giovedì 19 luglio 2018

Review Party: "Imperfetto" di Sagara Lux


Ben ritrovati, lettori! Ma che caldo faaa... affrontiamolo con i piedi a bagno (nel mare, nella piscina o anche sono nella vasca da bagno) e il naso nei libri. Oggi, in particolare, vi parlo dell'ultima fatica di Sagara Lux, o forse sarebbe meglio dire la prima, dato che si tratta della prima opera dell'autrice rivisitata e pubblicata il 13 Luglio scorso. Con Imperfetto, Sag abbandona le atmosfere tipiche del dark romance per raccontarci una storia ugualmente intensa e appassionante, ma in ambito più leggero. Venite all'UCLA a conoscere Daniel e Valery, un duo che fa delle proprie imperfezioni un punto d'unione e forza.

Imperfetto
di Sagara Lux
Self-publishing
Genere New-Adult
Euro 2,99 (ebook)
Uscita 13 Luglio 2018
Acquistalo su AMAZON

Daniel Crowne è l’uomo perfetto.
È affascinante, metodico, organizzato e sta per ricevere la proposta che gli cambierà la vita.

Quello che non si aspetta è di dover condividere l'occasione con una ragazza che non ha mai visto, ma che a quanto pare tutti sembrano conoscere.

Valery Tutcher è tutto fuorché perfetta.
È irriverente, disordinata e testarda. Ha un carattere indomito e una visione molto precisa della realtà delle cose. Al contrario di Daniel, da sempre abituato a muoversi in un mondo fatto di limiti, non ha regole. Non ha tentennamenti.
E non ha alcuna intenzione di rendergli le cose facili.


"Emozionante e bellissima".
"Una storia fuori dal comune, che non ti lascia andare via".
goodreads
Sarò sincera, come sempre: i primi capitoli mi stavano facendo disperare, temevo davvero che alla fine avrei dato una valutazione negativa al romanzo. Ho sentito una forte antipatia a pelle per Daniel, per quel suo essere quadrato, preciso e soprattutto incurante delle altre persone. E Valery, dopo la prima apparizione in cui ci dà un assaggio del suo carattere peperino, invece mi incuriosiva, ma non così tanto come volevo esserlo. Ero in crisi: vuoi vedere che Imperfetto sarebbe stato il primo libro della Lux a non convincermi? Ho lasciato passare qualche giorno, prima di continuare la lettura e da un certo momento in poi, qualcosa è cambiato per il meglio, anche se mi sento di dire che quello tra Daniel e Valery non è un rapporto tipico dei new adult ambientati al college. Il che non è ovviamente un male.

Quando il professor Rubens assegna un progetto speciale a Daniel Crowne e a Valery Tutcher, entrambi sanno che si tratta di un'opportunità unica. Per Daniel, significherebbe il primo passo per l'indipendenza totale, lontano dai suoi genitori, che sono tutta apparenza e zero sostanza, e dalla pressione di essere "il figlio di...", che lo ha aiutato ad arrivare dov'è ma da cui il ragazzo non vede l'ora di liberarsi. Le ambizioni di Valery invece sono più difficili da leggere, ma Daniel sa dal primo incontro, dal primo momento in cui posa gli occhi su di lei, che collaborare con quella ragazza, piccola, nera e potenzialmente pericolosa, non sarà una passeggiata in discesa.

Pareva che tutto, in lei, fosse stato appositamente creato per minare il suo autocontrollo e non poteva accettarlo.

Se la vita di Daniel è perfetta così com'è, con orari scanditi, abitudini precise e una dedizione e impegno totale allo studio e al lavoro, quella di Valery è tutto l'opposto: lei arriva sempre in ritardo, è sempre con l'aria di chi si è appena alzato dal letto e ha indossato i primi vestiti che ha trovato sulla strada. Lui è il ragazzo perfetto, ricco, colui che guarda gli altri dall'alto in basso, con un futuro perfetto già spianato davanti a lui; lei invece è trasgressiva, impulsiva, pronta a dire sempre la sua e a mandare a quel paese chi non la apprezza per ciò che è. Due opposti, appunto. 
Ma in  questo caso non vale la regola ciò che vedi è quello che prendi. Si sa, l'apparenza inganna, e il primo a capire di aver sbagliato a giudicare Valery è proprio Daniel. Quella ragazza non è come le altre, non è inquadrabile, non è mai prevedibile e lui non sa come prenderla e soprattutto, non ha la più pallida idea di come reagire alle sue provocazioni continue... provocazioni che con il passare dei giorni lo destabilizzano e lo accendono come la capocchia di un fiammifero sfregata su qualcosa di ruvido.
Valery è... be', lei è una tipa imprevedibile. Non sai mai cosa dirà o farà, però una cosa è certa: lei è viva, istintiva, una fiamma viva che attira Daniel come una falena. Lui sa che se si avvicina lei lo brucerà, o  forse anche peggio, ma è impossibile voltare le spalle e andarsene. Nonostante gli spigoli contro cui Daniel è andato a sbattere fin dal principio.

Non erano amici, ma c'era comunque qualcosa di enigmatico che li legava, che li spingeva l'uno contro l'altro di continuo; per schernirsi, per sorprendersi e stringersi così forte da far sentire loro, attraverso il dolore e la rabbia, la vita e la passione che avevano sempre cercato altrove - chi nello studio e nella perfezione, chi nella propria diversità e indipendenza.

Imperfetto è un concentrato di fuoco e paure e sfide a viso aperto, che ci ricorda che la perfezione non esiste, e che essere imperfetti non è un peccato, se significa essere se stessi, liberi da vincoli e catene che opprimono l'animo e il cuore. Però, a malincuore, devo ammettere di non essere rimasta soddisfatta al cento percento. Credo di aver sentito la mancanza di quel quid in più, tipico delle storie raccontate da Sagara, o forse quel qualcosa c'era, ma purtroppo ammetto che non mi ha colpito più di tanto. Certo, gli scontri/incontri tra i protagonisti, tolti i primi capitoli, sono intriganti da leggere e avvincenti, però mancava qualcosa, che non ho ancora ben capito cosa doveva essere. 
Avrei voluto vedere i due protagonisti in contrasto diretto, e non solo raccontato, con il loro passato, con i genitori, le famiglie le scelte e le aspettative che li hanno resi ciò che sono adesso e così diversi l'uno dall'altro. Ho sentito la mancanza di altri ambienti e relazioni diversi da solo loro due in cui farli muovere, benché siano presenti i migliori amici di entrambi, Chris per Daniel e Demo per Valery, in qualità di confidenti e ostacoli/promotori. Demo, in particolare, ha catturato la mia attenzione, per quei suoi muscoli, tatuaggi e la stazza che danno l'impressione di un uomo forte, determinato e imbattibile, quando all'interno è fragile come tutti gli altri. Non mi dispiacerebbe leggere ancora di lui *fa l'occhiolino all'autrice*. 
Per il resto, comunque, ritroviamo lo stile di Sagara che adoro leggere, sempre accattivante, scorrevole e intenso nei momenti clou, un'immersione totale e ammaliate delle emozioni calde e fredde del cuore e di due spiriti uniti dalle proprie imperfezioni. La caratterizzazione è ben curata, e non c'è nessuno stacco improvviso che rende Daniel un ribelle e Valery una ragazza tranquilla. L'opposto, semmai.  Imperfetto non sarà, per me, il miglior romanzo di Sagara Lux, ma è un romanzo che comunque mi sento di consigliare a chi ha voglia di una storia intensa, diversa dai soliti new adult collegiali. 
Tre stelle e mezzo

premi


a Rafflecopter giveaway


L'AUTORE
Sagara Lux crede nelle seconde occasioni, benché la vita non gliene abbia mai concesse.
Non ama parlare di sé, ma ama scrivere e dare a vita a personaggi capaci di colpire stomaco e cuore insieme.






2 commenti:

  1. aspettavo il tuo parere su questo libro che sulla carta sembra essere fatto apposta per me, io amo le persone imperfette soprattutto quando sono in contrasto con quelle perfette in apparenza. Intanto ci ho provato col giveaway e segno. Ho apprezzato molto la tua onestà

    RispondiElimina
  2. Concordo con Chiara, anche a me piacciono gli imperfetti e mi hai molto intrigata. Ho già il libro in lista ma lo leggerò a tempo debito. Comprendo anche i difetti che hai incontrato e nonostante tutto non vedo l'ora di conoscere Daniel e Valery 😉

    RispondiElimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...