lunedì 5 gennaio 2015

Recensione: La corsa delle onde - Maggie Stiefvater

La corsa delle onde 
di Maggie Stiefvater
Rizzoli 
Anno 2012 
Pagine 464 
Isbn: 9788817058735

Succede ogni autunno, sull’isola di Thisby. Dalle gelide acque dell’oceano si spingono a riva i cavalli d’acqua, creature affascinanti e crudeli che gli abitanti catturano per montarli nella Corsa dello Scorpione. Il vincitore guadagnerà fama e denaro, i meno fortunati incontreranno la morte. Ma qualcosa cambia quando alla gara si iscrive Kate Connolly, capelli rossi e tempra di ferro. Kate è determinata a correre con la sua cavalla Dove, sfidando usanze secolari che vogliono solo concorrenti maschi e nessun cavallo ordinario. Certo, non ha molte possibilità contro Sean Kendrick, diciannove anni, il favorito, esperto domatore di cavalli. Nessuno dei due è preparato a ciò che sta per succedere, perché quest’anno la Corsa dello Scorpione non sarà solo questione di gloria e denaro, ma di amore e destino
.

Questo romanzo mi ha letteralmente stregato e conquistato! Dopo aver letto l'ultima parola e aver chiuso il libro sono rimasta cinque minuti buoni a ripensare alla straordinaria avventura che avevo appena vissuto, ai personaggi meravigliosi che avevo incontrato e semplicemente non volevo lasciare andare via le sensazioni e le suggestioni che la Stiefvater aveva creato e reso in maniera magistrale.
Leggendo La corsa delle onde ho sentito l’odore del sale e del sangue e il vento e la sabbia sulla faccia, l’adrenalina che sale durante tutta la preparazione per la corsa dello Scorpione. Su una spiaggia bagnata dal mare impetuoso, in compagnia di Sean e Puck, ho imparato ad amare e al tempo stesso temere i magnifici capaill uisce, magici cavalli d'acqua che nascono dal mare e che dal mare sono sempre attratti. Selvaggi e indomabili, sembrano mansueti a volte, ma bisogna stare sempre attenti e mai abbassare la guardia con loro, perchè come può l’uomo domare il mare, ciò di cui queste magnifiche cavalcature sono fatte?


I capaill uisce scalpitavano sulla sabbia scontrandosi l’uno con l’altro, si scrollavano la spuma di mare dalle criniere e l’Atlantico dagli zoccoli. Si volsero a gridare agli altri ancora in acqua, acuti lamenti che mi fecero rizzare i peli sulle braccia. Erano veloci e letali, selvaggi e bellissimi. Creature gigantesche fatte al tempo stesso di oceano e isola, e fu allora che mi innamorai di loro.


Sean Kendrick è un diciannovenne dipendente delle stalle di proprietà di Benjamin Malvern, ed è il più bravo addestratore e domatore di capaill uisce di tutta l’isola. Tutti lo sanno e spesso e volentieri si rivolgono a lui. È un ragazzo solitario e serio, che ama i capaill e in particolare Corr, il suo stallone rosso, con il quale ha vinto per quattro volte di fila la Corsa. Solo che non gli appartiene almeno non legalmente, ma il capaill e il ragazzo condividono un qualcosa di più profondo di un semplice rapporto tra cavallo e cavaliere, si capiscono e comprendono a un livello molto intimo, in un legame che nessuno può spezzare, forse neanche l'oceano stesso.
E poi c'è Kate Connolly detta Puck, ragazza indomita orfana dei genitori che vive con i suoi due fratelli Gabe e Finn, che per salvare quello che rimane della sua famiglia, decide di partecipare alla competizione in groppa alla sua cavalla di terra Dove, nonostante la corsa sia sempre stata riservata ai soli uomini. Tra difficoltà e paure, Puck metterà in gioco tutta se stessa, scoprendo lati di sé e delle persone che conosce da sempre che non avrebbe proprio immaginato. Sia Sean che Puck partecipano alla Corsa dello Scorpione, per motivi differenti e entrambi aspirando alla vittoria. Si incontrano e lentamente tra loro nasce qualcosa di più di una semplice conoscenza, qualcosa di così importante a cui manca solo una opportunità per crescere.


«Dimmi quale desiderio esprimere» le chiedo. «Dimmi cosa chiedere al mare.» 
«La felicità. Di essere felice.» 
Chiudo gli occhi. La mia mente è piena di Corr, di oceano, delle labbra di Puck Connolly sulle mie. «Non credo che una cosa del genere esista qui a Thisby. E se anche fosse, non saprei come trattenerla.»


Leggendo vari commenti e recensioni, ho capito che lo stile di questa autrice o si ama o si odia. Io me ne sono innamorata: con una narrazione poetica e suggestiva che non disdegna dettagli e piccole minuziosità, ha la capacità di colpire nel profondo l’immaginazione del lettore. Inizialmente la storia può sembrare noiosa e non andare a parare da nessuna parte, ma solo perché l’autrice si prende tutto il suo tempo e spazio per farci proprio innamorare irrimediabilmente dell’isola di Thisby, dei suoi abitanti e delle sue tradizioni, la più importante è proprio la corsa dello Scorpione. Non risparmia morte, violenza e cattiveria (soprattutto umana), e la storia d'amore non è solo quella tra Sean e Puck, ma anche tra Sean e Corr, tra un ragazzo e il suo capaill. Solitamente i finali-non-finali mi infastidiscono, ma qui la storia si conclude in modo bellissimo, è un finale commovente e pieno di speranza, è perfetto così com'è, indefinito e aperto a tutte le possibilità. Mi piace pensare che ogni lettore possa immaginarsi e fantasticare su un seguito della storia come meglio crede. Insomma, dovete leggerlo! Maggie Stiefvater con questo bellissimo romanzo si conferma una delle scoperte più importanti dell'anno appena passato.
Cinque stelle

35 commenti:

  1. Bellissima recensione, devo darmi una mossa e acquistarlo pure ioXD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alex, mi raccomando leggilo perchè è troppo bello e merita!!! *w*

      Elimina
  2. ODDIO IL TEEEMA. BELLO, BELLO, BELLO, BELLO. Mi piace tantissimo *-*
    Parlando del libro, ehm ehm, ho questo libro da un po' e la tua recensione mi sprona ancora di più a leggerlo prestissimo. Non vedo l'ora di leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :3 awww, grazieeeee Sara!!
      Hai fatto bene e comprarlo, su su leggilo leggilo, che sono curiosa di sapere se ti piacerà, io spero proprio di si! Un bacetto!

      Elimina
  3. Rosaaaaaaa!! Questa grafica è stupendaaaa!! Mi piace un mondo!! Adoro questi colori *-*
    Parlando del romanzo... penso che questo sia il più bello di Maggie. Mi ha incantato dall'inizio alla fine e mi ha commosso e dato speranza proprio come hai detto tu. Il rapporto tra Sean e Corr è meraviglioso... il finale struggente, pieno d'amore e bellissimo ♥
    Voglio rileggerlo altre cento volte....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi quanto mi ha fatto penare, soprattutto l'header che non riuscivo a centrare! I colori mi piacevano tantissimo e quando ho trovato i fiorellini di quella tonalità sono stata super contenta! :D
      Anche io credo sia il migliore della Stiefvater, anche se penso che Ladri di sogni si equivarrà nel mio giudizio ^^ Hai ragione,è un libro da leggere e rileggere e scoprirlo ogni volta!

      Elimina
  4. *______* Io sono tra quelli che ama lo stile della Stiefvater.

    Non ho molto altro da aggiungere, ho già sclerato abbastanza su questo libro :')
    Bellissima recensione! E mi piace anche la nuova grafica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo soooo che tu ami e stravedi per la Stiefvater! :D
      Grazie per la recensione e per la grafica *gongolo time*

      Elimina
  5. Rosa che carina questa nuova grafica *-*
    Come sai, anch'io ho amato questo libro.. e quel finale l'ho trovato davvero perfetto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks Eli! Per una volta il finale così mi è piaciuto tantissimo, lascia spazio all'immaginazione...adorabile! *o*

      Elimina
  6. Grafica carinissima, mi piace tanto *_*
    In ogni caso io e la Stiefvater non riusciamo ad andare d'accordo... ho provato a leggere sia questo che Raven Boys, ma non riesco proprio a farmi piacere al 100% il suo stile e le sue storie :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che peccato che questa autrice non ti abbia colpito :( Però almeno ci hai provato, e per due volte, a leggerla, ma se non scatta l'ammmore, amen u.u
      Grazie per la grafica! ^^

      Elimina
  7. Ho amato questo libro e amo la scrittrice <3 buona epifania!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona Befana anche a te Ika!
      Un'altra fan di questa strepitosa autrice, yuppi! xD

      Elimina
  8. Avevo iniziato a leggere il libro anch'io g organizzato da Giusy, ma poi mi sono persa per strada tra esami e impegni vari, ma devo assolutamente recuperarlo! Ne sento parlare solo bene e sono sicura che riuscirà a conquistare anche me :3
    Come sempre la tua recensione è accuratissima, e la nuova grafica è stupenda *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, che peccato...spero tu lo recuperai al più presto Annie, merita tanto e sono stra-sicura che ti conquisterà! ^^ Gentile come sempre, grazie :D

      Elimina
  9. Rosa sai già che lo adoro e in questa bellissima recensione hai praticamente descritto tutto quello che penso. Quindi non credo sia necessario che aggiunga altro ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I know, I know :D L'amiamo, e questo è tutto!

      Elimina
  10. Ciao Rosa! innanzitutto complimentoni per la grafica, mi piace tanto....
    come al solito la tua recensione è molto accurata bravissima!!!
    ho adorato questo libro e anch'io penso che sia il migliore della stiefvater....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Licia! Sapevo che La corsa delle onde ti sarebbe piaciuto!!! Gracias, la grafica mi ha fatto penare ma il risultato finale mi piace tantissimo :3

      Elimina
  11. A me è piaciuto davvero molto e neanch'io sono riuscita a rispettare le tappe del gruppo di lettura! XD Il personaggio che mi è piaciuto di più è stato Sean; mentre Puck non mi ha convinta molto..
    Mi è piaciuto lo stile dell'autrice e, infatti, ho preso Raven Boys! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, neanche io, ho rispettato solo la prima tappa, poi dopo aver finito i capitoli per la seconda non ce l'ho fatta a fermarmi e l'ho finito tutto insieme xD Raven boys è bellissimo, hai fatto sicuramente un ottimo acquisto ^^

      Elimina
  12. Con immenso piacere ho letto questa fantastica recensione perchè altrettanto fantastica è stata a suo tempo la lettura di questo libro...lo adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere sapere che hai letto anche tu questo meravioglioso romanzo Iris *w*

      Elimina
  13. Ciao! :)
    Come stai?
    Ti faccio per prima cosa i miei auguri di buon anno!
    Hai scritto davvero una bella recensione, mi hai fatto venire une voglia matta di leggermelo! Non pensavo fosse cosi bello :)

    P.s. La grafica è SPETTACOLARE <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jaqueline, mi fa piacere risentirti! Io sto bene, grazie, e invece mi domandavo che fine avessi fatto... Questo romanzo merita, leggilo e fammi sapere che ne pensi ^^
      *gongola* grazieeeee, piace tanto anche a me la nuova grafica!

      Elimina
  14. Bellissima recensione, Rosa *^*
    È così bello leggere parole condivise con tutto il cuore. Questo romanzo è un piccolo capolavoro: la Stiefvater ti prende di peso e ti trascina a Thisby per sentire l'odore del mare e delle stalle, il sale sulla pelle... Per me è amore e non ci sono altre parole per definire cosa provo pensando a questo libro. Puck è una protagonista straordinaria seppure con un caratteraccio e Sean... Sean Kendrick *^*
    E l'amicizia tra Corr e Sean e Puck e Dove? Fermatemi!!!

    p.s. Il desiderio al mare ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Am, e *sospira* io potrei parlarne ore o ore di questa piccola meraviglia *w* il rapporto tra i due ragazzi e i loro cavalli è fantastico, così autentico e profondo, da riempire il cuore! Ah, la scena del desiderio è da love, e il capitolo 47 è il mio preferito in assoluto! La loro cavalcata in groppa a Corr <3<3

      Elimina
  15. Devo dire che i primi temi che è uscito non mi ispirava affatto, poi ho iniziato a spulciare le varie recensioni ed ora mi ispira particolarmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'autriche ha uno stile particolare, o ti piace o non ti piace, spero che lo leggerai e che ti colpisca come è stato per me ^w^
      Ah, ma non mi ricordo, eri tu che non eri ispirata da Raven boys?

      Elimina
  16. Ero davvero curiosa di leggere la tua recensione e devo dire che mi ci sono ritrovata in pieno! :) All'inizio avevo qualche riserva perché l'autrice non mi piace un granché, ma con questo libro l'ho adorata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho adorata anche in Raven Boys, ma è con La corsa delle onde che si è confermata una autrice formidabile per me :D

      Elimina
  17. Io ho amato questo romanzo. Amato. (Se ti interessa trovi qui la mia Inter(re)view)
    Ho trovato quest’isola così piena di misteri, con un’atmosfera cupa, magica e ammaliante che mi ha subito affascinato. E questa Corsa dello Scoprione, pregna di crudeltà, speranze e sogni infranti mi è sembrata così affascinante che non ho potuto evitare di divorare questo libro.
    Non parliamo poi di Puck e del mio amore Sean, tormentato dal suo amore per Corr, che però è anche la sua maledizione.
    Tanto di cappello - ancora una volta - alla Stiefvater.
    Rainy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rainy! ^^ Mi fa piacere sentire che hai divorato questo splendido romanzo!!! Passo a leggerti volentieri.

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...