giovedì 12 maggio 2016

Recensione: La sirena meccanica - Giada Bafanelli

La sirena meccanica
di Giada Bafanelli
Self-publishing
Anno 2016
Pagine 136
Euro 0,99

Da quel che ricorda, Nym ha sempre vissuto nelle profondità del mare, metà ragazza e metà cyborg. Ma quando la sua memoria riaffiora, inizia a farsi delle domande. L’oceano è una distesa calma e blu che conosce alla perfezione, ma cosa c’è oltre? 
Quando salva un marinaio dopo il naufragio di un’aeronave, il desiderio di vivere in superficie si fa di giorno in giorno più forte. Ma il mondo al di là delle onde è cupo e spietato, e non c’è spazio per chi è diverso. 
Ispirato alla favola “La sirenetta” di Hans Christian Andersen, “La sirena meccanica” unisce sentimenti e avventura.
Ogni volta che mi accingo a leggere un romanzo di Giada, sono sempre sicura che leggerò una storia originale, avvincente e scritta meravigliosamente bene. E anche questa volta le mie aspettative non sono rimaste certo deluse! 
Questa volta l'autrice si dedica a una riscrittura della famosa e amatissima favola de La Sirenetta: pur ritrovando molti elementi che si rifanno alla fiaba, La sirena meccanica però procede presentandoci molti elementi originali e insoliti. La nostra protagonista Nym, infatti, non è un sirena normale, la sua coda non è fatta di carne e scaglie, ma è un coda meccanica. Nym e i suoi amici infatti, sono gli unici sopravvissuti del naufragio di un aereonave. Sarebbero dovuti tutti morire annegati, ma grazie all'intervento di Ran, sono riusciti a salvarsi, sostituendo le mancanze dei loro corpi con parti meccaniche e trasformandosi così in cyborg. Nym e Ygg, il suo migliore amico, vagano per i fondali marini, intrufolandosi nei relitti arrugginiti di navi e aereonavi alla ricerca di pezzi meccanici con i quali preparasi a eventuali sostituzioni. E proprio durante una di queste incursioni, Nym trova un tesoro per lei preziosissimo. Qualcosa che potrebbe aiutarla a realizzare il suo sogno, più grande, ovvero quello di abbandonare gli abissi marini e ritornare a vivere sulla terra.

Non avrebbe voluto, ma non riuscì a convincersi ad abbassare lo sguardo di fronte a quello spettacolo. Seguì i rivoletti di rigurgito sempre più in alto, mentre i cadaveri toccavano il fondale uno dopo l’altro. Una mano gelida le sfiorò una guancia, e lei rabbrividì, ma non riuscì a spostarsi. Era come rivivere quel momento una seconda volta, e ancora, ancora, ancora. Il momento in cui anche lei, tanto tempo prima, era precipitata nell’abisso, sola. Era orribile, ma non riusciva a fare a meno di guardare.

Pur trattandosi di un romanzo breve, non mancano colpi di scena e cambi di scenari importanti che danno ritmo alla narrazione e avvincono noi lettori alle pagine; i personaggi sono ben tratteggiati, in particolare ho apprezzato Nym, delle volte ingenua ma anche coraggiosa che, come la Sirenetta, sogna di poter vivere sulla Terra; Ran, sempre pronta a dire la nuda e cruda verità delle cose, e Ygg con i suoi sentimenti dolcissimi per Nym. Non dimentichiamoci di Johan, il marinaio che viene salvato da morte certa da Nym e che si rivelerà un personaggio con un enorme segreto, che mi ha veramente colta di sorpresa! Mi sono piaciute tantissimo le descrizioni delle profondità marine e la vita che Nym e compagni vivevano laggiù, così avvolgenti che mi sembrava ci fossi io insieme a loro a respirare con le branchie meccaniche. Insomma, La sirena meccanica è una novella che consiglio di cuore a chi ama i retelling e gli elementi cyberpunk e le storie con sorprese inaspettate ;)
Quattro stelle

20 commenti:

  1. Grazie di cuore, Rosa! Non sai quanto sono felice di sapere che ti è piaciuto! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Giadaaaa <3 <3 <3 :*

      Elimina
  2. Le rivisitazioni delle favole più famose, sono bottini preziosi e succulenti, per me. Appena ne trovo uno interessante, non posso fare a meno di leggerlo. E questo di sicuro è più che interessante. La storia della serenetta era una delle mie preferite, da bambina. Mi piacerebbe ritrovare le stesse atmosfere in un romanzo. Credo che gli darò una possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di sapere che sei un'amante delle rivisitazioni e sono felice che darai una possibilità alla storia di Giada, vedrai che non ti deluderà ;)

      Elimina
  3. Questo romanzo, dalla cover carinissima, mi intriga molto. Ho letto vari pareri, tutti positivi. La tua bella recensione conferma ulteriormente la validità del romanzo. Prendo nota :)

    RispondiElimina
  4. Proprio ieri ho letto una recensione sul blog di Tania e sì mi avete convinto appieno. Naturalmente l'ho già messo in lista e dopo la sfilza di romance che mi accingo a leggere mi ci butterò a capofitto *-*
    Ti ho già detto che amo la sirenetta ma non i cyborg ma chi se ne frega, la curiosità è troppa! Inoltre mi ha convinta la storia del segreto e per il fatto che sia avvincente ^-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, il segreto *si zippa la bocca per non dire di più*
      Sono proprio contenta che lo leggerai ^^

      Elimina
  5. Avevo visto tante segnalazioni in giro ma di recensioni non avevo ancora letto nulla, ora sono ancora più convinta di volerlo leggere *^*

    RispondiElimina
  6. Ciao Rosa! E' la seconda recensione che leggo di questo libro ed entrambe positive, mi avete fatto venire ancora più voglia di leggerlo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess! ^^ Sicuramente sarà una bella lettura, non te ne pentirai ;)

      Elimina
  7. Ho ufficialmente voglia di leggerlo!

    RispondiElimina
  8. Non vedo l'ora di leggerlo! *_____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *w* Aspetto di sapere la tua opinione in merito!

      Elimina
  9. Come sai sono molto curiosa di leggere questa novella!! *_*

    RispondiElimina
  10. Dopo che avrò letto "The Beauty and the Cyborg" e avrò capito se i retelling fanno davvero per me allora, forse, mi lancerò su questa lettura. Sembra molto carina :) Adoro la Sirenetta, soprattutto la storia proposta dalla Disney perché quella di Andersen è tremendamente tragica : (

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero proprio di sì, io grazie alla challenge sui retelling sto scoprendo un sacco di belle letture :3 Il romanzo di Miriam lo vorrei leggere anche io! Beh, diciamo che il romanzo di Giada si rifà molto alla favola che non al cartone della Disney, perciò ti avviso...

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...