mercoledì 14 maggio 2014

Topic Book #4: Spiriti e fantasmi


Topic Book è la rubrica settimanale in cui scelgo un tema e vi elenco alcuni libri che ne parlano.
Buon pomeriggio tutti, lettori e lettrici :3
Rieccoci con l’appuntamento della rubrica Topic Book.
Vi ricordo che ogni settimana sceglierò un topic e vi indicherò un minimo di cinque titoli che girano intorno all'argomento, favorendo i libri che ho letto o che desidero leggere e cercando, dove possibile, di toccare tutti generi letterari (e non disdegnando un piccolo aiutino di Goodreads >-<). Ovviamente potete lasciarmi anche i vostri consigli librosi, facendo attenzione a che rispondano al topic.

Il tema di oggi mi è stato ispirato da una serie tv che mi ha fatto scoprire recentemente mia madre. Il telefilm si chiama Ghost Whisperer (lo conoscete?), attualmente in onda su Rai4 con la seconda stagione, ed è incentrata sulle vicende di Melinda Gordon, una antiquaria che fin da bambina ha il dono di vedere e parlare con gli spiriti dei defunti. 
Io non l’avevo mai vista, anche se la conoscevo di nome, e solo grazie a mia madre, che dopo aver seguito per caso un paio di puntate si è appassionata, anche io ho cominciato a guardarla, anche se in modo un pò “distratto”. 
Comunque, stavo pensando al prossimo topic per la rubrica proprio mentre era in onda un episodio, e mi sono detta “ecco un tema interessante”. 

Quindi… il tema di questa settimana è spiriti e fantasmi.

The Restorer: La signora dei cimiteri (Graveyard Queen #1) di Amanda Stevens.
Sono Amelia Gray e restauro cimiteri. Sono condannata a poter vedere i morti, ed è un'esperienza angosciante. Hanno fame di vita. Per questo non li posso guardare, non devo far loro capire che li vedo, o sono perduta. Ultimamente però tutto è diverso. È accaduto qualcosa nel cimitero di Oak Grove, dove sto lavorando, qualcosa che va oltre la semplice violenza, che coinvolge i vivi e i dannati. Ho paura, perchè il senso di tutto ciò mi sfugge. Sono sempre più confusa, sopraffatta dalle circostanze e da un mistero che, invece di sciogliersi, pare diventare più fitto e più oscuro. Spero di trovare delle risposte, prima che tutto ciò possa uccidermi.

- Il figlio del cimitero di Neil Gaiman.
Ogni mattino Bod fa colazione con le buone cose che prepara la signora Owens. Poi va a scuola e ascolta le lezioni del maestro Silas. E il pomeriggio passa il tempo con Liza, sua compagna di giochi. Bod sarebbe un bambino normale. Se non fosse che Liza è una strega sepolta in un terreno sconsacrato. Silas è un fantasma. E la signora Owens è morta duecento anni fa. Bod era ancora in fasce quando è scampato all'omicidio della sua famiglia gattonando fino al cimitero sulla collina, dove i morti l'hanno accolto e adottato per proteggerlo dai suoi assassini. Da allora è Nobody, il bambino che vive tra le tombe, e grazie a un dono della Morte sa comunicare con i defunti. Dietro le porte del cimitero nessuno può fargli del male. Ma Bod è un vivo, e forte è il richiamo del mondo oltre il cancello. Un mondo in cui conoscerà l'amicizia dei suoi simili, ma anche l'impazienza di un coltello che lo aspetta da undici lunghissimi anni.

- Un'inquietante simmetria di Audrey Niffenegger.
Morta prematuramente all'età di quarantaquattro anni, Elspeth Noblin lascia la sua dimora londinese in eredità alle nipoti gemelle, Julia e Valentina. Le ragazze, cresciute negli Stati Uniti e legate da un intenso anche se combattuto attaccamento reciproco, non hanno mai conosciuto la zia: sanno solo che anche lei e la loro madre erano sorelle gemelle. Libere da impegni di studio e di lavoro, decidono di trasferirsi nell'appartamento di Elspeth, che confina con il cimitero di Highgate, autentico monumento a cielo aperto della Londra vittoriana. Qui incontreranno gli altri abitanti del palazzo: Martin, brillante studioso affetto da una grave nevrosi che gli impedisce di uscire di casa; sua moglie Marjike, intrappolata dalla malattia del marito che la costringerà a prendere un'importante decisione; e Robert, lo sfuggente amante di Elspeth, impegnato nella stesura di un'imponente tesi di dottorato sula storia del cimitero. A mano a mano che le ragazze si lasceranno coinvolgere nelle inquietanti esistenze dei nuovi vicini di casa, scopriranno che Highgate brulica di strane "presenze", tra cui la stessa Elspeth, che non sembra intenzionata a lasciare la sua casa, né (forse) la vita terrena...

- Amabili resti di Alice Sebold.
"Mi chiamavo Salmon, come il pesce. Nome di battesimo: Susie. Avevo quattordici anni quando fui uccisa, il 6 dicembre del 1973. Negli anni Settanta, le fotografie delle ragazzine scomparse pubblicate sui giornali mi somigliavano quasi tutte: razza bianca, capelli castano topo. Questo era prima che le foto di bambini e adolescenti di ogni razza, maschi e femmine, apparissero stampate sui cartoni del latte o infilate nelle cassette della posta. Era quando ancora la gente non pensava che cose simili potessero accadere. Nel diario delle medie avevo ricopiato un verso di un poeta spagnolo, Juan Ramòn Jiménez; era stata mia sorella a farmelo conoscere. "Se vi danno un foglio squadrato, scriveteci sopra dall'altro lato". L'avevo scelto perché esprimeva tutto il mio disprezzo per gli ambienti rigidamente strutturati tipo aula scolastica che mi vedevo intorno e perché secondo me mi dava un'aura letteraria: non era una citazione idiota di un gruppo rock. Ero iscritta al Club degli scacchi e al Club della chimica, e bruciavo tutto quello che provavo a cucinare durante le lezioni di economia domestica della professoressa Delminico. Il mio preferito era il professor Botte, insegnava biologia e si divertiva a far ballare le rane e i gamberi, che in seguito avremmo sezionato, sulle loro tavolette di cera. Comunque non fu il professor Botte a uccidermi. E non crediate che tutte le persone che incontrerete in questa storia siano gente sospetta. Ecco il problema."

- Se solo fosse vero di Marc Levy.
Una sera d'inverno, a San Francisco, Arthur e Laureen fanno la loro conoscenza... Arthur é un giovane architetto che ha appena traslocato in un nuovo appartamento. Laureen, trentenne, un tempo faceva il medico, mentre ora è un fantasma fuggito dal suo corpo che giace in coma in un letto d'ospedale. Un fantasma di quelli che di solito non si vedono, passano attraverso le porte e non riescono a comunicare con nessuno. Ma per uno strano scherzo del destino, Arthur vede benissimo Laureen, e può sentirla parlare, ridere e raccontare, al punto da innamorarsene, alla follia. Così, proprio quando il sentimento sbocciato tra i due si trasforma in un legame profondo, in un amore struggente e totalizzante, i medici decidono che per quella ragazza è giunto il momento di staccare il respiratore...

- Ho sognato di te di Ben Sherwood.
Da quando ha perso il fratellino Sam, Charlie ha scoperto di possedere il dono di vedere le persone in transito fra la terra e l'aldilà. Deve però restare nel villaggio sull'oceano Atlantico dove vive e dove Sam "torna da lui" ogni sera. Questa vita strana e solitaria viene sconvolta da Tess, una coraggiosa velista che però, dopo una notte d'amore, sparisce. E quando Charlie va a cercarla scopre... che è scomparsa in mare da giorni e che, forse, l'ha solamente sognata. Ma lui non vuole crederci e decide di trovare Tess a ogni costo, ovunque sia...


- Riflessi di un pomeriggio d'inverno (Light #1) di Laura Whitcomb.
Helen vaga sulla Terra da più di un secolo, esistendo grazie alla vicinanza di ignari umani: è uno spirito, e cerca di lenire l'inquietudine che la tormenta a causa di qualcosa accaduto in un passato ormai lontano. Mentre si trova in una cittadina della provincia americana, nella classe del professor Brown, Helen scopre che James, un'entità ultraterrena e inquieta come lei, si è impossessato del corpo di uno studente, Billy Blake, che si era trovato in bilico tra la vita e la morte. Lo sguardo del ragazzo incontra gli occhi di Helen, segue i suoi movimenti, indugia sul suo volto. E così, solo per James, per la prima volta dopo un tempo infinito lei non è più invisibile. In preda a un'emozione esaltante, comprende che la sua esistenza sta per cambiare. Non le sembra vero di poter finalmente parlare con qualcuno che riesce a vederla e sentirla, e tra i due si accende un'irresistibile attrazione. Ma Helen vuole anche ricominciare a sentire profumi, sapori, insomma, quelle sensazioni umane che le mancano terribilmente. E, soprattutto, si strugge dal desiderio di poter toccare James. Per farlo, c'è un unico modo: deve trovare un corpo in cui abitare, proprio come è successo al suo amato.

- Se fosse per sempre (Hereafter #1) di Tara Hudson.
Chissà da quanti anni Amelia si aggira inquieta sulla riva del fiume. Quand’è morta, ne aveva solo diciotto e, da allora, ha perso la cognizione del tempo e non ricorda nulla del suo passato: né i suoi genitori, né i suoi amici, nemmeno il proprio cognome. Rammenta solo le acque scure che si sono chiuse su di lei, soffocandola. Le stesse acque che vede nei suoi incubi quando, atterrita, è costretta a rivivere ogni angosciante momento della propria morte. Un giorno, però, dopo uno di quegli orribili sogni, Amelia capisce che c’è qualcosa di molto diverso. Perché stavolta non si tratta di lei, bensì di un ragazzo che sta davvero affogando e che lotta per sopravvivere. Amelia non può lasciare che pure lui subisca il suo stesso destino e decide di aiutarlo: come per magia, il ragazzo non solo trova la forza di nuotare verso la riva, ma riesce addirittura a vedere il viso di Amelia, a sentire la sua voce, a sfiorarle una guancia con la punta delle dita. E, in quell’istante, lei capisce di non essere più sola, di aver trovato qualcuno di cui potersi fidare, qualcuno disposto a scoprire chi l’ha uccisa. Qualcuno che, per amor suo, sfiderà perfino le forze oscure che stanno cercando di distruggerla…

- Everlost (Skinjacker #1) di Neal Shusterman.
Nick sta andando al matrimonio del cugino quando la Mercedes del padre va a schiantarsi contro la Toyota sulla quale viaggia Allie, in quel momento impegnata a discutere con i genitori sul volume della musica che sta ascoltando. Molto tempo dopo, che per Nick e Allie dura solo un attimo, i due si risvegliano. Sono morti, eppure sono rimasti qui, nel mondo. Il mondo, pero, non si accorge più di loro. Per un motivo sconosciuto sono rimasti incastrati fra la vita e la morte, in quella specie di limbo che si chiama Everlost. È pericoloso, è spaventoso ma non è disabitato. Molti altri vivono, se così si può dire, in quella sospensione del tempo e del giudizio, ma nessuno di loro è adulto. A Everlost ci sono solo ragazzi, tutti cristallizzati nell'attimo in cui sono morti. Stessi vestiti, stesse abitudini, stesso linguaggio. Stessa angoscia, almeno all'inizio. Poi l'abitudine prende il sopravvento e tutti si rassegnano a perdere la memoria del proprio passato. Ci si dimentica della propria famiglia, dei propri amici; persino del proprio nome. Tutti gli abitanti di Everlost si rassegnano e dimenticano. Tutti, tranne due.
Soooo...i primi quattro titoli sono già nella mia wish list, The Restorer addiritura da tempo immemore, mentre i romanzi di Gaiman, Niffenegger e Alice Sebold sono entrate abbastanza recenti. Sono sicura al 99,9% che mi piaceranno, ma mai dire mai, quindi se li avete letti cosa ne pensate? ^o^
Di Se solo fosse vero e Ho sognato di te ho visto entrambe le trasposizioni cinematografiche che ne hanno tratto. Di Marc Levy non ho mai letto nulla, ma il film omonimo con Mark Ruffalo e Reese Witherspoon ricordo di averlo apprezzato, così come mi era piaciuto molto Segui il tuo cuore (Charlie St. Cloud), il film con Zac Efron basato invece sul romanzo di Ben Sherwood.
Infine, il romanzo di Neal Shusterman vorrei leggerlo da tempo, ma purtroppo la serie Skinjacker comprende tre titoli, Everlost, Everwild e Everfound, di cui si sono dimenticati di tradurre e pubblicare l'ultimo -_-". Dato che al momento non mi va di leggere in inglese, è probabile che non inizierò nell'immediato questa trilogia, e la cosa mi dispiace un sacco perchè Shusterman mi aveva molto colpito grazie al romanzo distopico Unwind (trovate la trama qui; tra l'altro il primo dell'ennesima #serie interrotta).

Questo è tutto per oggi, spero di avervi fatto venire voglia di inserire nella vostra WL qualche bel libro tra quelli proposti. Infine, come sempre se avete titoli interessanti che parlino si spiriti e fantasmi da suggerire siete liberi di farlo nei commenti ^o^
See you next time, byeee ;D

12 commenti:

  1. Come al solito questa rubrica è adorabile. Ho preso due o tre spunti per allungare la wishlist :)
    Un bacio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieee :3 sono contenta di aver colpito ancora ihihih viva le WL infinite XD
      Un bacio anche a te <3

      Elimina
  2. Anche mia madre e io guardavamo Ghost Whisperer :)

    Dei libri proposti ho Il figlio del cimitero in WL (in realtà ho tentato di comprarlo più volte come ebook ma mi dava problemi e... boh @_@) e Amabili resti. Questo continua ad affascinarmi, dopo aver visto il film passato in prima serata. E il raffronto si fa d'obbligo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel telefilm secondo me è proprio da serata mamma&figlia ^o^
      Anch'io ho visto il film di "Amabili resti",triste e suggestivo allo stesso tempo, spero che il libro non mi deluda, anche se ne ho sentito parlare sempre bene...vedremo ;)

      Elimina
  3. Adoro questa rubrica *__*
    bel tema questa settimana ;)
    tra questi ho letto solo Se fosse per sempre ma non mi è piaciuto molto :\
    Ho visto i film di Se solo fosse vero (ah, grazie! Non mi ricordavo completamente il titolo del film!) e di Ho bisogno di te. Quest'ultimo l'ha letto mia mamma (e me l'ha spoilerato praticamente tutto =_=) e lo ha adorato..
    gli altri mi ispirano tutti ^_^ li aggiungo alla wl!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti piaccia il topic di oggi ^.^ "Ho bisogno di te" vorrei leggerlo, però più avanti perchè il film l'ho visto da poco...ahahahah in pratica come fa mia mamma, che quando legge qualcosa che le piace da morire mi racconta tutti i dettagli >-< sara una caratteristica comune a tutte le genitrici? XD

      Elimina
  4. Bellissimo, ho trovato un sacco di spunti!*_* ma... Amabili Resti credevo parlasse di tutt'altro, lo conosco da molto come titolo ma sarà per autoconvinzione, non ricordavo parlasse di questo... buona scoperta comunque :D
    Bellissimissimi, ne aggiungo un po' alla wish! *_* (ancora =_=)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeee..le liste dei libri da leggere si allungano sempre di più xD spero che nessuno mi denunci ahahahah...comuuunqueee, si la protagonista di Amabili resti è li spirito della piccola Salmon...il film è davvero bello, speriamo anche il romanzo ^-^

      Elimina
  5. Adoro Shusterman! ho amato sia 'Unwind' che 'Everlost' che 'Everwild'. Spero che si decideranno a pubblicare 'Everfound'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma speriamo davvero che riprendano la pubblicazione, anche se la vedo difficile :( é un peccato, perchè come autore merita molto.

      Elimina
  6. Everlost e Riflessi di un pomeriggio d'inverno mi ispirano tanto!! L'unico che ho letto di questi è Amabili resti, e l'ho adorato, davvero splendido!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi confermi la buona opinione del romanzo della Sebold ^.^ "Riflessi di un pomeriggio d'inverno" ispira anche me (cioè, mi ispirano tutti i libri che ho citato, altrimenti non li inserivo eheh ;D)...fammi sapere se ti sono piaciuti ^o^

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3