mercoledì 3 giugno 2015

Recensione: Il cielo è sempre più rosa - Ledra Loi

Il cielo è sempre più rosa
di Ledra Loi
Rizzoli You Feel 
Anno 2015 
Pagine 110 
Asin: B00UXI1KY4

Il festival letterario di Positano è il momento più bello dell’anno per Zoe degli Altichieri Dorati, l’incontrastata regina della narrativa rosa, la sua agente Giovanna Banti e Penelope, presidentessa del fan club ufficiale di Zoe. Tutto procede secondo copione, ma una sera tre incontri simultanei danno una svolta imprevista alle vite delle tre amiche: le loro storie si intrecceranno indistricabilmente con quelle di Stefano Dragan – l’editor più famoso d’Italia, che non fa mistero della sua insofferenza per il romance –, del suo autore Augusto Masanova, e del famoso chirurgo plastico Marco Lancellotti, a Positano per visitare i genitori.
Chi ama i romanzi sa che gli amori possono spegnersi con la stessa rapidità con cui sbocciano. Ma segreti, inganni e pregiudizi possono minacciare quel grande amore che troviamo nei libri, e che sogniamo di incontrare almeno una volta nella vita?
La trama coinvolgente, i caratteri ben delineati, le ambientazioni suggestive e il turbinio di sentimenti vi faranno innamorare di questa storia, e vi riconoscerete nei personaggi, perché in fondo siamo tutte pazze per il romance!

Un romanzo che fin dal titolo inneggia all'amore e al romance più romantico che c'è! Eh si, perchè qui il rosa (come me eheh xD), non si riferisce solo al sentimento d'amore, ma anche al genere letterario che piace molto a noi femminucce (e che anche i maschietti, spero, non disdegneranno).
Il cielo è sempre più rosa è un romance che vede protagoniste più coppie, ben tre, ambientato nel mondo dell'editoria. Amore e libri... insomma, ci sono tutti gli elementi giusti per  ritrovarsi sotto mano una storia divertente, frizzante e romanticosa. Un pò come se le storie d'amore che leggiamo sulla carta diventassero in qualche maniera reali. 
In poche pagine Ledra Loi, pseudonimo che rappresenta due autrici italiane che hanno deciso di scrivere assieme, riesce a riassumere ben tre tipi diversi di relazioni in modo abbastanza soddisfacente. C'è l'amore a prima vista che nasce tra Zoe e Stefano, lei regina del romance e lui editor che considera il rosa un genere  per casalinghe frustrate e scrittrici con la testa fra le nuvole, (parole sue!). C'è l'incontro/scontro tra Penelope e Marco, una cotta di gioventù tra due personaggi dagli scontri verbali accesi, che inaspettatamente vedrà il suo momento per potersi realizzare. E per finire, Giovanna e Augusto, agente letterario lei e autore lui, entrambi dal carattere indomito e con lo stesso fiuto per gli affari.

 Zoe sentiva una strana euforia, proprio all'altezza del cuore. Sapeva come l’avrebbe descritta quando si trattava delle sue eroine. Ma solo nei romanzi rosa gli uomini erano esattamente ciò che le donne cercavano. Presto scoprirò che è un individuo gretto e odioso. Ma, finché dura, vale la pena di godersi il momento, pensò.

Tre coppie che, tra alti e bassi, ci faranno divertire e sospirare. E tanti punti di vista ben alternati e scritti che a volte riprendono e raccontano le stesse situazioni e vicende, stratagemma narrativo che mi piace sempre, quando è usato bene, come in questo caso, in quanto rende la narrazione più interessante e dinamica e, inoltre, consente al lettore di avere tutte le sotto trame e gli sviluppi sott'occhio.
Ma secondo voi il romance si può considerare una letteratura solo di intrattenimento, come per dire di serie B? Ve lo chiedo perchè è uno dei temi più importanti attorno a cui gira la storia. Per me ovviamente no! Non importa il genere, qualsiasi romanzo dovrebbe essere scritto con il cuore e con la voglia di raccontare una storia, sia essa d'amore, d'avventura, un giallo o un fantasy. Sarà proprio la regina del romance, Zoe degli Altichieri Dorati, a dimostrare, non solo alle sue beta readers e a tutte le sue fans, ma anche ai detrattori e in particolare a  Stefano, che uno scrittore di qualità può anche scrivere solo romanzi d'amore.
Lo stile è piacevolissimo, molto fluido e sicuramente questo romanzo rientra nella categoria di quelle letture leggere che danno quello che prometto, lasciando soddisfatto il lettore nonostante la brevità, visto che si tratta di cento pagine e poco più. Ovviamente ve lo consiglio!
Tre stelle e mezzo

16 commenti:

  1. Il romance non è assolutamente una lettura di intrattenimento! Io ormai ci vivo, mi angoscio per le storie e mi innamoro perdutamente dei protagonisti maschili. Alcuni sono più intensi, altri più leggeri, e altri ancora divertentissimi. Insomma io amo il romance e per me mai sarà di serie B. Ma come dici tu quale genere lo è?
    Questo libro mi sembra carinissimo... ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *applaude* Bellissime parole Vi, non avrei saputo dirlo meglio! :D

      Elimina
  2. Complimenti per la recensione! :) E sono d'accordissimo con quello che dici sul bravo scrittore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks! Sono felice che concordi :D

      Elimina
  3. secondo me non esistono libri di serie b....sembra una storia carina ma non mi interessano le storie con più coppie di protagonisti....peccato

    RispondiElimina
  4. Guarda, Rosellina (ti offendi se ti chiamo cosí? *.*), non esistono i libri di serie A e di serie B. Dietro ad ogni libro c'è una persona con una passione che ci ha messo il cuore per arrivare a dei potenziali lettori. Ad esempio, io non leggo i libri erotici ma non li considero per niente libri inutili. I gusti son gusti. Questi e i romance sono generi che hanno "schifato" i lettori in generale perché dominano il mercato letterario, anche se ora emergono i dispotici e poi come ogni mercato: si va anche a periodi ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non mi offendo mica, in pratica non so perchè a tutti quelli che conosco dopo un pò viene di chiamarmi Rosellina, perciò vai tranquilla :D
      Esatto, ci sono persone che tendono a diversificare in base al genere, non tenendo conto che se un libro è scritto come si deve non importa a che genere appartenga.... i gusti personali poi sono un'altra cosa, come dici tu giustamente ^_^

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. Molto interessante! Adocchio sempre questi titoli mini della Rizzoli.. cercherò di recuperarlo! E molto bella la recensione, Rosa! *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stesso anche io Ila, li trova sempre davanti e secondo me sono delle lettura carinissime :3 Grazieee e fammi sapere se lo leggi!

      Elimina
  8. Non penso che il romance sia una lettura di serie B.. anche perché penso che non ci siano letture di serie B, ci sono tanti generi e ognuno ha i suoi gusti ma non trovo gusto considerare inferiori certe letture rispetto ad altre solo perché il genere magari non è nelle nostre corde :)
    Il libro comunque sembra carino.. e le cover di questa collana mi mettono sempre allegria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, il rispetto è la parola chiave, anche nel mondo della lettura ^_^
      E' un romanzo mooolto carino, lo consiglio! Hai ragione, la cover sono sempre coloratissime :3

      Elimina
  9. Non lo so. Non è sicuramente il mio genere preferito.
    E devo dire che chi studia le copertine non li favorisce neanche. A vederlo in una libreria non lo avrei degnato di uno sguardo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, i gusti personali non si discutono, se non ti piace non ti piace, ma ovviamente c'è anche il rispetto per chi quel genere lo legge e lo scrive ^^
      Si, è vero alcune volte le cover non sono per niente invitanti, (questa nello specifico a me piace molto :3), ma potremmo dire che vale per tutti i genere letterari! Quante volte troviamo dei thriller che hanno le cover più o meno simili?

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...