venerdì 29 aprile 2016

Recensione: Rebel. Il deserto in fiamme - Alwyn Hamilton (Rebel of the Sands #1)

Rebel. Il deserto in fiamme
(Rebel of the Sands #1)
di Alwyn Hamilton
Giunti Editore
Anno 2015
Pagine 270
Euro 17,00

Amani non ha mai avuto dubbi: è sempre stata sicura che prima o poi avrebbe trovato una via di fuga dal deserto spietato e selvaggio in cui è nata. Andarsene è sempre stato nei suoi piani. Quello che invece non si aspettava era di dover fuggire per salvarsi la vita, in compagnia di un ricercato per alto tradimento.
Tiratrice infallibile, per guadagnare i soldi necessari a realizzare il suo sogno Amani partecipa infatti a una gara di tiro travestendosi da uomo. Tra gli avversari, il più temibile è Jin, uno straniero sfrontato, misterioso e affascinante. Troppo tardi Amani scoprirà che Jin è un personaggio chiave nella lotta senza quartiere tra il Sultano di Miraji e il figlio in esilio, il Principe Ribelle. Presto i due si troveranno a scappare attraverso un deserto durissimo e meraviglioso, popolato di personaggi e creature stupefacenti: come i bellissimi e pericolosi Buraqi, fatti di sabbia e vento ma destinati a trasformarsi in magnifici destrieri per chi abbia l'ardire di domarli; i giganteschi rapaci Roc; indomite donne guerriere dalla pelle color oro e sacerdoti capaci di leggere i ricordi altrui nell'acqua... Quando Amani e Jin si troveranno di fronte alle rovine di una città annientata da un fuoco di calore innaturale capiranno che la posta in gioco è più alta di quanto pensassero. Amani dovrà decidere se unirsi alla rivoluzione e capire se davvero quello che vuole è lasciarsi alle spalle il suo deserto. 
Oh, finalmente un fantasy young adult con una protagonista femminile che non si rifà alle ben più famose Katniss e Tris. Dopo i primi due capitoli, già mi aveva convinto al cento per cento, e così è stato fino alla fine. Tutto merito (ma non solo) di Amani, la protagonista e la voce narrante di Rebel: una ragazza forte, determinata e coraggiosa, disposta a tutto pur di scappare dalla famiglia adottiva e dal paesino dell'Ultima Contea fatto di povertà, ignoranza, ferro e sabbia. Essendo una donna, il destino di Amani è quello di ubbidire agli uomini che decideranno del suo futuro. Ma Amani non ci sta, e fa di tutto per lasciare Dustwalk e dirigesi a Izman la capitale ricca e liberale del Miraji. 
Durante la sua avventura si imbatte nello straniero, Jin, che le offrirà suo malgrado l'opportunità di fuggire, e la catapulterà così in un pericoloso quanto eccitante intrigo dove in ballo c'è il futuro di milioni di persone. Man mano che la storia si dipana vengono a galla i piani segreti dei fedeli al Principe Ribelle, uno dei figli del Sultano che vuole destituire il padre, perchè alleato con i gallan, i pericolosi mercenari che spadroneggiano per le terre del Sultano forti del loro esercito imbattibile; così come si scopriranno i segreti di Jin, il misterioso straniero che in poco tempo diventerà un'amico e una parte fondamentale nella vita di Amani.
Rebel è un bellissimo romanzo, ricco di avventura, complotti politici misteri e magia. Il mondo creato dalla Hamilton è meraviglioso, popolato da miti e racconti del folclore arabo, come i Buraqi (i cavalli di sabbia che mi hanno ricordato immediatamente i capaill uisce della Stiefvater), gli skinwalker e i Djinn, questi esseri immortali fatti di pura potenza e spirito che non possono mai mentire e che sono legati alla parola data. Il tutto con l'immancabile deserto come sfondo, nelle distese infinite di sabbia arsa dal sole e dal fuoco, la magia non è mai del tutto scomparsa, nonostante la presenza ingombrante dell'uomo.

Ripensai alle rovine di Dassama. Il deserto non aveva pietà e non ne meritava. Lasciava che i deboli morissero, quando non li uccideva direttamente.Ma non avrei permesso che si prendesse Jin. Lui apparteneva ad altre terre. Non apparteneva a questo deserto, non abbastanza da morirvi. Jin non si meritava di essere abbandonato da una ragazzina che voleva solo salvarsi la pelle.

Molto bene anche la costruzione dell'intreccio, che non è mai scontato, e cosa anche migliore, i personaggi. Vi ho già parlato di Amani e di Jin, e anche i personaggi secondari sono ben caratterizzati: Shazad e Ahmed tra i buoni, Narguib e Noorsham tra i cattivi. L'autrice poi gioca con noi lettori, ci porta sulla strada per farci credere a qualcosa, ma la verità sta da tutt'altra parte. Lo stile narrativo l'ho apprezzato davvero tanto, è pulito e preciso, gli eventi si susseguono con rapidità eppure al contempo non perdono profondità. Il finale forse è un po' troppo veloce, ma in definitiva non mi è dispiaciuto, solo che si sente che la storia deve continuare e che i seguiti - ebbene sì, inizialmente quello che credevo uno stand-alone sarà una trilogia - sono necessari. Sperando di poterli avere presto nelle nostre librerie, non posso fare altro che consigliarvi di leggere Rebel, perchè merita, merita, merita.
Quattro stelle e mezzo

22 commenti:

  1. A me è dispiaciuto non averlo apprezzato del tutto per via del blocco :\ infatti credo che lo leggerò di nuovo più avanti!

    I buraqui hanno ricordato anche me o capaille uisce *_* mi è dispiaciuto quando Amani l'ha venduto, avevo pensato che sarebbe diventato una sorta di compagno di avventura dei personaggi! Sullo stile dell'autrice l'unica cosa che ho da ridire è sulle descrizioni fisiche, quasi assenti. Infatti non sono riuscita a immaginare i personaggi nella mia testa :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' dispiaciuto pure a me, figurati. Io pensavo proprio che ti sarebbe piaciuto alla follia. Sì, rileggilo tra qualche tempo, magari cambi idea ^^ Cioè, io lo spero!
      Anche io credevo che avrebbe tenuto il buraqi, visto come erano rari. Peccato. Per le descrizioni io non mi lamento, erano essenziali e forse lasciavano più a briglia sciolta l'immaginazione di noi lettori ^^

      Elimina
  2. Rooosa! ^_^
    Sì, sì, sì. Totalmente d'accordo con te.
    Si ha una vaga, vaghissima idea di quando uscirà il seguito?
    Ma tu... “Il dominio del fuoco” lo hai letto? Ho la testa di un pinolo e non me lo ricordo. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Goodreads sembra che si parli del 2017 per il secondo volume. Ci sarà da spettare un po' mi sa :(
      No, il romanzo della Tahir ancora non l'ho letto, ma ho intenzione di farlo. Quando, boh! XD Tu invece??

      Elimina
    2. Sì, ed è favoloso! FAVOLOSO! Leggilo, leggilo, voglio sapere cosa ne pensi! XD

      Elimina
  3. A me ha soddisfatto il giusto :(
    La protagonista è decisamente apprezzabile, lo stile anche, ma io non ho sopportato tutto quel fantasy. E' proprio un mio limite u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se non sei un'amante del fantasy puro (neanche io, figurati), va già bene che ti sia piaciuto il giusto :D

      Elimina
  4. Niente, sono l'unica a cui non è piaciuto, mi sento sola XDDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah XD No, dai, qualcun'altro a cui non è piaciuto deve esserci!

      Elimina
  5. Bellissima recensione, Rose. Si vede che ti è piaciuto tanto d'altronde la storia intriga un casino *-* Avevo iniziato a leggere le prime pagine mesi fa ma poi l'ho abbandonato perché ormai faccio un sacco di fatica a terminare i fantasy >_< Comunque lo stile mi è sembrato anche fluido. Lo riprenderò più avanti, poi l'ambientazione è stupenda *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks :* No, guarda, sono sicura al 100% che ti piacerà, perciò devi proprio riprenderlo in mano! Magari non era il momento giusto per leggerlo... poi mi dirai ;)

      Elimina
  6. Sono contenta che ti sia piaciuto, Rosa! Anche a me è piaciuto veramente tanto, e non vedo l'ora che esca il seguito. Anche se non so per quanto ancora bisognerà aspettare. E' una storia originale, e quando le trame si ispirano al mondo islamico il mio senso interiore di lettrice si alza in piedi commosso!! Ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stata una bella scoperta. La storia, lo stile, l'ambientazione, mi ha colpito tutto, considerando poi che ero rimasta un po' delusa da "La moglie del Califfo", che ho letto poco prima di questo ^^

      Elimina
  7. Devo prenderlo, solo che a prezzo pieno è esagerato! Appena lo trovo a metà prezzo lo comprerò sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questo sono d'accordissimo! 17 euro per 270 pagine è un'esagerazione, che cavolo u.u

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non gli avrei dato tre spicci, giuro, ma dopo la tua recensione e l'estratto che hai condiviso lo infilo in wishlist :)

      Elimina
    2. Meno male che ci sono io, ihihihih ;D

      Elimina
  9. Sono davvero contenta che ti sia piaciuto! *_* Spero che esca il seguito in tempi brevi (e soprattutto spero che il prossimo sia un pochino più lungo!!!!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me too! Secondo me prima dell'anno prossimo il seguito non arriverà U.U Speriamo che sia più lunghetto, sì ^^

      Elimina
  10. Ecco un altro libro che voglio leggere presto *-*

    RispondiElimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3