mercoledì 11 febbraio 2015

Topic Book #24: I Love Rugby


Topic Book è la rubrica settimanale in cui scelgo un tema e vi elenco alcuni libri che ne parlano.


Buondì miei cari booklovers :3
Oggi un Topic Book specialissimo, ci tenevo davvero tanto a farlo, e finalmente ho trovato l'occasione giusta! Questo perchè il weekend scorso è cominciato l'RBS 6 Nazioni, il più importante torneo internazionale di Rugby a 15 dell'emisfero settentrionale. Le partite vengono trasmesse in chiaro su DMax Italia, e io vi consiglio di seguirle, sono spettacolari! La Nazionale Italiana purtroppo non è partita benissimo, nella primo incontro con l'Irlanda ha perso 3 a 26, ma non disperiamo, possiamo farcela!!! Se dopo aver visto le partite vi viene voglia di leggere qualcosa ispirato a questo sport, beh, ecco i miei consigli :D

  
Il tema di questa settimana è I love Rugby.

Un amore ovale di Sabrina Parodi.
Dopo un lungo matrimonio, Fosca si separa dall’affermato e ricco avvocato Leonard Kenneth che ha sposato giovanissima: dieci lunghi anni in una gabbia dorata ed ora, finalmente libera, riprende le fila della sua vita per ricominciare tutto daccapo. Lascia, così, la sua città natale, Londra, e si trasferisce a Newbridge (Galles) dove vivono i suoi amici di sempre, Anna e Matt. Fosca è una trentenne goffa, la cui sfrenata propensione alle brutte figure la catapulta spesso in situazioni di una comicità imbarazzante. Suo malgrado e quasi a forza si ritroverà proiettata nel mondo del rugby dove c’è Leif ad attenderla: un giocatore professionista dalla personalità decisa e diretta - un semidio agli occhi di Fosca - che si innamorerà irrimediabilmente di lei.
Questa è la loro storia fatta di momenti comici, di situazioni esilaranti, ma anche di un’intensa passione. Lungo il cammino non mancheranno gli ostacoli, perché Fosca non è perfetta, tutt’altro; è una donna come tante con paure e dubbi, ben lontana quindi dal classico modello di eroina da romanzo e forse per questo così vicina a noi che a volte ci comportiamo da Wonder Woman, ma dentro siamo ancora fragili ed insicure. Fosca vuole comunque una seconda occasione, vuole questo amore meraviglioso e Leif non si lascerà sfuggire la “sua piccola donna”: andrà avanti a testa bassa pronto a placcare la vita proprio come se fosse su un campo da rugby

Un cuore ovale di Miriam Tocci.
Con un matrimonio fallito alle spalle e un presente precario fatto di mille lavori per sbarcare il lunario, Serena non ha una vita facile. Ma le ferite del passato non hanno cancellato il suo grande sogno: ristrutturare il vecchio casale di famiglia e aprire un'attività tutta sua in mezzo alla natura. Con tutti questi pensieri per la testa, non c'è tempo da perdere in flirt: così quando al pub in cui lavora incontra Francesco, giocatore della nazionale italiana di rugby, non fa caso alle sue attenzioni. Quello che non può immaginare è che nel giro di poche ore lo rivedrà. E non al pub, ma in una clinica veterinaria dove lei opera come assistente e dove Francesco porta una cagnolina ferita, raccolta sul ciglio della strada. Serena non è immune al fascino del bel rugbista e rivederlo in veste di salvatore di animali lo rende ancora più attraente ai suoi occhi. Ma con tutte le donne che girano intorno ai campioni, è convinta di non avere speranze. Invece Francesco da quella sera non ha in testa altra meta… Una romantica, tenera, emozionante partita a due da gustare anche dopo il Terzo Tempo

Ama il tuo nemico. Nelson Mandela e la partita di rugby che ha fatto nascere una nazione di John Carlin.
Uscito dal carcere, dopo ben ventisette anni, Nelson Mandela ha ancora di fronte a sé il nemico contro cui ha lottato tutta la vita: l'apartheid. La sfida più difficile è unire ciò che la storia ha diviso e fare del suo Paese una vera nazione. Nel 1994, alle prime elezioni a suffragio universale, Mandela trionfa. Il Sudafrica è fatto, restano da fare i sudafricani. "Madiba" si inventa la più audace e improbabile delle scommesse: usare il rugby, lo sport dei bianchi, per unire una volta per tutte i sudafricani. Gli Springboks, l'orgoglio della minoranza afrikaner, sono per la maggioranza nera solo una squadra per cui tifare contro. Mandela intuisce ciò che nessun altro è in grado di vedere: «Se non potete parlare alle loro menti, parlate ai loro cuori». Così il Sudafrica ottiene l'organizzazione della Coppa del mondo del 1995, e inizia il miracolo. Gli Springbocks collezionano vittorie, e il Paese intero si innamora. Il 24 giugno, nella finale gli All Blacks, fronteggiano la squadra neozelandese più forte del mondo. Mandela siede in tribuna mentre sessantaduemila tifosi, per la maggior parte bianchi, acclamano il suo nome. E al coro si uniscono davanti alla tivù i milioni di neri delle township. Contro ogni pronostico gli Springboks realizzano il punto decisivo e coronano il sogno del loro presidente: quarantadue milioni di sudafricani sono finalmente uniti dalla stessa passione. Un ritratto inedito di "Madiba", forse il più grande uomo politico della storia recente. Un racconto di sport, umanità e politica da cui è stato tratto il film "Invictus - L'invincibile", girato dalla sapiente mano di Clint Eastwood

Gioco pericoloso di Robert Westfall.
Capitano della squadra di rugby e "preferito" del suo liceo, Robert Athkinson è noto a tutti come Akker il Selvaggio, per via della forza fisica e della feroce determinazione con cui in campo si sbarazza degli avversari. Ma il rugby non è l'unico gioco pericoloso praticato da Akker: anche la sua iniziazione al sesso e ai sentimenti è densa di rischi, per lui come per Emma, la sua innamorata. Perché nessuno, nella puritana Inghilterra del 1949, potrebbe accettare la relazione tra un ragazzo di diciassette anni e una donna di trentadue, che per di più è la sua insegnante. 
La storia di un'insolita educazione sentimentale, raccontata con spietata lucidità, dà vita a un autentico, straordinario "romanzo di formazione", forse il più bello tra quelli che Robert Westall ha dedicato ai giovani adulti

Gli All Blacks non piangono. La mia vita, la mia battaglia di John Kirwan.
John Kirwan, mitica ala degli All Blacks (63 test match e 35 mete) ed ex-commissario tecnico della Nazionale azzurra di rugby, è indubbiamente una delle più celebri e celebrate figure della storia di questo sempre più popolare sport. Ma da quando nel 2006 ha dichiarato pubblicamente di aver vissuto un periodo di depressione, è diventato anche uno dei testimonial più importanti e credibili della vasta campagna di sensibilizzazione sul male oscuro che può colpire chiunque, persino di un campione di rugby all’apice del successo planetario. Colpito dalla depressione proprio durante gli anni d’oro della sua carriera sportiva, Kirwan ha dovuto affrontare un percorso molto difficile, ha dovuto imparare a chiedere aiuto e soprattutto ha dovuto trovare la forza e il coraggio per accettare le proprie paure e le proprie debolezze. Ma alla fine è riuscito a uscire dal tunnel e a tornare alla vita, a quella luce che non ha mai perso di vista, neanche nei momenti più neri. I frutti di questo percorso sono stati un bellissimo cortometraggio diretto da Julian Shaw e questo libro, clamoroso best seller in patria, che Kirwan ha completamente riscritto per l’Italia, la sua seconda patria, nella quale vive la sua famiglia.
Gli All Blacks non piangono è il racconto senza censure di una vita che per una moltitudine di persone, in Italia e nel mondo, è sinonimo di forza e di vittoria, ma che è stata più volte sul punto di autodistruggersi. E la testimonianza diretta di quella terribile esperienza diventa per tutti un’esortazione a non perdere la speranza, a non vergognarsi di cercare aiuto, a imparare a prendersi davvero cura di sé

L'ovale rimbalza male di Martin Castrogiovanni, Sergio Parisse, Gonzalo Canale.
Sembra che in campo se le diano di santa ragione, occhi pesti e nasi spaccati, ma concluso il match le squadre si rendono omaggio a vicenda, qualunque sia il vincitore, e trascorrono insieme i momenti conviviali del dopo partita. Il rugby è così, uno sport aggressivo e duro all'apparenza, ma corretto e leale nella sostanza. Le squadre si fronteggiano con vigore, ma le regole sono chiare, l'arbitro si rispetta, l'avversario pure. E il pubblico non può che comportarsi di conseguenza. Tre dei volti più noti della Nazionale azzurra di rugby, Martin Castrogiovanni, Gonzalo Canale e Sergio Parisse con Nicola Mostardini, raccontano quali sono i valori di questo sport e come ciò che vale in campo si applichi ancor meglio alla vita. Attraverso le proprie storie personali e di gioco questi tre atleti-gentiluomini ci mostrano la faccia pulita di uno sport capace di accogliere sugli spalti intere famiglie e di emozionare grandi e piccoli in nome del rispetto reciproco e della civiltà

- Perchè proprio a me di Stella Bright.
Glenna, componente dello staff tecnico della squadra di rugby dei Cardiffs, è un vero peperino, un maschiaccio. E una rossa da urlo. La sua vita viene letteralmente messa sottosopra dall’arrivo di un nuovo elemento dalla Repubblica Sudafricana: Johann Christiaan Van der Vaals. Perché le è toccata una simile punizione divina?
Da parte sua sarà guerra su tutti i fronti, sia con le parole che con i fatti. Una guerra a colpi di insulti e sì, anche di schiaffi, perché Glenna è una tremenda ragazza irlandese, testarda e bellicosa e molto, molto prevenuta verso il nuovo acquisto della squadra.
Peccato che non abbia fatto i conti con i sentimenti, la passione e l’amore. E peccato che non abbia neppure tenuto conto del ruvido fascino di Johann e dei suoi stupendi occhi da leone. Ma soprattutto non ha riflettuto sul fatto che di solito nell’acqua che non si vuol bere alla fine si finisce con l’annegarvi. 




Ho già letto e amato Un amore ovalequi trovate la mia recensione, e vi consiglio anche Perchè proprio a me, se cercate una lettura fantasticosa e frizzantina fa al caso vostro! Poi sono curiosissima di leggere sia l'autobiografia di John Kirwan, non solo perchè è stato un famoso giocatore, ma soprattutto perchè si parla di depressione e di come l'uomo ha affrontato il suo male, e anche Ama il tuo nemico mi interessa moltissimo, proprio perchè racconta la storia vista nel film Invictus, che vedrò prossimamente. 
Per oggi è tutto, e ditemi, seguite anche voi il rugby? E di questi titoli ne avete letto qualcuno? Vi ispirano?
Un bacione :*

30 commenti:

  1. Non conoscevo nessuno di questi titoli! E purtroppo non seguo il rugby (anzi, non seguo nessuno sport... Al massimo potrei essere la campionessa mondiale di "lancio della pantofola" XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, lancio della pantofola mi fa morire XD Io invece sono campionessa di salto sul divano XD Neanche io pratico sport, ma mi piace seguirlo in tv... il rugby è uno di questi ^-^

      Elimina
  2. Mi ricordavo che ti piacesse il Rugby ma non pensavo ci fossere libri che ne sono ispirati!!Non ne conosco nemmeno uno però, non seguo il rugby...seguo tantissimi sport (nonostante sia un po' pigrona..come è possibile non si sa XD) ma sport come dire, più americani??!!, non li seguo...niente rugby o baseball o basket e quelle cose lì...ecco, mi sono spiegata si???!!Boh...scusa...buahah XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ricordi bene eheh :3 Stessa cosa, tua, seguo molti sport, ma non ne pratico nessuno, io e la pigrizia siamo grandi amici! Si ti sei spiegata tranquilla xD

      Elimina
  3. bellissimi! Rosa non mi puoi fare questo...in questo periodo sono già piena di libri!!!!mi ispirano molto soprattutto quello della Bright!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ops XD Licia, quello di Stella devi leggerlo assolutamente!

      Elimina
  4. Non seguo moltissimo il rugby (anche se in famiglia lo seguono sia mio padre che mio zio), ma sto seguendo il 6 Nazioni in questo periodo :3
    Tra i libri che hai proposto sicuramente quello che mi incuriosisce di più è quello di Stella Bright e poi ho letto la tua recensione e mi sono incuriosita ancora di più!
    Inoltre mi hai dato l'idea di andare a cercare libri in cui si parla di pallavolo, che invece è lo sport che seguo con più passione ormai da un po' di anni :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, felicissima che segui il 6 Nazioni, io ho cominciato proprio così l'anno scorso! Il romanzo di Stella è una bella lettura, ti piacerà ^-^
      Uhm, libri e romanzi che parlano di pallavolo proprio non me ne vengono in mente sai? :/

      Elimina
  5. La partita è stata un vero disastro :( Speriamo che le prossime vadano meglio, anche perchè vorrei andarla a vedere allo stadio. Ho conosciuto questo sport grazie al mio ragazzo e anche se ci sono molte regole mi piace molto. Il rispetto di cui si parla anche in uno dei libri è una delle cose più belle di questo sport, andare allo stadio e vedere i tifosi tutti amici anche se di squadre diverse da speranza^^ di quelli che hai citato vorrei leggere: Perchè proprio a me. Sembra molto carino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, che peccato però U.U I Test match erano stati così promettenti...speriamo bene! Che fortunata a vederla dal vivo *o* Il fair play e il rispetto è una delle caratteristiche che più mi piace, ma anche l'unione tra i compagni di squadra e la fisicità del gioco sono elementi che fanno si che a io ami questo sport! :3 Leggilo e poi fammi sapere...

      Elimina
  6. Il rugby mi piace moltissimo! Ho letto il libro Perchè proprio a me di Stella Bright e la sua scrittura mi ha conquistato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'altra fan del rugby e di Stella!!! :D Hai letto la sua ultima uscita, Alla fine dell'orizzonte? Non c'è il rugby, ma ci sono due scozzesi taaanto carini :3

      Elimina
  7. Mi ispira tanto Perchè proprio a me !!!

    RispondiElimina
  8. Oddio, non so perché, ma non ho mai tenuto il rugby in grandissima considerazione o.o

    RispondiElimina
  9. Conoscevo soltanto Perché proprio a me e Un amore ovale proprio perché ne avevi parlato tu :)

    RispondiElimina
  10. Devo essere sincera, non sono una grande amante degli sport, soprattutto quelli di squadra, ma leggendo le trame dei libri ce ne sono alcuni che mi hanno incuriosita.
    "Perché proprio a me" sembra carino e "Ama il tuo nemico" deve essere molto toccante e interessante. Ho visto "Invictus" e mi è piaciuto moltissimo, quindi penso di dover riconsiderare il mio interesse per gli sport di squadra xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che Invictus ti sia piaciuto, io è una vita che voglio vederlo, cercherò di recuperarlo quanto prima! Perché proprio a me è un romanzo piacevolissimo che consiglio sempre, spero ti piaccia ^_^

      Elimina
  11. Non sono una persona particolarmente sportiva e ammetto che neanche il rugby mi attira più di tanto :( ma i libri che hai consigliato mi ispirano, sembrano interessanti :)
    E, sempre per rimanere in tema di rugby, c'è anche Winger di Andrew Smith, che è uno YA abbastanza simpatico e scorrevole in cui il protagonista fa parte della squadra di rugby e quindi lo sport è un elemento centrale del libro, ricorre davvero molto spesso e penso sia una delle cose che mi sono piaciute di più di questo libro (che per il resto, però, non mi ha particolarmente colpita :( ).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, Winger non lo conoscevo, grazie per l'info!
      Per il non essere una persona sportiva, sei in mia compagnia, io e lo sport non andiamo d'accordissimo, mi piace molto di più osservarlo ^_^

      Elimina
  12. Ah ma sei proprio innamorata pazza del rugby eh? ;D
    Io ogni volta che vedo giocare la nostra nazionale su rai3 perde sempre quindi non la guardo più.
    Gioco pericoloso non lo conoscevo ma va a finire dritto in lista! Deve essere mio assolutamente!!
    Senti Rose non fare più questa rubrica please >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, no la farò ancora per un bel pò ;P Eh, è vero che la nostra Nazionale non vince spesso, però a me piace guardarla *w* Se leggi Gioco pericoloso prima di me fammi sapere com'è che mi interessa!

      Elimina
    2. Ahahahah, no la farò ancora per un bel pò ;P Eh, è vero che la nostra Nazionale non vince spesso, però a me piace guardarla *w* Se leggi Gioco pericoloso prima di me fammi sapere com'è che mi interessa!

      Elimina
  13. Un amore ovale e Perchè proprio a me li ho in wishlist da quando li hai letti e recensiti tu, ma sicuramente vorrei leggere anche quello su Mandela e sull'ala degli All Blacks *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Sapevo che quello di Mandela ti avrebbe incuriosito! E anche quello su John Kirwan sembra interessantissimo! ^-^

      Elimina
  14. Non amo il rugby ma il libro perchè proprio a me di Stella Bright mi è piaciuto tantissimo **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ricordo che l'avevi letto, sono contenta che ti è piaciuto! Devi leggere anche la sua nuova uscita, Alla fine dell'orizzonte :D

      Elimina
  15. Oddio, il rugby xD argomento completamente sconosciuto per me xD quante cose si imparano con questa rubrica u.u

    RispondiElimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3