martedì 21 aprile 2015

Briciole #56


Le Briciole sono frasi, aforismi, poesie, pensieri, dediche, pezzi di canzoni, scritte sul muro e messaggi che strappano un sorriso o una riflessione, che colpiscono l'immaginazione e rimangono in testa e, a volte, nel cuore.

Nulla muta istantaneamente: in una vasca da bagno che si riscaldi gradatamente moriresti bollito senza nemmeno accorgertene. C'erano notizie sui giornali, certi giornali, cadaveri dentro rogge o nei boschi, percossi a morte o mutilati, manomessi, così si diceva, ma si trattava di altre donne, e gli uomini che commettevano simili cose erano altri uomini. Non erano gli uomini che conoscevamo. Le storie dei giornali erano come sogni per noi, brutti sogni sognati da altri. Che cose orribili, dicevamo, e lo erano, ma erano orribili senza essere credibili. Erano troppo melodrammatiche, avevamo una dimensione che non era la dimensione della nostra vita.
Noi eravamo la gente di cui non si parlava sui giornali. Vivevamo nei vuoti spazi bianchi ai margini dei fogli e questo ci dava più libertà.
Vivevamo negli interstizi tra le storie altrui.
Il racconto dell'ancella - Margaret Atwood

14 commenti:

  1. E' una citazione davvero interessante :)
    Il libro non sono ancora riuscita a leggerlo, ma spero di riuscire a farlo presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il romanzo lo sto leggendo in questi giorni, ha tanti livelli di interpretazione, ogni frase va letta bene. E' molto interessante davvero :)

      Elimina
  2. Sento parlare molto di questo libro però sono ancora molto indecisa se leggerlo o meno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io volevo leggerlo da un pò e posso dirti che vale la pena di leggerlo, fa riflettere su molti aspetti, cosa che un romanzo distopico dovrebbe sempre fare.

      Elimina
  3. Bellissima! Mi ha colpito moltissimo l'ultima parte: "Noi eravamo la gente di cui non si parlava sui giornali. Vivevamo nei vuoti spazi bianchi ai margini dei fogli e questo ci dava più libertà.
    Vivevamo negli interstizi tra le storie altrui."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha colpito subito, anche perchè sentiamo spesso al tg notizie di morte e violenza, ma non ci toccano mai da vicino, in prima persona, equindi noi tutti viviamo "negli interstizi tra le storie altrui" *o*

      Elimina
  4. Rose, ho visto che stavi leggendo questo libro e volevo proprio chiederti di cosa si tratta e sopratutto se ti sta piacendo. Fammi sapere *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Il racconto dell'ancella" è un romanzo distopico, è molto complesso e fa riflettere su molte cose, soprattutto sulla libertà di noi donne al giorno d'oggi. Per adesso è un bel romanzo e mi sta piacendo, anche se non è una lettura leggera e ci vuole molta attenzione :)

      Elimina
  5. Non l'ho letto questo libro! Aspetto una tua opinione! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di riuscire a finirlo presto e a parlarne sul blog quanto prima :D

      Elimina
  6. Le ultime righe mi piacciono tantissimo, cercherò qualche informazione aggiuntiva sul libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che il libro sia molto nelle tue corda Ele ^^ Fammi sapere se lo leggerai!

      Elimina
  7. Che bella questa briciola :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuta ^^

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...