leggere i pensieri di Darcy in alcuni dei momenti più importanti della storia ^-^

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3