martedì 21 aprile 2015

Recensione: Caldo come il fuoco - Jennifer L. Armentrout (The Dark Elements #1)

Caldo come il fuoco
(The Dark Elements #1)
di Jennifer L. Armentrout
Harlequin Mondadori
Anno 2015
Pagine 428
Isbn: 9788869050060

Il primo bacio potrebbe essere l’ultimo... Metà demone e metà gargoyle, Layla ha poteri che nessun altro possiede e per questo i Guardiani, la razza incaricata di difendere l’umanità dalle creature infernali, l’hanno accolta tra loro pur diffi dando della sua vera natura. Ma la cosa peggiore, un’autentica condanna, è che le basta un bacio per uccidere qualunque creatura abbia un’anima. Compreso Zayne, il ragazzo con cui è cresciuta e di cui è innamorata da sempre. Poi nella sua vita compare Roth, e all’improvviso tutto cambia. Bello, sexy, trasgressivo, è un demone come lei, e non avendo anima potrebbe baciarlo senza fargli alcun male. Layla sa che dovrebbe stargli lontana, che frequentarlo potrebbe essere molto pericoloso. Ma quando scopre fino a che punto, tutto a un tratto baciarlo sembra ben poca cosa in confronto alla minaccia che incombe sul mondo.



Questo romanzo è il primo firmato Jennifer Armentrout che ho letto, e della penna dell'autrice avevo avuto un piccolo assaggio con la novella prequel Dolce come il miele. Come primo approccio non è stato niente male davvero! Mi ha convinto il world building, che è ben fatto e originale quanto basta per rinnovare la tipologia di storia a cui fa da ambientazione, i personaggi principali sono ben caratterizzati e attraenti - non solo a livello fisico -, e il fatto che la storia appartenga al genere fantasy/paranormal young adult, generi, i primi due, che sono sempre nelle mie corde, di sicuro è un surplus che non poteva che farmi piacere tutto il pacchetto. Posso quindi dire che l'Armentrout mi piace, il suo stile è scorrevole, acchiappa fin da subito e, per farla breve, mi ha dato una qualche certezza in più sulla sua altra serie paranormal, Lux, che devo leggere, ma che non ho ancora cominciato per qualche piccola titubanza ormai sparita. 
Comunque, parliamo di questo libro: Caldo come il fuoco è il primo volume della serie The Dark Elements, serie in cui assistiamo alla lotta più classica tra il bene e il male, ovvero tra angeli e demoni, ma l'elemento di novità è la presenza dei Guardiani, che hanno la forma di gargoyle, proprio quelli a cui state pensando, quelle figure mostruose e animalesche con le ali fatti di pietra che stazionano a guardia sugli edifici più antichi. I Guardiani sono esseri inviati dagli Alfa che hanno il compito di proteggere gli umani e per far questo si sono resi noti agli stessi occhi umani, che però non hanno ben capito cosa siano e spesso e volentieri li associano con le figure demoniache e li apostrofano come non figli di Dio. Proprio nella novella Dolce come il miele abbiamo la possibilità di capire meglio cosa sono i Guardiani e come vivono  grazie alla storia di Jasmine e Dez, due gargoyle che sono stati promessi e che appariranno anche nel romanzo. Il mio consiglio è di gustarvela prima perchè rende più chiare le dinamiche amorose e non all'interno della comunità dei Guardiani, cosa molto importante poichè il focus centrale del romanzo è proprio l'accettazione degli altri Guardiani della protagonista, Layla, una sedicenne che è metà Guardiana e metà demone.
Questa sua dualità la colloca su una linea di confine in cui non può aspirare a essere una Guardiana a tutti gli effetti perchè non può trasformasi e in quanto femmina (termine utilizzato nel libro, ma non in senso dispregiativo, vedrete), non è appetibile per i maschi della specie, per cui è destinata a non trovare un compagno con cui accoppiarsi. E non può essere un demone, perchè è stata cresciuta dai Guardiani che le hanno insegnato a reprimere quella parte di sè che considerano malvagia e che è responsabile della sua capacità di risucchiare le anime umane. Perciò la povera Layla è costretta spesso a stare da sola, a lottare contro la diffidenza e il disprezzo di alcuni gargoyle e a cercare di rendersi utile come può nella lotta contro i demoni.
Unica sua consolazione è l'amicizia affettuosa che la lega a Zayne, unico dei Guardiani che le è stata vicina da sempre. Le cose però cambieranno quando Layla sarà avvicinata da Roth, un demone di alto rango che metterà in discussione tutto il suo mondo e quelle che credeva delle certezze assolute si riveleranno completamente sbagliate. Layla si deve fidare di un demone? E se lui dicesse la verità sul suo conto, sul fatto che l'Inferno la stia cercando per uno scopo? Non sarà facile decidere da che parte stare e soprattutto a chi credere...


Lui abbassò il mento, l'aria terribilmente innocente. «Non sei mai stata baciata, vero?» 
«Non sono affari tuoi.» Incrociai le braccia mentre Roth restava in attesa di una risposta. «Credo che sia ovvio, comunque. Non posso baciare nessuno. Sai com'è, succhiare le anime rende la cosa un po' complicata.» 
«Non se baci qualcuno che l'anima non ce l'ha.» 


Leggendo sono stata contenta di vedere che le mie aspettative non sono state deluse, la storia scorre bene, non manca l'avventura e l'azione (alcune scene sono anche un pochino cruente), con tanto di segugi infernali e demoni di ogni tipo che spuntano spesso e volentieri. Quella che mi preoccupava in effetti di più era la parte romance.
Devo dire che l'autrice usa benissimo a suo vantaggio il triangolo amoroso e lo fa in modo nuovo e poco convenzionale: Layla infatti prova affetto e anche qualcosa di più per Zayne, come dimostra la sua gelosia nei confronti di Danika, la sorella di Jasmine che è la compagnia perfetta per il gargoyle; ma l'arrivo del sexy, sfrontato e faccia da schiaffi Roth non la lascerà indifferente, e se poi Roth è l'unico che Layla, che pur sempre un adolescente, può baciare senza il richio di mangiargli l'anima, beh le cose non son affatto facili! So cosa state pensando, già vi vedete Layla che fa il filo a tutt'e due, che non sa cosa scegliere e Roth e Zayne che si fanno concorrenza come due galletti in un pollaio :D Niente di tutto questo! Zayne e Layla si vogliono un gran bene e Layla è attratta da Roth (e come non potrebbe esserlo), ma le dinamiche classiche del triangolo lui-lei-l'altro non ci sono, e questo è un bene! Molto interessanti invece i dubbi di Layla sul suo essere demone e Guardiana insieme, cosa che la porta ad avere il privilegio di un doppio punto di vista su entrambi i mondi e a riflettere e a capire che spesso e volentieri le cose non sono tutte bianco o nero e che in tutti c'è un parte di luce e di ombre.

«Mi piace quando la gente cerca di classificare le cose in buone e cattive, come se il confine tra bene e male fosse così netto.»

«È netto, eccome. Quelli come te sono cattivi. I Guardiani sono buoni.» La mia risposta sembrava categorica. «Sono buoni sul serio.»

Lui si passò una mano tra i capelli, facendoli cadere in modo disordinato sulla fronte. «E perché sei convinta che i Guardiani siano così buoni?»
«Le loro anime sono pure, Roth. E poi proteggono gli umani da creature come te.»
«Quelli con le anime più pure sono capaci delle cattiverie peggiori. Nessuno è perfetto, a prescindere da cosa sia o da quale parte combatta.»


Layla mi è piaciuta, alcune volte pare la solita protagonista adolescente che non è consapevole della sue bellezza e via di questo passo, ma per me è giustificabile dato che la sua vita non è stata affatto facile e lei spesso è insicura. Insicurezza che nei momenti di pericolo sparisce e lascia il posto a un cipiglio combattivo e intelligente. E poi Roth l'ho adorato, vabbè che ve lo dico a fare, io ho un debole per i bad boy che però nascondono tutt'altro, e lui per essere un demone che lavora per il Boss in persona è tutt'altro che malvagio. Almeno non con Layla. Mentre Zayne non so, non mi ha detto molto, è troppo bello e bravo, insomma troppo perfetto forse per colpirmi. Ecco, forse l'unica cosa che proprio non mi è piaciuta è stato il fatto che dopo tanti baci più o meno roventi, con Roth ovviamente, e con le nostre aspettative alle stelle, l'unica scena un pò più spinta è tutta un vedo-non-vedo in cui francamente non ho capito bene cosa succeda. Qui però si va a gusti personali e io probabilmente sono abituata a scene più esplicite e meno frustranti.
Nel complesso è un ottimo romanzo, consigliato a tutti, agli amanti della Armentrout, agli amanti del genere e a chi vuole andare sul sicuro leggendo una storia avventurosa, romantica e un pò diversa dal solito.
Quattro stelle e mezzo

16 commenti:

  1. Concordo con te su tutto tranne che su Zayne!! Non me lo toccare per cortesia perché per me deve dare ancora molto come personaggio. -_-
    Sì molto dolce e perfetto ma i biondi io li adoro c'è poco da fare ahahah *-*
    La gelosia tra i due mi è piaciuta però povera Layla! E Roth è.... bè lui è un figo da paura!
    Comunque la storia è molto bella e per quanto riguarda le scene vedo/non vedo (e non ci capisco niente) si trovano anche nella serie Lux :(
    Ma Jennifer si rifà in quella new adult con Cam fidati :D
    Comunque io quest'autrice la amo troppo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zayne secondo me uscirà fuori di più nel secondo, Freddo come la pietra....vedremo, per ora non mi dice niente eheh ^^
      Ecco, avevo questo sospetto per la serie Lux, un pò mi dispiace però dai, l'autrice scrive bene e forse forse mi leggerò qualche suo new adult... boh, vedrò l'ispirazione del momento dai XD

      Elimina
  2. Ok, ho capito che devo leggere questo libro u_u Già mi attirava prima ma la tua recensione mi ha proprio convinta. La Armentrout a me è piaciuta nella serie Lux, almeno nei primi due libri che ho letto, e se anche in questo mantiene lo stesso stile accattivante, beh, penso proprio che mi piacerà anche "Caldo come il fuoco" ^_^
    Poi Roth sembra proprio un tipetto interessante, i bad boy che nascondono tutt'altro come li chiami tu, piacciono molto anche a me ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la serie Lux ancora non la comincio, aspetto che esca il quinto (mi pare) e la leggerò tutta insieme, ma si, nel complesso penso proprio che lo stile sia quello, la storia è accattivante e beh Roth piace, piace :D Fammi sapere! ^^

      Elimina
  3. Vorrei leggerlo però prima vorrei iniziare la serie Lux ;) comunque bella recensione ;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me manca la serie Lux, sicuramente la recupererò.
      Grazie :)

      Elimina
  4. Non ho ancora letto nulla di questa autrice ma sono molto incuriosita da Ti aspettavo :)
    Anche questa serie comunque non sembra per niente male.. anzi, la trama è molto intrigante ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, come J. Lynn non mi convince molto, da visto quello che ha detto Violet qualche commento più su, quasi quasi gli darò una occhiata :D

      Elimina
  5. Ohhhhh, lo voglio! Adesso! Subito!!!!!!!!!!
    Complimenti per la recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sianna, spero ti piaccia, fammi sapere ovviamente :D

      Elimina
  6. Ce l'ho nell'edizione che uscì in edicola qualche mese fa.. non ho ancora capito se mi ispira però. Sembra il classico romanzo della Armentrout, autrice che io apprezzo molto, ma che allo stesso tempo penso tenda a diventare piuttosto ripetitiva :/ Ho già letto un paio dei suoi libri e questa è l'impressione che mi ha fatto.. Però vabbè, una chance gliela concedo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è il primo libro, quindi può anche essere che sia ripetitiva... sicuramente leggerò altro suo e ti saprò dire ìse anche per me è così o meno ^^

      Elimina
  7. Oh mamma!! Adesso voglio questo libro *___*
    Nonostante la serie lux mi piaccia molto, ultimamente questo libro è passato uno secondo piano perché non avevo letto recensione molto positive..ad ogni modo, mi hai convinto *_* già sbavo su Roth *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dagliela una occasione! E spero proprio ti piaccia ^^

      Elimina
  8. ROTH!!!!!!!!!!!!!!! *PARADISE CITY* ahahhaha avrà nominato questa canzone 100 volte alla fine mi è entrata in testa e non la mollo più XD ... un libro dolcissimo divertente e ben studiato....devi leggere la serie LUX ... mi aspetto che lo faccia subito dopo questa bellissima recensione! ... non vedo l'ora che arrivi il prossimo romanzo! un bacione M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' successa la stessa cosa anche a me, non la conoscevo ma ora la canticchio spesso XD
      E roth ha colpito anche mia mamma, ha letto il libro e le è piaciuto molto!
      La Lux la leggerò, forse non subito, ma lo farò, prometto! ^^

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3