lunedì 15 dicembre 2014

Recensione (mini): Cronache infernali - Alexia Bianchini / Space runners - Daniele Federico

Buon lunedì a tutti, miei carissimi lettori! Questa settimana sul blog comincia con una doppia mini recensione di due romanzi di cui vi avevo parlato qualche tempo fa. Normalmente avrei fatto due post separati, ma sto leggendo tanto in questo periodo e quindi mi ritrovo con moltissime recensioni in arretrato da scrivere e pubblicare, perciò per oggi ho pensato di unirne due. Fatemi sapere se li avete letti o ne avete l'intenzione. A domani :)

Cronache Infernali
di Alexia Bianchini
Dunwich Edizioni
Pagine 146
Euro 2,99 (ebook);  9,90 (cartaceo)
Uscita 12 Novembre (ebook); 12 Dicembre (cartaceo)

Vi è un mondo celato ai nostri occhi, fatto di spiriti e anime erranti. Non è del Regno dei Cieli che stiamo parlando, ma dell’antro in cui demoni e peccatori dimorano dalla notte dei tempi. Siamo certi che solo i corrotti ne siano designati? E quale sorte spetta a coloro che finiscono fra le fiamme dell’Inferno? Demoni, principi maledetti, cacciatori. Tradimenti e passioni si intrecciano fra le pagine di questa storia, tra Terra e Inferi. Nel Bene c’è sempre un po’ di Male, e nel Male è possibile trovare un po’ di Bene?
A voi l’ardua sentenza.
Romanzo appartenente al genere gotico-romance che mi ha piacevolmente stupito: la protagonista è Matyamavra, la Divoratrice di demoni, il cui compito è, insieme al fidato figliastro Kalinger, quello di catturare i demoni fuggitivi, divorandoli letteralmente, per riportarli al suo padrone e amante Belzebù, che ama punirli sottoponendoli ai peggiori tormenti mai visti. Ma qualcosa sta cambiando, perché non sono solo le anime dei dannati ad arrivare nella bolgia Infernale, ma anche le anime buone che meriterebbero invece un diverso destino. La Divoratrice capisce quindi che le circostanze stanno finalmente evolvendo a favore del momento tanto atteso: la vendetta che stava pianificando da millenni, ossia sin dalla creazione dell’Inferno stesso, è ora pronta per essere servita su un piatto freddo.

«Sono la Divoratrice di demoni, Matyamavra.» Restò ferma immobile come se provasse piacere nel farsi ammirare. 
«Da dove vieni? Non sei un demone», le disse Val con voce ferma. «Eravamo qui, prima della caduta degli angeli. Accoglievamo le anime peccatrici.» 
«Eravamo?» 
«Siamo rimasti solo in due.» 

Come dice il titolo, quelle che leggiamo sono delle Cronache, e infatti molto spesso seguiamo le vicende di nuovi personaggi demoniaci  che compaiono solo per qualche pagina, e che ci fanno conoscere meglio il mondo infernale. In generale tutti i personaggi sono caratterizzati bene, anche se avrei preferito fossero in qualche modo più approfonditi, e soprattutto che alcuni di questi inserimenti fossero più fluidi e scorrevoli, perché mi è capitato di non capire immediatamente come le vicende che leggevo si collegassero poi alla story lines principale. Matyamavra mi è piaciuta, è una guerriera feroce e astuta che nonostante viva circondata da creature demoniache, sa ancora riconoscere il bene quando lo vede e cerca quando può di difendere le anime innocenti dal male. Ed è pure una donna che sa cos'è l’amore. Lo stile dell'autrice è semplice e preciso. Le descrizioni di alcune scene sono molto cruente e non ci vengono risparmiati sangue, atrocità e morte, ma stiamo parlando del Signore delle Mosche, quindi non mi potevo aspettare niente di meno. Un romanzo che vi consiglio se amate leggere di demoni e atmosfere infernali.
Tre stelle
Space Runners
di Daniele Federico
Self-publishing
Pagine 94
Euro 0,99 (Amazon)

Nove giugno 2234. La nave da ricognizione Mercury ritrova presso la galassia di Larterus una navetta monoposto di origine terrestre; al suo interno un essere umano criogenizzato. In un mondo in cui i sentimenti sono oramai dimenticati, il comandante Haven si trova faccia a faccia con Daniel, un ragazzo privo della sua memoria e proveniente da un'altra epoca. Le seguenti indagini svelano gli avvenimenti e lo scopo della missione Space Runners a cui Daniel aveva preso parte. Una missione che interessa al comandante molto più di quanto egli creda...
Romanzo breve che si legge benissimo in una sola giornata. La trama è molto chiara ed esaustiva, quindi non mi soffermerò a lungo sulla storia, perché preferisco parlarvi di quello che è il nocciolo finale. Ciò che sicuramente solleticato la curiosità di lettrice era lo scoprire chi fosse l’uomo rimasto criogenizzato, che si chiama Daniel, e soprattutto scoprire qual era lo scopo della missione denominata Space Runners di cui faceva parte con la sua navetta monoposto.

Come voi, vorrei dare la vita per qualcuno. Darla tutta. Vorrei che qualcuno un giorno pensando a me possa avere il cuore pieno di gratitudine per avermi incontrato.

Non so se ho capito bene il messaggio che l’autore voleva lanciare con il suo scritto, ma posso dirvi a cosa mi ha fatto pensare a me. Daniel era un uomo che, a causa del suo corpo menomato non aveva molte possibilità tra cui scegliere per sentirsi pienamente realizzato e importante agli occhi delle persona a lui care. La sua unica opportunità era prendere parte all'ambizioso progetto esplorativo Space Runners, a cui, per seguirlo, prenderà parte anche dalla sua amata Claire. Ma alla fine di tutto, quando è finalmente riuscito nella sua impresa, davanti alla piena realizzazione del suo obiettivo che gli è costato un prezzo tanto alto però, cosa gli è rimasto in verità? Mi è venuta in mente la filosofia di Pascal studiata al liceo, dove l'uomo tende a essere infinitamente grande e infinitamente piccolo: piccolo perché l'uomo è fatto di piccole cose importanti, a volte anche insignificanti però, e poi l'uomo è davvero una piccola cosa rispetto alla grandiosità e maestosità dell'universo; ma anche grande perché ciò che noi possiamo amare, pensare e immaginare è appunto infinitamente immenso. E ciò che ha fatto Daniel alla fine si rivela un piccolo germoglio di speranza per qualcun'altro.
La storia viene raccontata sotto forma di rapporti e trascrizioni di dialoghi di un fascicolo archiviato come segreto, e lo stile ha un taglio molto pulito che si legge davvero tutto di un fiato. Anche questo ve lo consiglio certamente!
Tre stelle

11 commenti:

  1. Ciao Rosa! Non conoscevo nessuno di questi due libri, e mi piace davvero un sacco la copertina di Space Runners! Secondo te quale dei due merita una lettura? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! Secondo me entrambi merita di essere letti, ma visto che ti piace la cover, direi Space runners ^^ Tra l'altro si legge davvero in un oretta...

      Elimina
  2. Oiii rosaaa... le cronache infernaliii lo voglio l'ho visto parecchio in giro quindi gli sto girando intorno XD
    Space Runners mi attira non leggo quasi mai qualcosa ambientato nello spazio... devo mettermi a pari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora che mi ci fai pensare, neanche io avevo mai letto nulla di "fantascientifico spaziale", se escludiamo i primi assurdi capitoli di "In fondo al buio" di Martin in cui non ci ho capito proprio nulla >.<

      Elimina
  3. Ciao Rosellina ^-^
    Allora... ammetto che entrambi non sono proprio il mio genere perciò non penso di metterli in lista. Quello che mi attira un pò di più sono le Cronache Infernali. Mi piacciono le storie dei demoni però il genere gotico non è mai stato il mio forte ;). Per questa volta passo ^-*
    P.S. Aspetto la recensione di Mr Mercedes ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Violet... :D Okay, non si può mettere ogni singolo romanzo in wish, sennò non finisce davvero più ^w^
      Aaaaahh, Mr. Mercedes mi sta piacendo tantissimo! E anche se si sa già chi è il serial killer, il bello sta proprio nello scoprire come riusciranno a incastrarlo!

      Elimina
  4. Mi incuriosisce molto il personaggio di Matyamavra e anche il libro non sembra male :)
    Anche Space Runners dev'essere carino ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Divoratrice è un bel personaggio, ben scritto poi, però mi manca qualcosina, non so u.u

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Cronache Infernali dovrebbe proprio essere nelle mie corde!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo proprio di si! Se lo leggi fammi sapere, così ci confrontiamo ^^

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3