giovedì 14 giugno 2018

Recensione in Anteprima: "L'infinito tra me e te" di Mariana Zapata

L'infinito tra me e te
di Mariana Zapata
Newton Compton Editori
Pagine 512
Euro 4,99 (ebook); 9,90 (cartaceo)
Uscita 14 Giugno

Vanessa Mazur sa che sta facendo la cosa giusta. Non ha alcuna intenzione di sentirsi in colpa per aver mollato. Il lavoro di assistente tuttofare di Aiden Graves è sempre stato un impiego temporaneo. Lei ha altri piani per il futuro, ha delle ambizioni, e di certo non comprendono il ruolo di fatina personale di una star del football. E allora perché quando Aiden si presenta alla sua porta, pregandola di ripensarci, Vanessa esita? Per due anni, l’uomo che le televisioni chiamano “il Muro di Winnipeg” è stato il suo incubo: neanche un buongiorno al mattino, o un sorriso il giorno del suo compleanno. Era talmente concentrato sullo sport che sembrava non accorgersi nemmeno di chi o cosa lo circondasse. Cos’è cambiato, allora? Quello che Aiden chiede, per Vanessa è semplicemente incomprensibile. Dopo il modo in cui è stata trattata, lei desidera solo dedicarsi alla sua vera passione, il design, e lasciarsi alle spalle l’indifferenza. La perseveranza di Aiden sarà in grado di farle cambiare idea? In questo genere di partite, segnare un punto richiede pazienza, gioco di squadra e una buona dose di determinazione.
Se siete quelle lettrici che appena sentono odore di insta-love alzano di riflesso gli occhi al cielo e che minacciano di lanciare il libro e/o l’e-reader dalla finestra quando i protagonisti di turno si dichiarano amore eterno a pagina cinque… allora dovete leggere L’infinito tra me e te, subito, senza pensarci due volte. Perché il romance con il quale Mariana Zapata debutta in Italia è uno slow burn, una love story che si sviluppa piano, brucia poco a poco fino a un incendio che avvolge e coinvolge corpo e anima, senza per questo distruggere nulla.
Vi ho incuriosito? Bene. The Wall of Winnipeg and Me, questo il titolo originale, è uno sport romance che si divora in poco tempo e a cui non ho fatto altro che pensare da quando sono arrivata a quell’epilogo che mi ha fatto sorridere il cuore. Credetemi, una volta immersi nel mondo della Zapata, nel suo modo di scrivere e raccontare i moti del cuore, sarà difficile tornare alla vita normale. Non so come altro spiegarvi l’effetto che mi ha fatto e a distanza di qualche giorno sono ancora legatissima a Vanessa e a Aiden. Ad Aiden, soprattutto, ma per motivi del tutto personali. 
All’inizio però non è facile lasciarsi catturare, diciamo che ci vogliono più di un paio di capitoli per far sì che la storia ingrani, ma se ci arrivate poi non vorrete più uscirne: Vanessa Mazur è da due anni l’assistente del famoso Aiden Muro di Winnipeg Graves, giocatore di football dei Three Hundreads sulla cresta dell’onda. 
Famoso e adorato come solo gli dèi sportivi possono esserlo, l’uomo però non è quello che si può pensare. È taciturno se ti va bene, altrimenti è scorbutico e maleducato la maggior parte delle volte, non mantiene la parola data e lo sport è l’unico scopo della sua vita. Allena il suo corpo pieno di muscoli ogni giorno, con costanza e determinazione, impegnandosi per migliorare, per limitare gli sbagli in campo ed essere il migliore senza mai essere completamente soddisfatto. Non fa vita sociale, vive da solo, a stento ha qualche amico, roba che si può contare sulle dita di una mano. 
Vanessa lo conosce, sa cosa prova da come arriccia le sopracciglia o dal numero di grugniti che emette al posto delle parole; ma il suo sogno più vero è quello di diventare indipendente, di lavorare per se stessa, senza dare conto a nessun capo scorbutico che a malapena si accorge della sua esistenza quando entra in una stanza. 
Così, dopo aver messo da parte una discreta somma per stare tranquilla per un po’, Vanessa dà le dimissioni, pronta a lanciarsi nel suo progetto di graphic designer, non immaginando che Aiden non le permetterà di lasciarlo. Avete presente il detto, non si apprezza ciò che si ha fino a quando non lo si perde? È proprio ciò che accade ad Aiden.

“Quando avevo bisogno di te non mi hai lasciato solo. Perché mai non dovrei fare lo stesso per te?”

Accadrà poi qualcosa, una proposta da parte di Aiden a cui, dopo riflessioni e riflessioni, Vanessa a stento può dire di no. Un piano che porta i due a passare molto tempo insieme. Vicinanza che consente a Vanessa di sbirciare al di là del Muro e ad Aiden di aprirsi poco a poco. Perché sarà pur vero che il ragazzone tutto muscoli e disciplina sportiva è l’essere umano più chiuso in cui Vanessa si sia mai imbattuta, ma lei rientra nella categoria elitaria di persone che gli piacciono. “Mi piaci, per quanto possa piacermi una persona”, ed è tutto dire. 
Ed è così che vi ritroverete a tifare per questa coppia di incompresi, solitari e bistrattati dalla vita, che insieme sono due pezzi di un puzzle strano. Ci vorrà un po' per capirsi, per decifrarsi l’un l’altra e lasciarsi andare. Com’è giusto che sia. Mica è facile confessare ciò che si prova a qualcuno. Mica è facile affidarsi a qualcun’altro, aprirsi, confidarsi, nella speranza di non essere feriti, illusi e abbandonati. La vita non è una favola o un romance, e Aiden e Vanessa lo sanno per certo... 

… preferivo dirglielo che passare il resto dei miei giorni a chiedermi cosa sarebbe successo se gli avessi confessato i miei sentimenti. Se gli avessi detto che era la prima persona in cui riponessi totale fiducia. Che potevo accontentarmi di venire al secondo posto, finché non avesse avuto più tempo da dedicarmi.

Mi sono buttata e la Zapata non mi ha deluso. Certo, se non vi piacciono i capitoli pieni di riflessioni e con pochissimo sesso – c’è una sola scena hot nel vero senso della parola, ma ragazza mie, che caldo!  - potreste restare deluse, ma se vi fidate del mio consiglio, date una chance a questa lettura. La caratterizzazione è perfetta, ho adorato Vanessa, la voce narrante, l'ho trovata simpatica fin da subito, una ragazza che ha affrontato tanto nella vita, ma che non si abbatte. Deliziosamente ironica, determinata e tanto, tanto buona. Non stento a capire come mai Aiden si sia affezionato a lei. Aiden è un po' come me. Non parla spesso, non è un tipo semplice da comprendere e non esprime facilmente i suoi sentimenti; ma ciò non significa che non ne provi o che non li esprima in modo alternativo. O che non si senta solo, o abbandonato o frustrato o innamorato. Possiede quest'aura intorno a sé che rende difficile ignorarlo. Cosa che non riuscirà a voi lettori proprio come accade a Vanessa. Come dicevo, la loro relazione si sviluppa nel lungo periodo, attraverso incomprensioni e piccole concessioni che rendono il tutto dolce e intenso e vivace. Unico, come ogni storia d'amore che si rispetti. Un piccolo appunto devo farla alla traduzione, in alcune parti presenta dei termini davvero strani e inappropriati (appare una certa pipa, che io... boh?) e alcuni refusi, che potrebbero dare fastidio; a parte questi dettagli tecnici, vi consiglio di leggere il libro e di farvi ammaliare da una storia d’amore diversa dalle solite. Vera, piccola e preziosa.
Quattro stelle e mezzo

5 commenti:

  1. Ciao! Questa storia mi ricorda un pochino il film "Two weeks notice" con Hugh Grant e Sandra Bullock… sembra carina comunque :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao Rosa, questo lo leggerò sicuramente. Ho letto solo recensioni positive a riguardo e la tua mi ha convinta ancora di più. Buon fine settimana 😄

    RispondiElimina
  3. Sinceramente non mi aspettavo il fatto che avresti letto questo libro ma con questa bella recensione mi hai convinto. Io personalmente sono una di quelle che odia proprio gli insta-love, mi passa giusto se la storia diventa bella. Adoro anche le scene hot ma se non ci sono non ho alcun problema (qualche volta :). Mi hai incuriosito molto sul personaggio di Aiden, ma mi preoccupa il fatto di capitoli dedicati alle riflessioni. Sono pesanti? Perché sai che io le odio se sono troppe 😂

    RispondiElimina
  4. Ecco adesso per colpa tua ho un altro libro in lista

    RispondiElimina
  5. aaaaargh ROSA! Non dovevo leggere questa recensione.
    Sono combattuta perché da come lo hai descritto sembra bellissimo, però...lo sai il mio rapporto con il romance, no? SIGH T_T
    mi sa che comunque scaricherò l'estratto!

    RispondiElimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...