giovedì 22 gennaio 2015

Recensione (mini): Nel profondo - Giuliana Ricci

Buon pomeriggio a tutti! 
Allora, sicuramente vi ricordate che la settimana scorsa vi ho mostrato le ultime uscite per la Dunwich Edizioni, e molti di voi erano incuriositi dal racconto paranormal romance Nel profondo di Giuliana Ricci. Ebbene io l'ho letto grazie alla casa editrice che gentilmente me ne ha inviata una copia ed ecco il mio pensiero al riguardo:

Nel profondo 
di Giuliana Ricci 
Dunwich Edizioni 
Anno 2014 
Pagine 40 

Racconto vincitore del concorso L’Ultimo Canto delle Sirene.

Quali leggende o ignote realtà nasconde la profondità dell’oceano? I ruderi di una civiltà perduta, il canto di un’eterea creatura o forse solamente un miraggio?
Ario è un esploratore e un esperto di immersioni subacquee. Conosce bene il fascino e la pericolosità dei fondali ma neanche immagina quale abisso di segreti possa celare. Alcune foto lo hanno incuriosito. Ritraggono strutture di roccia tagliate con precisione e figure geometriche simili a costruzioni templari. Potrebbero essere formazioni naturali, i risultati di un’abile manipolazione grafica oppure i resti di una città sottomarina. Lui è intenzionato a svelare il mistero. Diverrà prigioniero di un richiamo irresistibile e testimone di un antico destino che lo porterà sulle tracce di un mondo sommerso.

Questo è il racconto vincitore del concorso L’ultimo Canto delle Sirene indetto dalla casa editrice Dunwich, ed è una lettura che in poche pagine riesce a condensare molto bene quell'attrazione che fin dall'antichità muove l'uomo verso ciò che gli è ignoto e la scoperta di mondi ed esseri magici e misteriosi. L'autrice basa la sua storia sul mito di Ulisse e del richiamo incantatore delle Sirene riportandolo ai giorni nostri, quando il protagonista, Ario, un sommozzatore esperto di ricerche sottomarine, fa una scoperta inaspettata durate una sua immersione a largo dell’isola di Saint Kitts. 

Tu mi troverai
io ti porterò da me
da colei che cercò
l'oblio nelle onde
dopo il fallace canto.
Perderai le stelle
e troverai l’abisso
.
 
Aveva udito quelle parole, ne era sicuro. (...) Era una voce che vibrava nell'acqua, giovane e dolce. Ne era stato attratto ma aveva avuto anche paura e, alla fine, era risalito. Per la prima volta, era tornato in superficie senza appuntare nulla sul suo diario. Come poteva? Niente ruderi antichi, niente relitti, solo un canto. Non voleva certo passare per un visionario. E non poteva finire così.


Il giovane si spingerà oltre i propri limiti per andare alla ricerca della proprietaria della voce che con quel canto lo ha completamente rapito e che continua a ossessionarlo anche sulla terra ferma. Arriverà a smarrire se stesso nelle profondità marine, abbandonandosi completamente al canto di quella sirena che non è solo una leggenda, ma un essere in carne e ossa, e per questo vedrà ricompensata la sua audacia, e gli sarà concesso di oltrepassare una porta verso un mondo tutto da scoprire, la cui bellezza è da secoli nascosta agli occhi degli umani. 

In tale vastità, possiamo aprire solo porte su porte…
… e nessuna di esse deve essere lasciata chiusa.

Giuliana Ricci, che avevo già avuto modo di conoscere grazie ad un altro suo racconto - Requiem, apripista della antologia Morte a 666 giri, qui la mia recensione - ha uno stile semplice e allo stesso tempo molto ammaliante, il suo racconto breve si legge con facilità e mantiene quello che promette, lasciandoci a fine lettura con un senso di indefinito e un sorriso sulle labbra, perchè forse il mondo è più fantastico e magico di ciò che pensiamo. Una parola per la cover che trovo molto bella e adattissima al tema della storia e che è stata realizzata da Alessia Coppola. Nel profondo è una lettura che consiglio a tutti e in particolare a chi fantastica spesso su cosa si nasconda nelle vaste profondità dell'oceano.
Tre stelle

20 commenti:

  1. Io non ho mai letto nulla sulle sirene..non so, non mi ispirano granché!
    Comunque questo racconto sembra molto carino :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ci penso, neanche io credo di aver mai letto di sirene...ad esclusione di qualche accenno nei classici all'università :D

      Elimina
  2. L'ho letto qualche giorno fa e l'ho trovato davvero carino! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Giuliana Ricci

      Elimina
  3. Ribadisco, come ho detto nell'altro tuo post, che sembra la lettura adatta a me ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, fammi sapere quando lo leggerai che te ne pare ^^

      Elimina
  4. Mi intriga parecchio questo racconto! Da piccola amavo follemente la fiaba di Ondina *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti piacerà tantissimo! ^-^

      Elimina
  5. Sembra molto carino.. mi piacerebbe approfondire il mondo delle sirene :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio, e poi si legge velocemente! Magari anche la raccolta ti potrebbe piacere ^-^

      Elimina
  6. Io ho letto anni fa Sirene e Il bacio della sirena, pubblicato da due case editrice diverse. Ricordo che mi erano piaciuti abbastanza in particolar modo il primo. Al momento sono gli unici due che ho letto sull'argomento ;). Comunque questo mi sembra una storia molto carina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece non ho letto nulla sulle sirene! u.u anche se devo essere sincera, mi affascinano quelle classiche, crudeli e malvagie di cui c'è poco da fidarsi xD Ma comunque questa è stata una lettura piacevolissima...

      Elimina
  7. Ho sempre problemi con le letture brevi >.< Penso sempre di non rimanerne soddisfatta al cento per cento, non so se mi spiego. Però anche questa volta ho trovato qualcosa di interessante, se non altro l'autrice sembra da tener d'occhio. ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ho capito cosa intendi, la sensazione di aver letto qualcosa che però ti lascia senza nulla, e anche parecchio insoddisfatta... però secondo me questo racconto ti lascia qualcosa! :3

      Elimina
  8. Ciao Rosa...Wow che bello...mi piace molto il tema delle sirene e questo libro mi sembra davvero bello :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Iris! Sono contenta che ti piaccia... è un racconto che si legge velocissimamente, ma che lascia sicuramente qualcosa ^_^

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3