venerdì 6 febbraio 2015

Recensione: Parlami di te - Monique Scisci

Parlami di te 
di Monique Scisci 
Rizzoli - Collana You Feel 
Anno 2014 
Pagine 136 

Ci si può innamorare di qualcuno senza averlo mai visto?
Accusata di plagio, l’autrice di bestseller Sofia Leone cade in una profonda crisi personale e professionale e decide di allontanarsi per un po’ dalla scena. Una sera, però, scopre un concorso letterario in rete e rimane particolarmente colpita dal racconto Parlami di te di Christophe Martin. Come in un gioco senza regole e confini i due iniziano una relazione a distanza “virtuale e letteraria”, che notte dopo notte si trasforma in qualcosa di molto più reale e passionale. Christophe è perfetto, la capisce in tutto, ma come reagirebbe se sapesse che dietro quel nome di fantasia, Becca, si nasconde una delle più famose scrittrici del momento? La situazione precipita la sera di Natale quando Sofia riceve la foto di Christophe.
Ma in amore l’unica regola valida è che non esistono regole. Tutto è possibile, basta solo crederci. Un romanzo di cui vi innamorerete subito.

Parlami di te è il primo scritto di Monique Scisci che leggo, autrice che probabilmente conoscerete per l'urban fantasy L'ampolla scarlatta e il suo seguito Il segreto dell'Ordine. Come prima impressione direi che è stata abbastanza positiva, questo è un romance che si legge con piacere e che mi ha convinto molto per alcuni aspetti, un pò meno per altri.
La protagonista è Sofia Leone, una famosa scrittrice che dopo esser stata accusata di plagio attraversa un periodo buio, e la voglia mettersi a scrivere le è totalmente passata, tant'è che neanche si avvicina più al pc. Succede però che grazie a Valeria, la sua amica e assistente, legge per caso un racconto, intitolato Parlami di te e la storia e quelle parole le risvegliano inconsciamente qualcosa dentro.
Sofia si ritrova a pensare sempre più spesso a Christophe Martin, l'autore del racconto, tanto da volergli parlare e conoscerlo meglio. Con un account falso lo contatta e tra messaggi, email e telefonate, Sofia e Christophe si conoscono e diventano amici, legano soprattutto grazie all'amore in comune per la lettura e scrittura. I due infatti cominciano quasi per caso anche a collaborare insieme nella stesura di un racconto che pian piano si trasformerà in un vero e proprio romanzo. Fino a quando però Sofia non prende finalmente coraggio e si presenta all'agriturismo di proprietà di Chris, spinta non solo dal desiderio di vederlo dal vivo ma anche di mostrarsi apertamente, senza il filtro di una account fasullo.


Quella storia, scritta così bene, colpiva il lettore travolgendolo in un vortice di desiderio e turbamento. Lo attirava, lo catalizzava e lo lasciava senza fiato fino all’ultima riga. Chi era Christophe Martin? Per il resto della serata non riuscì a pensare ad altro. Mentre tagliava le zucchine ripeteva i passi di quella storia magica. Vedeva le immagini che si susseguivano come diapositive nella sua testa, dava un volto ai protagonisti, sentiva la forza delle emozioni sprigionate dalle semplici parole. Cenò con il tablet di fianco al piatto, scorrendo su e giù per rileggere e memorizzare.


L'autrice ha fatto un buon lavoro di caratterizzazione, poichè ha reso la sua protagonista "vera", con difetti e pregi, una donna che scopre di non aver mai dato una vera opportunità all'amore, accontentandosi di relazioni vuote e poco importanti e concentrandosi invece sulla sua carriera. Mi è piaciuto molto curiosare nel dietro le quinte del suo lavoro di scrittrice, mostrando non solo quella che tutti gli scrittori si ritrovano almeno una volta nella vita ad affrontare, ossia la paura da pagina bianca, ma anche il turbamento che spesso e volentieri affligge la menti creative, i dubbi che quello che si stia creando non valga nulla e che si stia perdendo solo tempo inutilmente.

L’amore è una cosa strana. Improvvisamente ti travolge lasciandoti senza fiato. Arriva quando meno te lo aspetti e, soprattutto, quando ormai non ci speri più. Per caso sollevi gli occhi al cielo, scorgi una stella e il tuo mondo comincia a ruotare attorno a lei come se fosse l’unica fonte di vita sulla terra.

Interessante a mio parere il quadro d'insieme che ne viene fuori sul mondo editoriale di oggi, sicuramente cambiato rispetto a qualche anno fa. Infatti ha assunto notevole importanza l'influenza dei social network come Facebook, che ha reso più facile la connessione tra autori, le case editrice e i lettori. E' una cosa che sperimento io stessa tutti i giorni come lit-blogger e anche semplicemente come lettrice: mi basta collegarmi dopo aver letto un libro e lasciare il mio parere positivo o negativo allo stesso autore o alla casa editrice che l'ha pubblicato. Invece mi ha delusa il finale, mi è sembrato troppo affrettato e mi ha fatto venire in mente certi finali delle commedie romantiche, dove uno dei due innamorati fa un gesto eclatante per dimostrare i proprio sentimenti all'altro. Per carità, vanno benissimo, ma in questo contesto l'ho trovato fuori posto: e tutti i problemi che parevano insormontabili a metà narrazione? La differenza di età tra Sofia e Christophe, il problema del libro scritto a quattro mani, viene tutto risolto così semplicemente perchè si. Inoltre, questo è il primo ebook della collana YouFeel che leggo e non ho potuto fare a meno di notare qualche refuso antipatico. Nonostante questi difetti però, Parlami di te è comunque una storia piacevolissima che con qualche accorgimento secondo me avrebbe potuto essere un romance con quella marcia in più utile per distinguersi dalla massa.
Tre stelle

8 commenti:

  1. Mi sembra molto carina questa storia. Cioè la trama mi ha attirato fin da subito però io leggo pochissimi ebook e libri che contengono poche pagine perché trovo sempre che manca qualcosa. Comunque interessante davvero e poi la collana della Rizzoli sta dando tantissime opportunità alle nostre autrici ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, infatti contenta che la You Feel abbia il merito di dare un opportunità alle autrici italiane di espandere il loro pubblico. La storia di per sè è molto carina, se riesci dalle una opportunità ^-^

      Elimina
  2. Mi incuriosisce, ma non tanto da volerlo subito leggere... Vedremo tra qualche tempo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Okay, fammi sapere poi, che sono curiosa.. :)

      Elimina
  3. Tutto sommato mi incuriosisce, penso che prima o poi lo leggerò! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu, tienimi aggiornata allora! :D

      Elimina
  4. La storia sembra davvero molto carina e l'idea di base la trovo originale ed interessante.. peccato che il finale non ti sia piaciuto molto :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il finale proprio non mi è andato giù, peccato u.u Mentre il resto della storia l'ho trovata carinissima e anche originale si ^^

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...