giovedì 3 luglio 2014

WishList: in&out #4

WishList: in&out è la rubrica mensile con gli aggiornamenti sulle nuove entrate e uscite librose della wish list.

Buon primo giovedì del mese (wow siamo già al 3 Luglio *-*)!
Pronti per l'aggiornamento delle nostre infinity wish list? In questo giugno appena trascorso ho letto ben otto libri e devo dire che sono proprio soddisfatta! Sono state tutte belle letture soddisfacenti, tranne forse per il libro di Luca Tarenzi, ma vi spiegherò meglio nella recensione ;).
Come sempre girovando tra i vostri blog, i titoli che hanno attirato la mia attenzione sono moltissimi: li ho segnati tutti e potete trovarli nella pagina WishList del menù, se siete curiosi. Mentre i libri che vi farò vedere dettagliatamente sono solo una parte di quelli che reputo più interessanti.

- Alice nel paese della vaporità di Francesco Dimitri.
Ben è un giovane londinese che soffre di allucinazioni. Par lavoro legge manoscritti. Una notte gli arriva un libro che si chiama Alice nel Paese della Vaporità. Noi con lui seguiamo la storia di Alice, un'antropologa che vive in una Londra Vittoriana che non c'è mai stata. Alice viaggia nella Steamland, una terra invasa da un gas che provoca allucinazioni e mutazioni. Una terra in cui la realtà cambia a ogni istante, in cui 'giusto' e 'sbagliato' sono soltanto parole, e in cui le parole stesse di trasformano in odori e sensazioni. Quella di Alice parte come una ricerca, ma si trasforma subito in una lotta per la vita e per la morte. Alice dovrà sopravvivere in una terra oscura, in cui non c'è differenza tra orrore e meraviglia. Ben legge la sua storia. E qualcosa succede anche a lui.

- Svegliamoci pure, ma a un'ora decente di Joshua Ferris.
Paul O’Rourke vive a New York in un appartamento su due livelli con vista sulla Brooklyn Promenade. Va a cena tre o quattro volte a settimana da chef con regolare possesso di stelle Michelin, infanzie trascorse nella valle del Rodano, show televisivi. Si aggira in luoghi dove le scorte di vino da sole fanno sembrare l’Impero romano una zona depressa del Kansas. Ha uno studio di dentista che occupa metà del piano terra di un condominio dietro Park Avenue, la strada più elegante del mondo, dove i portieri si vestono con tanto di guanti e berretto e aprono le porte ad anziane vedove con cagnolino. È capace di lavorare in cinque postazioni situate in cinque sale diverse, e di fare, così, soldi a palate. Tifa per i i Red Sox che, nel 2004, soffiarono persino il titolo agli Yankees e vinsero le World Series. In una sola estate, per due mesi, ha anche profuso tutte le sue energie migliori nel golf. E, tuttavia, Paul O’Rourke ha un grave problema: tutte queste cose che racchiudono la sua vita gli appaiono soltanto parti. E le parti – e qui viene la fregatura – non sono tutto. Uno studio di dentista di successo non è tutto, i Red Sox, il lavoro, lo svago, gli chef, niente può essere veramente tutto, se ciascuna cosa riesce a occupare perfettamente il tempo soltanto per un certo periodo. Persino Connie, la ragazza con cui ha avuto un’intensa relazione, non può essere tutto. Ipocrita come tutte le anime poetiche, Connie in America non metterebbe mai piede in una chiesa, ma in Europa si precipiterebbe subito dalla pista dell’aeroporto al transetto, come se il Dio di Dante e di Bach non aspettasse che il suo arrivo da secoli. Paul O’Rourke avrebbe l’assoluta certezza di aver sprecato la sua vita, se una serie inaspettata di eventi non mutasse radicalmente il corso della sua insignificante esistenza, destinata a trascinarsi nell’abisso come una pallina di golf sull’orlo della buca. Un giorno capita nel suo studio un tipo bizzarro che, dopo essersi fatto estrarre un dente rovinato da una maldestra otturazione, gli sussurra con l’alito acre da anestetico: «Sono un ulm, e lo è anche lei!». Qualche tempo dopo qualcuno crea un sito web del suo studio, completo di profili di tutti i suoi collaboratori e di una sua biografia colma di citazioni tratte dall’Antico Testamento. E lo «sputtanamento online» appare tutt’altro che tale. Chi parla a nome del «Dottor Paul C. O’Rourke, medico dentista», inviando messaggi sui blog e sulle bacheche facebook di mezzo mondo, lo fa non con idiozie inframmezzate da incomprensibili geroglifici, ma con pensieri profondi sullo stato presente e sulle cose ultime del mondo. 

- La ragazza del 6E di Alessandra R. Torre.
Ci troviamo negli Stati Uniti, in una città ignota, ma in una posizione ben definita: l’appartamento 6E. Qui vive Jessica, anzi JessReilly19, o almeno così la conosce il mondo delle sexy chat che da tre anni alimentano la sua vita… e il suo conto in banca! “La vera me si chiama De Anna Madden, figlia di una donna morta suicida dopo aver sterminato la sua famiglia”. Dopo una breve convivenza con i nonni materni, ben presto si rende conto che qualcosa dentro di lei è cambiato. Strani e oscuri pensieri iniziano a perseguitarla: voglia di violenza, sete di sangue, bisogno di urla. Da qui la decisione di isolarsi dal mondo esterno e far diventare l’appartamento 6E il suo rifugio, la sua tana, la sua salvezza. Una porta mai aperta la separa da ciò che un tempo era la sua vita. “Bussare uguale morte”. Un giorno però nella sua mail arriva un allarme AMBER, che la informa che in Georgia una bambina di 6 anni, Annie, è scomparsa. Qualcosa scatta dentro Deanna e il nome della piccola Annie diventa un mantra nei suoi pensieri.

- Aegyptiaca: I prescelti dagli dei (Aegyptiaca #1) di Dean Lucas.
Delphi è la prescelta, poiché sul suo corpo è inciso il futuro degli uomini. Gavri'el è il prescelto, poiché è destinato a trovare il Bastone di Adamo. Sargon è il prescelto perché è l'erede del regno di Akkad, Matunde è il prescelto perché è il gigante nero dell'impero nubiano. Babu non è un prescelto, è solo un nano impertinente e pavido. Lei invece è la Sfinge, altera e bellissima. La creatura più preziosa dell'universo. Sullo sfondo di un mondo antico e misterioso, oltre le porte del tempo, un viaggio e la lotta contro un male che affonda le proprie radici nella Genesi. Un viaggio che ha come meta la salvezza dei Figli dell'Uomo.

La serie Aegyptiaca di Dean Lucas l'ho conosciuta da pochissimo e mi ha subito colpito per la storia e l'ambientazione, io poi sono appassionata di Egitto e mitologia egizia, quindi lo leggerò con molto entusiasmo ^-^
Fantastica anche la sinossi de La ragazza del 6E, e anche il romanzo di Joshua Ferris mi sembra interessantissimo, con il suo protagonista insolito. Di Francesco Dimitri poi ne ho sentito parlare davvero bene.

Ecco invece le mie uscite librose. Il miglior libro del mese è sicuramente Millennio di fuoco di Cecilia Randall (qui la recensione), ma anche Karin Slaughter non è stata da meno con il suo thriller Tra due fuochi (qui). 
Domani pubblicherò la recensione di Quando il diavolo accarezza di Luca Tarenzi, che non mi ha pienamente convinta, mentre una lettura divertentissima che non mi aspettavo è stato il primo capitolo della serie Tangled di Emma Chase, Non cercarmi mai più, che recensirò più avanti. Una lettura insolita è stata Diario di una blogger di Francesca Mazzucato, di cui avete sicuramente sentito parlare ;D
Infine ho letto ben due ebook di altrettante scrittrici del panorama del self-publishing italiano: Cercando di te di Sabina Di Gangi (qui), e La leggenda del Re venuto dal mare di Paola Secondin (qui).

Un mesetto bello intenso insomma, e speriamo che il prossimo lo sia altrettanto!
Al prossimo aggiornamento :3

14 commenti:

  1. Ciao Rosa ^-^
    Non vedo l'ora di conoscere la tua recensione su Aegyptiaca e proprio oggi mi è arrivato il secondo *___*
    A parte La ragazza del 6E gli altri non li conoscevo però mi sembra che abbiano delle trame molto interessanti.
    Mentre Svegliamoci pure, ma a un'ora decente non mi convince non so... ;)
    Millennio di fuoco ce l'ho! Lo devo solo leggere ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima <3
      Non vedo l'ora di sentire il tuo parere su Cecilia Randall, sono sicurissima ti piacerà ^-^ Aegyptiaca invece devo recuperarlo perchè in biblioteca non c'è purtroppo o.o

      Elimina
    2. scusate se mi intrometto XD Violet leggi Millennio di fuoco altrimenti non ti lascio in pace AHAHAHAH

      Elimina
    3. D'accordo con Giusy, cominceremo a tartassarti all'infinito xD

      Elimina
  2. Abbiamo più o meno gli stessi gusti.....
    - Aegyptiaca: I prescelti dagli dei
    - La ragazza del 6E
    - Alice nel paese della vaporità
    Sono nella mia libreria :D Tra l'altro, quello di Dean Lucas devo leggerlo il prima possibile dato che è uscito il secondo da poco ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere Noemi ^-^ io la saga di Dean Lucas l'ho scoperta proprio grazie all'ultima uscita, sono proprio curiosa di leggerlo, mi piace già, a prescindere xD

      Elimina
  3. Ciao Rosa di quelli che hai messo mi ispira alice nel paese della vaporosità *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefy, sono contenta che ti piaccia, anche a me sai e poi la cover è bellissima ^-^

      Elimina
  4. Aaaa Aegyptiaca mi deve arrivare il cartaceo, mi ispira tantissimo e non vedo l'ora di leggerlo! *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh che bello, pureee io lo vogliooo *^*

      Elimina
  5. Alice nel paese della vaporità mi ispira davvero tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche me ^-^ bello, poi ne ho sentito parlare bene dell'autore, quindi non ci resta che leggere...

      Elimina
  6. Felice di sapere che Millennio di fuoco è stata la tua migliore lettura del mese *___*
    E felice di sapere che hai letto Non cercarmi mai più *_* a me è piaciuto molto, mi sono fatta tantissime risate XD non vedo l'ora di leggere la tua recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Randall oramai è tra le mie scrittrice preferite :D
      Siii, mi è piaciuto molto, una lettura divertentissima, Drew è senza peli sulla lingua! Mentre lo leggevo mi immaginavo Ryan Reynolds nei suoi panni pensa un pò ahahahah xD

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3