giovedì 19 febbraio 2015

Recensione: A nudo per te - Sylvia Day (Crossfire #1)

A nudo per te 
(Crossfire #1) 
di Sylvia Day 
Mondadori 
Anno 2012 
Pagine 336 
Isbn: 9788804625346

Lei è Eva Tramell, giovane neolaureata che sta per iniziare il suo primo lavoro in un'importante agenzia pubblicitaria a Manhattan. Lui è Gideon Cross, carismatico e affascinante uomo d'affari, proprietario dell'agenzia e del lussuoso palazzo in cui entrambi lavorano. Quando si incontrano, l'attrazione tra loro è istantanea e irresistibile, di quelle che non lasciano scampo. Gideon desidera Eva sopra a ogni cosa, ma rifiuta qualunque coinvolgimento sentimentale, perché non vuole mescolare sesso e amore. Eva, dal canto suo, è travolta da una passione che non pensava avrebbe mai provato, ma non accetta di farsi trattare come un semplice oggetto del desiderio o una trattativa d'affari da portare a termine rapidamente e con successo, cosa a cui lui è abituato da sempre. Entrambi devono fare i conti con un passato difficile e tormentato, e quando inizia a farsi strada un sentimento più profondo, le barriere che hanno faticosamente costruito negli anni per proteggersi rischiano inevitabilmente di crollare. Sullo sfondo della New York sfavillante dell'alta finanza, dove apparenza e ricchezza contano più di ogni altra cosa, Eva e Gideon sono costretti a mettersi totalmente in gioco e a lasciarsi andare alla loro ossessione.


Ebbene si, alla fine sono capitolata e mi sono decisa a leggere il primo capitolo della Crossfire trilogy, che da trilogy è diventata series. Sarà che mia sorella mi ha riempito la testa con Gideon Cross di qua e Gideon Cross di là, o sarà che mi ha costretta a vedere ogni trailer originale, doppiato, sottotitolato, sneak peek, teaser uno, due, tre ecc. ecc. del film 50 Sfumature di grigio, e quindi qualche neurone mi sarà morto di xD Fatto sta che alla fine mi sono convinta e mi sono letta questo romance erotico. Devo dire che a fine lettura ero proprio indecisa su che giudizio dare. Sono sicura però che Sylvia Day scrive mooolto meglio di E.L. James,  a livello di stile e grammatica è un gradino in su (anche se non ci vuole molto per scrivere meglio della James. Si, sono cattivella ;P). Tra l'altro della Day avevo letto tempo fa un romance storico, Orgoglio e piacere, che mi era piaciuto abbastanza, molto scorrevole e piacevole, quindi dovevo dare una chance ai suoi romanzi più famosi. 
Vorrei precisare che questa non sarà una recensione come le scrivo di solito, questa volta vorrei azzardarmi a fare una analisi spietata critica. A nudo per te secondo me ha pochi elementi che possono passare e tanti altri che invece ricadono nei soliti clichè e stereotipi del genere. Perciò parliamone! E occhio agli spoiler, da ora in poi ce ne saranno molti, quindi se non avete letto il romanzo non continuate la lettura.
A me gli erotici come genere non dispiacciono e leggere di sesso in modo più o meno esplicito non mi dà fastidio, ma trovo che alcuni romanzi scadano spesso nel già letto o peggio ancora nell'illeggibile! Qui la parte propriamente erotica per me è un Ni: le scene di sesso in generale sono sexy ed eccitanti, forse un pochino "esagerate" nelle dimensioni e nella grandiosità (ci siamo capite, no?), mentre altre invece sono proprio inverosimili. Niente di nuovo direte, ma se poi ci sono delle descrizioni che proprio non si possono sentire, dai! Una scena di sesso va bene se emoziona o al limite imbarazza, ma non se fa diventare rossa... dal troppo ridere però! Vi risparmio le citazioni, quella che più mi è rimasta impressa è innominabile ç__ç Bleah. C'è poi un uso spropositato dell'aggettivo "virile", che giuro se dovessi leggerlo ancora una volta potrei non rispondere di me. Ogni cosa in Gideon è virile, i capelli, il naso, la mascella, i pettorali, il sedere. Okay, è un figo da paura ed è l'incarnazione perfetta del genere maschile, ma altri aggettivi no? Passiamo oltre.
La parte romance che riguarda la relazione amorosa tra Eva Trammell e Gideon Cross aveva una buona chance di essere interessante e diversa, proprio perchè lui e lei ci vengono presentati come personaggi disfunzionali sia a livello affettivo che sessuale. Eva racconta lei stessa di essere stata abusata dall'età di dieci anni dal fratellastro, e di non riuscire a fare sesso impersonale, ma di avere bisogno di conoscere e di un minimo di legame affettivo con l'uomo con cui sta. Mentre Gideon ci appare da subito un uomo che ama il sesso, sa cosa vuole e come farlo bene, ma poi si intuisce che anche lui ha subito delle violenze di qualche tipo dato che è afflitto da incubi spaventosi e da qualche frase/indizio che pronuncia. Devo dire che la Day si è giocata bene le sue carte, perchè se di Eva sappiamo più o meno tutto, di Gideon ci lascia a bocca asciutta, c'è qualche leggero indizio qui e lì, ma se vogliamo scoprirne di più sul suo passato dobbiamo leggere i seguiti. Perciò, mettiamo insieme due persone con problematiche soggettive importanti e vediamo come interagiscono E qui c'è l'intoppo, perchè purtroppo la cosa non viene sfruttata nel giusto modo e il tutto ricade in una sequenza di stereotipi che già sappiamo. Lui che diventa geloso di qualsiasi esponente di genere maschile giri intorno a Eva, dal suo coinquilino bisex, al cugino passato a fare un saluto veloce per finire col personal trainer sposato con figli. E Eva che, nonostante lui abbia detto mille volte che il suo rapporto con lei sia diverso, tutto nuovo e unico, si ingelosisce e fa sistematicamente a pezzi la propria autostima quando incontra le ex di Gideon, o qualsiasi esponente di genere femminile, facendo confronti della serie oddio-lei-è-bellissima-e-stanno-benissimo-insieme-e-com'è-che-lui-sta-con-una-nullità-come-me.
Quello che poi proprio non sopporto è la possessione e l'ossessione. Mi danno fastidio gli uomini o le donne che si comportano al limite dello stalking, una cosa che spesso e volentieri viene fatta passare per una dimostrazione di "mi importa di te". Immancabili le battute "Tu sei mia" o "Io ti possiedo". Da ambo le parti. E lui che come uno stalker conosce vita, morte e miracoli di lei, dove abita, il numero di cellulare, la palestra e le discoteche che frequenta e via di questo passo. Non è accettabile. Perlomeno Eva si incazza, e meno male,  visto che non sopporta neanche che la madre invada la sua privacy, anche se poi però la cosa finisce lì. Mi sarei fatta andare bene anche la passione che tra loro nasce dal primissimo sguardo, può capitare che tra due scatti un alchimia sessuale sin dal principio. Quello che non posso farmi andare bene è che dopo neanche quanto, una? due? settimane di sesso sfrenato e poco tempo di "qualità", quello che si passa impegnati a conoscere per davvero l'altra persona, mi scatta l'ammmore: lei è pazza di lui e irremediabilmente innamorata, con tanto di scambi di anelli e Gideon se ne esce fuori con "Ti ho amata fin dalla prima volta che ti ho visto". Mmmh... no.
Il confronto con la trilogia delle 50 Sfumature è d'obbligo, e come dicevo prima, molto meglio la Crossfire di Mr. Grey e Miss Steele (Piccolo Off Topic: avete visto il film? Io no, e se inizialmente ero curiosa ora leggendo tutte le recensioni negative mi è passata tutta la voglia. Ho come la sensazione che il film 50 Sfumature di grigio passerà alla storia come la trasposizione più fedele al libro nella storia delle pellicole tratte dai libri. Peccato, perchè tutte le falle del romanzo sono rese ancora più evidenti, quando invece mi aspettavo un lavoro di miglioramento da parte di regista e sceneggiatore che evidentemente non c'è stato u.u). Comunque continuerò la lettura con il secondo solo perchè voglio scoprirne di più sul passato di Gideon, e qui l'autrice deve stupirmi e convincermi, perchè si confronta con altre due autrici che hanno già toccato l'argomento di uomini che hanno vissuto un'esperienza simile in modo assolutamente egregio, ossia Diana Gabaldon e J.R. Ward. Sarò inclemente... per ora assegno solo due stelline.
Due stelle

21 commenti:

  1. Devo dire che ho letto l'estate scorsa (se non mi sbaglio) ho letto la trilogia della James. La storia mi ha intrigata abbastanza, mi ha fatto passare delle ore leggere e mi ha intrattenuta.
    Ma, ovviamente, a livello letterario non credo che si possa considerare un'opera. E' scritto in modo elementare e (come fai notare anche tu per quanto riguarda "virile") le descrizioni e gli aggettivi usati sono sempre gli stessi. Insomma: scrittura no, storia e coinvolgimento ni.

    Non so se leggerò mai la trilogia di Sylvia Day, ma sono più orientata verso un no :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le 50 sfumature le ho lette per curiosità due anni fa mi pare, e si, sicuramente mi ha intrattenuta, ma come dici tu, non è questo capolavoro. Anche lì, se la storia e i personaggi fossero stati trattati in maniera diversa, approfonditi meglio, se il mondo del bondage rispecchiasse quello reale, e se lo fosse stato scritto come si deve, sarebbe stato tutta un'altra cosa! U.U
      Questa della Day non te la consiglio, a meno che tu non sia curiosa di confrontarle e/o ti ritrovi senza nulla di leggero e pochissimo impegnativo da leggere...

      Elimina
  2. E dire che volevo leggerlo perchè sembrava non essere il classico erotico, io ho solo letto le 50 sfumature e non mi sono piaciute per niente quindi non leggerò nemmeno questo >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no, questa è una delle serie erotiche che va per la maggiore >_< Passa oltre!

      Elimina
  3. AHHAHAHAHAHAHAHAHA
    Ma tu la devi smettere di farmi sganasciare!
    Adesso sono proprio curiosa di leggere questa grandiosità di cui parli HAHAHA mi hai fatta morire, ooioioi
    Ma poi l'abuso dell'aggettivo virile mi ha distrrutto la scatola della risata...quanto concordo con te! Ovunque mi giri (nei libri) trovo uomini virili e fighi pure nei peli del deretano...solo io non trovo un fico a cui abbarbicarmi..accidempolina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buahahahahahah *si rotola dalle risate*
      Ma siamo in due Dani! Mai visto nella realtà uno di quei fighi bellissimi e sexy descritti nei libri! Bah! >_<
      E per la grandiosità guarda, mi stavo sbellicando dalle risate quando l'ho letto, quando secondo me invece l'intenzione dell'autrice era che dicessi "Ooooh" XD

      Elimina
  4. Sigh! Trovare un erotico degno di questo nome è più difficile che trovare un film horror che faccia davvero paura e sia originale!! U.U''
    L'unico è ricercarlo in romanzi pubblicati nell'era pre Mr.Grey, possibilmente degli anni 70-80!
    Ti posso consigliare un romanzo poco conosciuto ma che mi era piaciuto molto: Noi che non siamo come le altre di Lucia Etxebarria, scrittrice spagnola molto chiacchierata in terra iberica! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Analogia perfetta direi! U.U Guarda l'unico "erotico" (se vogliamo definirlo così) decente che mi viene in mente è L'amante di Lady Chatterley.
      Ho letto la trama di Noi che non siamo come le altre, non l'avevo mai sentito nominare purtroppo, ma sembra davvero interessante, lo segno in wish!.

      Elimina
  5. Accidenti Rosa, questa tua recensione mi ha un po' spiazzata. Ho acquistato la trilogia (più che acquistata direi che l'ho presa gratis grazie ai buoni vodafone a dicembre) e non l'ho ancora letta! Ormai ce l'ho e quindi prima o poi, arretrati permettendo XD, la leggerò. Spero di non rimanerne troppo delusa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ti piaccia, poi sempre dipende dai gusti personali... tu fammi sapere comunque... al massimo se proprio non ti prendono li puoi sempre rivendere :D

      Elimina
  6. Risposte
    1. Se non ti sono piaciute le 50 sfumature, si, passa oltre Licia... u.u

      Elimina
  7. Rose dispiaciutissima :'(
    Per me è una delle migliori serie erotiche mai lette. Se devo dirti la verità Gideon è mooolto meglio di tanti altri protagonisti. E' vero che lui sa tutto della vita di Eva ma non le impone mai niente e le concede tutta la libertà, anche perché Eva non glielo permetterebbe mai ;D
    Più vai avanti con i libri più capirai molte cose di entrambi. Giedon è geloso ma lascia ad Eva tutta la scelta. Lei anche mi piace un casino ^-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, anche io sono dispiaciuta, ogni tanto escono fuori dei romanzi su cui la pensiamo diversamente io e te, ma va bene, è questo il bello dai :D A me proprio non ha preso, però almeno ci ho provato a leggerlo... il secondo l'ho già leggiucchiato molto velocemente saltando qualche pagina, e niente, Gideon non fa per me U.U

      Elimina
  8. Sinceramente non ho mai preso in considerazione questa serie (ma mai dire mai, eh! :P), però mi è piaciuto molto leggere la tua recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, mai dire mai nella vita eheh! Neanche io avevo intenzione di leggerla, ma mia sorella ha insistito... fammi sapere se e quando la leggerai ^.^

      Elimina
  9. mmmm non è proprio il mio genere e credo che leggendo il libro potrei avere il tuo stesso giudizio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti consiglio di lasciarlo stare e leggere qualcos'altro ^_^

      Elimina
  10. Non ho letto tutta la recensione perché non voglio avere spoiler ma dalla trama mi sembra moolto simile a Cinquanta Sfumature di Grigio! XD Poi che l'autrice scriva meglio di E. L. James non mi sorprende ahah :')
    Comunque forse gli darò una possibilità.. per quanto riguarda il film di Cinquanta Sfumature per me è stato orribile! E ho trovato ancora più bambina Anastasia (che già lo era molto...) :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che non è proprio uguale uguale, ma in qualcosina è simile alle 50 sfumature... quando lo finisci di leggere fammi sapere che ne pensi mi raccomando! Il film io ancora non lo vedo, devo essere nel "mood" giusto mi sa xD

      Elimina
  11. Ho amato la trilogia delle 50 sfumature,ancor di più ho amato il libro "grey" (la storia raccontata da Cristian). Poi mi sono imbattuta nella trilogia di silvia Day che parla di Gideon ed Eva...inizialmente lo trovavo freddo, piatto e molto simile a 50 sfumature,ma poi..devo dire che mi ha travolto...l'ho trovato fantasticooo!Molti colpi di scena che mi hanno dato la tachicardia. Devo dire che tra le 2 trilogie ho notato solo qualche punto in comune "lui fighissimo e ricchissimo e con un passato difficile" x il resto,tutto diverso! Anastasia,molto timida e inesperta,non ha un conto in banca,odia il ciobo e pensa troppo ......Eva,invece,ha avuto esperienze in passato,ama mangiare, è diretta ed è anche molto ricca.Ma entrambe nn amano il lusso,sono semplicissime e nutrono dei sentimenti folli x il loro uomo.
    Cristian grey,(tormenti e problemi apparte) ama far impazzire ana in ogni modo possibile,con ogni oggetto e modo,purché sia lui a deciderlo,x sio stesso puacere....
    Gideon invece,non permetterà mai che lei provi piacere con qualcosa che non sia lui.
    La trilogia di Silvia però è più scorrevole da leggere,diciamo che bruciano meno gli occhi....ma il mio grande amore è cristian grey... Gideon sa il fatto suo...e nel mio immaginArio lo vedo più stupendo di cristian..un vero bronzo di Riace. Per chi nn l'avesse letto,lo consiglio.A me hanno travolto entrambi.

    RispondiElimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...