mercoledì 23 aprile 2014

Topic Book #1: Futuri distopici


Topic Book è la rubrica settimanale in cui scelgo un tema e vi elenco alcuni libri che ne parlano.

Ciao a tuttiii, nuova rubrica sul blog, come vi avevo anticipato ieri :D
Avete mai visto il programma Topic Trailer che va in onda sul canale Coming Soon? Beh, se non vi viene in mente o non l'avete mai visto, ve lo dico io cos'è: è un programma che per un dato argomento, topic appunto, manda in onda tutti i trailer dei film che parlano del tema scelto. Ad esempio se il topic è gli zombie, allora via libera ai film che parlano di zombie. Insomma, semplice e intuitivo no? Bene, applichiamo lo stesso principio ai libri, ed ecco che nasce nella mia testolina Topic Book ^,^

Ogni settimana sceglierò un topic e vi indicherò un minimo di cinque titoli che girano intorno all'argomento, favorendo i libri che ho letto o che desidero leggere e cercando, dove possibile, di toccare tutti generi letterari (e non disdegnando un piccolo aiutino di Goodreads >-<). Ovviamente potete lasciarmi anche i vostri consigli librosi, facendo attenzione a che rispondano al topic.

Il tema scelto per questa settimana è futuri distopici.

- 1984 di George Orwell.
L'azione si svolge in un futuro prossimo del mondo (l'anno 1984) in cui il potere si concentra in tre immensi superstati: Oceania, Eurasia ed Estasia. Al vertice del potere politico in Oceania c'è il Grande Fratello, onnisciente e infallibile, che nessuno ha visto di persona ma di cui ovunque sono visibili grandi manifesti. Il Ministero della Verità, nel quale lavora il personaggio principale, Smith, ha il compito di censurare libri e giornali non in linea con la politica ufficiale, di alterare la storia e di ridurre le possibilità espressive della lingua. Per quanto sia tenuto sotto controllo da telecamere, Smith comincia a condurre un'esistenza "sovversiva".

- Unwind di Neal Shusterman.
La seconda guerra Civile, che passò alla storia come la Guerra Morale, fu un conflitto lungo e sanguinoso, combattuto negli Stati Uniti su un'unica questione: l'accettazione o meno dell'aborto. Per mettervi fine, venne approvata una serie di emendamenti nota come Legge sulla Vita, che accontentò sia lo schieramento abortista, sia quello antiabortista. La Legge stabilisce che la vita umana è intoccabile dal momento del concepimento fino a quando un bambino compie tredici anni. Fra i tredici e i diciotto, però, i genitori possono decidere di abortire in modo retroattivo a condizione che, tecnicamente, la vita dell'adolescente non finisca. A questo scopo, tutti gli organi del ragazzo verranno impiantati in persone in attesa di trapianto, le quali manterranno una memoria del donatore. Il processo tramite cui il ragazzo viene allo stesso tempo eliminato e tenuto vivo si chiama Divisione. È una pratica largamente accettata dalla società. Connor ha sedici anni, Lev tredici e Risa quindici. Tutti e tre hanno uno stesso destino: essere Divisi. Tutti e tre vogliono sfuggire a questo destino, e sono pronti a combattere.

- Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood.
In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche, gli Stati Uniti sono divenuti uno stato totalitario, basato sul controllo del corpo femminile. Le poche donne in grado di avere figli, le "ancelle", sono costrette alla procreazione coatta, mentre le altre sono ridotte in schiavitù. Della donna che non ha più nome e ora si chiama Difred, cioè "di Fred", il suo padrone, sappiamo che vive nella Repubblica di Gilead, e che può allontanarsi dalla casa del padrone solo una volta al mese, per andare al mercato. Le merci non sono contrassegnate dai nomi, ma solo da figure, perché alle donne non è più permesso leggere. Apparentemente rassegnata al suo destino, Difred prega di restare incinta, unica speranza di salvezza; ma non ha del tutto perso i ricordi di "prima"...


- Wool di Hugh Howey.
In un futuro post-apocalittico, in un paesaggio devastato e tossico, una comunità sopravvive in una gigantesca città sotterranea. Lì, uomini e donne vivono rinchiusi in una società piena di regole che dovrebbero servire a proteggerli. Lo sceriffo Holston, che per anni ha fermamente sostenuto le leggi della città, rompe inaspettatamente il più grande di tutti i tabù: chiede di andare fuori, incontro alla morte. La sua decisione scatena una terribile serie di eventi. A sostituirlo è un’improbabile candidata, Juliette, che nulla sa di politica e di leggi, ma è un tecnico capace di far funzionare le macchine di quel fragile mondo. Ora che le è affidata la sicurezza, Juliette impererà presto a sua spese quanto è malata quella società. Perché la città è in procinto di affrontare ciò che la storia ha lasciato solo intendere e che i suoi abitanti non hanno mai avuto il coraggio di sussurrare: la rivolta.


- Il labirinto di James Dashner.
Quando Thomas si sveglia, le porte dell'ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L'unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l'organizzazione di una società ben ordinata e disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l'ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell'ascensore. Il mistero si infittisce un giorno, quando - senza che nessuno se lo aspettasse - arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di altri mezzi visibili di fuga, il Labirinto sembra essere l'unica speranza del gruppo o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire.

- Battle royale di Takami Koushun.
Repubblica della Grande Asia dell'Est, 1997. Ogni anno una classe di quindicenni viene scelta per partecipare al Programma; e questa volta è toccato alla terza B della Scuola media Shiroiwa. Convinti di recarsi in una gita d'istruzione, i quarantadue ragazzi salgono su un pullman, dove vengono narcotizzati. Quando si risvegliano, lo scenario è molto diverso: intrappolati su un'isola deserta, controllati tramite collari radio, i ragazzi vengono costretti a partecipare a un "gioco" il cui scopo è uccidersi a vicenda. Finché non ne rimanga uno solo...



- Starters di Lissa Price.

Los Angeles, tra qualche anno. Callie ha visto morire i suoi genitori quando una terribile pandemia globale ha decimato la popolazione tra i venti e i sessant'anni. Si ritrova così a lottare per la sopravvivenza in un mondo devastato dalla guerra e dalla fame, in cui gli adolescenti combattono per un futuro che non esiste più e gli anziani sognano un passato che non tornerà mai. Con lei, in questa battaglia disperata, solo il fratellino malato Tyler e l'amico di sempre Michael. Determinata a non arrendersi, Callie si rivolge alla Prime Destinations, un'ambigua società di Beverly Hills, che promette facili guadagni ai ragazzi rimasti soli, come lei. Callie sa che dietro la facciata di assoluta rispettabilità della Prime Destinations si nasconde un terribile segreto: la società affitta il corpo degli adolescenti ad anziani desiderosi di rivivere emozioni ormai dimenticate. Ma Callie ha bisogno di soldi e accetta. Firma un accordo con la Prime Destinations e si lascia impiantare un neurochip nella testa. Qualcosa però va storto. Callie si risveglia prima del previsto, nel bel mezzo di una vita che non le appartiene. Quella della donna che ha affittato il suo corpo. All'improvviso, è ricca, immensamente ricca. E felice. Possiede una casa in riva al mare, guida un'auto costosissima ed è fidanzata con l'affascinante nipote del senatore. A Callie sembra di vivere in un sogno. Almeno fino al momento in cui scopre di essere intrappolata in un gioco più pericoloso di quanto avrebbe mai immaginato...
Allora ho incluso il romanzo di Orwell, 1984, perché è il primo romanzo di genere distopico e non si può non leggere se vi piace il genere, Unwind è spettacolare, ed è un vero peccato che abbiano interrotto la traduzione della serie che vede altri due titoli. Wool l'ho appena letto e mi è piaciuto moltissimo, sto scrivendo la recensione che posterò tra qualche giorno, mentre sono curiosa di leggere Il racconto dell'ancella, da cui hanno tratto anche un film con lo stesso titolo, un romanzo pubblicato nel 1985 che vede la donna, e il corpo femminile, ridotto in schiavitù e legato a regole rigide. 

E infine Battle Royale che per certi versi mi ricorda gli Hunger Games (non ho nominato i libri di Suzanne Collins e la saga Divergent perché sono ampliamente conosciute).
Questi ovviamente sono solo alcuni dei romanzi che trattano il tema del futuro distopico, se volete consigliare altri titoli siete liberissimi di farlo. 

Insomma, che ne pensate di questa rubrica, vi piace? Fatemi sapere e come sempre, al prossimo post! ^.^

12 commenti:

  1. Ti odio..... adesso voglio Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood!
    Cattivaaaaaa!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ihihih Rosa colpisce ancora XD
      Daiiii, una nuova aggiunta in wish list non fa mai male ^.^

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Ma si, ho SOLO 65 titoli in lista...... ahahahahahahahahahah

      Elimina
    4. E con questo sono 66 ^.^ non ti puoi certo lamentare che non hai niente da leggere ahahahah XD

      Elimina
    5. certo... ma dove li metto gli altri 80 che ho a casa?? XD

      Elimina
  2. Ciao Rosa ^^
    ti ringrazio di aver inserito il mio banner tra i tuoi affiliati! Io sto facendo lo stesso (solo che vedrai il tuo tra un paio di minuti, la pagina è ancora in lavorazione!).
    Questa rubrica mi piace tantissimo *__* e poi io ho un debole per i distopici!
    Sono tutti nella mia wishlist e non vedo l'ora di leggerli *__*
    come distopici io ti consiglio Immortal Rules - regole di sangue, Cinder, L'angelo caduto, I segreti di Coldtown e Schegge di me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace molto il tuo blog, grazie per il banner ^.^
      Sono contenta che ti piaccia la rubrica :D I segreti di Coldtown credo sarà la mia prossima lettura e Schegge di me è in wish list!
      Immortal rules mi ricordo di aver visto la cover, gli altri due invece non li conosco proprio :/ mi informerò :)

      Elimina
  3. Ciao! ^__^
    Il tema in questione l'ho sempre trovato molto affascinante, sia nei libri, che nei film che nei videogiochi.
    Tra questi mi ispira particolarmente "Il labirinto" (che mi ha fatto pensare un po' al videogioco Portal), e naturalmente "1984" di George Orwell, che devo assolutamente leggere, me lo sono ripromessa già da un po'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te :) anche a me piace molto "Il labirinto", ne hanno tratto anche un film anche se non so se sia già uscito in Italia...Orwell è da leggere sicuramente, io però non sono riuscito a finirlo, inquietante e opprimente o.o

      Elimina
  4. ciaaaao <3
    ah, adoro questo tema :3
    1984 l'ho letto, ed è stato semplicemente meraviglioso. Gli altri non li conosco, ma i più che mi hanno incuriosito sono sicuramente il racconto dell'ancella (aggiunto subitissimo alla wishlist) e Battle Royale che già conoscevo. Praticamente avevo letto che da lì è stato ispirato Hunger Games (infatti ci somiglia molto come tema di base) :3 anche quello dev'esser bello, anche se leggermente macabro :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaoo Eli ^.^
      sai 1984 non sono riuscita a finirlo...mentre sono curiosa di leggere anche io Il racconto dell'ancella e Battle Royale, che mi sembra sia più crudo e sanguinario rispetto a Hunger Games :)

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...