sabato 27 giugno 2015

Recensione: L'eroe dimenticato | L'eroe ribelle - Suzanne Brockmann (Troubleshooters #1, #2)

L'eroe dimenticato
(Troubleshooters #1) 
di Suzanne Brockmann 
Leggereditore 
Anno 2014 
Pagine 471 
Isbn: 9788865084724

Tom Paoletti, tenente della marina americana, è in congedo dopo una missione in cui ha riportato un grave trauma cranico. Rientrato nella sua città, s'imbatte in un terrorista a cui dà la caccia da anni, ma i suoi superiori sono convinti si tratti solo di una delle allucinazioni che lo colpiscono ultimamente. Sospettando un attentato in occasione di un'importante cerimonia cittadina, Tom decide di mettere in piedi una squadra antiterrorismo, reclutando alcuni dei suoi sottoufficiali più leali e due burberi veterani della Seconda guerra mondiale. Come se non bastasse, la dottoressa Kelly Ashton, il suo primo amore, è determinata a dimostrargli che non è più la 'ragazza della porta accanto' cui ha spezzato il cuore anni prima. Anche se nella sua determinazione c'è la stessa irresistibile dolcezza di sempre... 
Il primo volume della serie Troubleshooters, un romance in cui storie d'amore, amicizia e lealtà si intrecciano a un thriller carico di suspense.
Era da moltissimo che volevo leggere i primi due romanzi della serie Troubleshooters, serie romantic suspense di Suzanne Brockmann, autrice venerata e osannata dalle lettrici appassionate di romance. E la scorsa settimana mi sentivo ispirata e così l'ho letto, anzi sarebbe meglio dire divorato, seguito a ruota dal secondo, per un totale di due libri in tre giorni. Ciò che mi ha catturato all'istante è stato in primis lo stile scorrevole, accattivante e spesso ironico dell'autrice, tant'è che in alcuni momenti mi ha ricordato la scrittura di J.R. Ward, e già questo basta e avanza per me. I personaggi si fanno ricordare, ben caratterizzati, umani in pregi e difetti. E poi di sicuro il fatto che le storie raccontate siano un mix di romance a tratti sensuale, action da cardiopalma e un pizzico di thriller, appassiona il lettore e rende davvero difficile anche solo pensare di chiudere il libro. Una cosa che poi non mi sarei aspettata sono le varie sottotrame che muovono la storia, e se di solito dà fastidio interrompere la lettura di una trama per passarne a una secondaria con il nuovo capitolo, con la Brockmann non accade perchè riesce a rendere interessanti anche le subplot, e noi lettori siamo presi dalla frenesia di sapere cosa succede lì e cosa succede là. Insomma una droga!
In L'eroe dimenticato ad esempio abbiamo ben tre trame, tutte ben intrecciate e come dicevo ugualmente intriganti. Essendo poi  il primo della serie fa anche da apripista e introduce sommariamente tutti i personaggi che saranno poi i protagonisti dei volumi seguenti. Tutto parte però con un personaggio, il tenente Tom Paoletti, comandante della Sedicesima squadra dei SEAL. Non vi avevo detto infatti che i protagonisti appartengono alla forze Speciali della Marina Militare degli States? No? Ops. 
Ora lo sapete. E sapete come si dice, il fascino della divisa ecc ecc... beh Paoletti e compagni sono sexy e affascinanti con e senza divisa, fidatevi.
Dopo essere rimasto ferito alla testa durante una missione,
Tom torna a casa a Baldwin's Bridge in licenza per un mese dal prozio Joe, dalla sorella Angie e dalla nipote Mallory (di cui seguiremo le vicende legate a delle fotografie e alla creazione di una graphic novel). Paoletti per la prima volta dopi sedici anni ha anche la possibilità di rivedere la dolce e bellissima vicina di casa per cui aveva una cotta da sempre, Kelly Ashton, pediatra appena divorziata e tornata a casa per assistere suo padre, Charles Ashton, malato di cancro allo stadio terminale. Tom e Kelly sono una coppia non dichiarata: l'attrazione tra loro è altissima, a livelli incendiari e tutt'e due, fin da quando erano solo adolescenti, provano dei forti sentimenti l'uno per l'altra, solo che nessuno dei due ha mai avuto il coraggio di dichiararli apertamente. Vederli interagire, soprattutto all'inizio, è un vero spasso, tra battutine e occhiate languide, perchè lei sbava per lui da sempre e lei è la protagonista dei sogni erotici e non di lui. Da un semplice flirt estivo, le cose però si complicheranno e vecchi rancori e nuovi sentimenti e prospettive future verranno alla luce.

Nessuna lo aveva mai fatto sentire neppure lontanamente così.
Gesù, non poteva dirle una cosa del genere. Lo spaventavano a morte l’intensità delle proprie emozioni e la possibile reazione di Kelly – o la mancanza di reazione. Non aveva mai usato la parola amo preceduta da io e da ti. Mai. Non era neppure sicuro di provare davvero quel sentimento, o se si trattasse invece di uno squilibrio ormonale causato da diciassette anni di desideri rimandati.

Non voleva avere il cuore spezzato come l’ultima volta che Tom era uscito dalla sua vita. Ma chi voleva prendere in giro? Solo sé stessa, a quanto pareva. Era stata lei a definire i parametri della relazione con Tom prima ancora che cominciasse. Aveva messo entrambi in una bella scatolina e... sorpresa! La scatolina non riusciva a contenere quanto avevano condiviso. Era troppo grande, troppo ingombrante, troppo pericoloso.

Molto interessante è anche la storia di Joe e Charles, amici di lunga data che insieme hanno combattuto durante la Seconda Guerra Mondiale, entrambi attivi nella Resistenza contro il Nazismo. La loro storia è legata a quella di una donna molto importante per entrambi e che ancora a distanza di anni si fa sentire con la sua presenza ingombrante e carica di segreti.
E la parte action/thriller dove sta? Appena arrivato a Baldwin's Bridge, Tom intravede un uomo che pensa di essere il Mercante, pericoloso terrorista colpevole di migliaia di morti dato per scomparso. Ma l'ha visto davvero, o forse è solo frutto della sua paranoia in seguito al trauma cranico riportato in missione? Dare l'allarme potrebbe davvero evitare una strage annunciata o sarà il pretesto che serve per togliergli il comando della Sedicesima e smantellare così la squadra? Non lo svelerò, ovviamente, sappiate solo che il finale è adrenalina pura, dove tutto può succedere e dove gli eroi, quelli veri, troveranno pane per i loro denti.
Quattro stelle
L'eroe ribelle 
(Troubleshooters #2) 
di Suzanne Brockmann 
Leggereditore
Anno 2014 
Pagine 469 
Isbn: 9788865085035

‘Gli Stati Uniti si rifiutano di negoziare con i terroristi.’
Meg Moore ha ben in mente queste parole. Le aveva sentite ai tempi in cui lavorava come interprete in un’ambasciata europea. Quelle stesse parole, però, sono una sentenza di morte per sua figlia e sua nonna, rapite da un gruppo di estremisti. Meg farebbe qualsiasi cosa per salvarle, persino uccidere.
Il marine John Nilsson è convocato a Washington dall’ Fbi come esperto in negoziazione: una donna tiene in ostaggio un ambasciatore minacciandolo di morte. Ma quella donna non è una sconosciuta, per lui: non la vedeva da anni, ma non ha mai dimenticato com’era magnifico tenerla tra le braccia. John rischia di distruggere la sua carriera se la aiuta a scappare, ma se si rifiuta di farlo, lei perderà la vita...
Dopo L’eroe dimenticato, il secondo romanzo dei Troubleshooters, dove l’amore è rischio, coraggio, passione.
Se in L'eroe dimenticato molto spazio veniva dato alla love story tra Tom e Kelly, in questo secondo capitolo della serie c'è sicuramente molta più azione e adrenalina. Tutto parte con un rapimento che coinvolgerà Meg Moore in una rete di terrorismo e violenza in cui un unica cosa conta: salvare la vita della sua piccola Amy, non importa se dovrà mentire, uccidere o morire lei stessa.  E per farlo chiamerà in suo aiuto il sottotenente di vascello John Nilsson detto Nils, l'uomo che aveva conosciuto in pericolose circostanze tre anni fa in Kazbekistan e con il quale era nata una amicizia e una forte passione mai consumata per via del matrimonio, seppur naufragato, di lei. Tra inseguimenti e tante bugie, Meg e John si rincontreranno e avranno modo così di fare chiarezza sul loro passato in comune mentre tentano il tutto per tutto per salvare Amy e la nonna Eve. Chissà se poi ci sarà per i due una piccola possibilità di un futuro insieme.

Nils non sapeva cosa rispondere. Era il più grande sacrificio che avesse mai fatto nella vita,allontanarsi da Meg quella notte, sapendo che avrebbe potuto averla, fare l’amore con lei, passare delle ore in paradiso. E lei pensava che lui stesse facendo qualche stupido giochetto. «Non ti ho mai dimenticato» le rispose con gentilezza. «Neanche per un minuto.» Poteva leggerle negli occhi che, ancora, faticava a credergli. E sapeva che era solo e soltanto colpa sua.


Anche qui diverse sottotrame che si intrecciano: una che viene dal passato, sempre durante la Seconda Guerra mondiale, che vede protagonista una giovane Eve alle prese con il fratellino Nick e il giovane Ralph, e l'altra, quella che più mi ha appassionato e che non vedo l'ora di scoprirne di più, tra la guardiamarina Sam Garrett, sempre pronto alla battuta e incredibilmente sexy, e la fredda e algida Alyssa Locke, formidabile tiratore scelto che solo per il semplice fatto che i SEAL non ammettono le donne tra le loro file, si ritrova a far carriera nel FBI. Adoro Locke, è un personaggio che fa di tutto per farsi prendere sul serio in un mondo maschilista. Avevo già il sospetto di una particolare attrazione tra i due, tra battutine scherzose della serie chi disprezza compra, e complice un whiskey di troppo e un paio di  manette... basta, ho detto troppo, se volete saperne di più dovete leggere il libro.
Insomma cari lettori, questa è una serie che non dovete lasciarvi sfuggire per nulla al mondo! Passioni all'ennesima potenza, pericoli letali, grandi amori e grandi amicizie sono gli aspetti positivi che fanno di questi romanzi delle letture avvincenti e appassionanti!
Quattro stelle e mezzo

5 commenti:

  1. Lo sapevo che la Brockmann avrebbe conquistato anche te, Rosa xD Suzie è la regina delle sottotrame. "L'eroe ribelle" non sono ancora riuscita a leggerlo e spero proprio tanto che la Leggereditore non ci dia nuovamente buca con la pubblicazione della serie. Dita incrociate xD Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia! Eh, si, ha Suzie mi ha proprio conquistato! Io non ho resistito e li ho letti uno dietro l'altro ^^ Speriamo di sì, altrimenti ho già deciso che la continuerò in lingua, però sarebbe un peccato che le lettrici italiana si perdessero questa seria portentosa!

      Elimina
  2. Rose ho la Summer List piena e tu mi invogli a leggere anche questa serie!! La voglio!! Ok mi sa che ce l'aggiungo perché le tue parole mi hanno messo una curiosità pazzesca. I hate you -_-
    Mi piacciono un casino le storie. Ho bisogno di qualche thriller, suspense, romantic ;D
    E poi mi metti quella foto di Ben...... bè vabbè -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD Se continui così, la tua Summer List diventerà lunga mezzo chilometro V!
      Eh Ben non è un volto preso a caso, nel libro i suoi colleghi lo paragonano proprio all'attore di Hollywood... vedi tu che devi fare ora XP

      Elimina
  3. Non conoscevo questa serie, ma mi hai davvero incuriosita!!!! :)

    RispondiElimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3