martedì 2 settembre 2014

Recensione: La linea sottile - Denise Aronica (La linea sottile #1)

La linea sottile
(La linea sottile #1)
di Denise Aronica
Self-publishing
Anno 2014
Pagine 240
Isbn: 9788897955740

Quando Beth torna dal college per l’estate nella piccola cittadina di Queen’s Creek, in Arizona, non sa che la sua vita sta cambiare. Senza rendersi conto di come o perché, si ritrova a passare attraverso uno specchio e finisce in un mondo apparentemente simile al suo, ma non del tutto identico. Nella realtà al di là dello specchio, infatti, la madre di Beth, morta suicida anni prima, è viva e vegeta e le appare davanti canticchiando mentre si appresta a fare il bucato. Anche suo fratello maggiore, Joe, scomparso da mesi, si aggira per casa in tutta tranquillità e la sua sorellina più piccola, Amy, da tempo ricoverata in una clinica psichiatrica, sembra stare alla grande. Beth scopre che qualsiasi specchio diventa una porta, sotto le dita di chi, come lei, possiede il Dono. E che attraverso quella porta si può avere accesso a infinite possibilità. Infiniti mondi alternativi. Assieme al suo amico immaginario, Peter, e alla sua migliore amica, Charlie, Beth scoprirà la verità sulla sua famiglia e verrà coinvolta in un qualcosa che si rivelerà essere più grande di lei. Qualcosa che potrebbe mandare in frantumi la sua vita. Riuscirà a vegliare su coloro che ama e, allo stesso tempo, a fare la cosa giusta prima che sia troppo tardi?
Oggi vi recensisco questa romanzo d’esordio che non vedevo l’ora di leggere. Ciò che mi aveva inizialmente attirato è stata la bellissima cover, e poi la curiosità ha continuato a crescere sempre di più grazie alle piccole anticipazioni avute seguendo il blogtour promozionale. Dulcis in fundo, ho avuto la fortuna di vincere una copia in edizione speciale con la novella (di cui vi parlerò più avanti), e con la dedica dell’autrice, e in più il portachiavi a forma di libro.
In La linea sottile, l’autrice mescola paranormale, romance e un pizzico di thriller in una storia dagli sviluppi imprevisti, con uno stile davvero molto semplice in cui è facile per il lettore immedesimarsi, riuscendo così a creare un romanzo che vale la pena di leggere.  
Beth, la voce narrante, è una ragazza che dietro la sua pretesa di normalità nasconde segreti e ferite profonde, nonostante la giovane età: una madre morta suicida, un padre assente, un fratello scomparso nel nulla e una sorella minore con problemi mentali. A tutto questo si va ad aggiungere anche il fatto che lei stessa ha da qualche tempo un amico immaginario, Peter, che la segue dappertutto. Tornata a casa dal college per le vacanze, tuttavia le cose cambieranno quando Joe, suo fratello, ritorna improvvisamente a casa, dichiarando che Amy è in pericolo e che lui e la sorellina, così come Elizabeth, appartengono a una famiglia che possiede il Dono, cioè la capacità di vedere i fantasmi e di passare facilmente attraverso le diverse realtà alternative. Ovviamente questa notizia getta Beth nello scompiglio, e rimette tutto in discussione: il suo rapporto con Peter, le motivazione del gesto di sua madre e la riabilitazione di Amy, che non è malata, ma semplicemente vede i morti.


“La nostra famiglia non è come tutte le altre, Beth.
 “Di questo me ne ero già accorta.”  
“Non essere sciocca. Sto parlando sul serio.” Serro le labbra aspettando che si spieghi. 
“Da secoli, in punto di morte ci tramandiamo il Dono. (…) Non si tratta solo di vedere i fantasmi. Noi possiamo anche spostarci tra realtà alternative.”

Devo ammettere però che Beth non è riuscita a entrarmi nel cuore completamente, nel senso che sì, mi è dispiaciuto per lei e per tutte le disgrazie che le sono capitate, ma avrei preferito mostrasse un po’ più di carattere e forza, dopo tutto quello che ha affrontato e che sicuramente dovrà fronteggiare nel futuro. Mi è sembrato che non facesse altro che nascondersi, cercare scuse e rifiutare in qualche modo la realtà, invece di parlare e chiarirsi con Joe e Peter, mentre mi è parsa più aperta con Charlie. 
Jensen Ackles alias Joe 
Ho preferito di gran lunga il personaggio di Joe, che, sarà per l’ispirazione stessa dell’autrice, ho associato volentieri a Dean Winchester del telefilm Supernatural, di cui anche Beth e Charlie sono fan sfegatate. Testardo, orgoglioso e bisognoso di proteggere le persone che ama, solo nella novella Diario di un viaggiatore scopriamo qualcosa di più della sua avventura e il perché della sua assenza. Anche Charlie, che rischiava di ricadere nel classico ruolo di amica perfetta ai margini della storia, mi è piaciuta molto, e ci sono rimasta davvero male per quello che le è successo. 
La parte sovrannaturale è quella che più mi incuriosiva, il Dono e le realtà alternative, e che non mi ha deluso, anche se avrei voluto una qualche spiegazione in più, mentre la parte romance, con un insolito triangolo (è proprio il caso di dirlo), è quella che mi ha più colpito e che sinceramente mi ha spiazzato, anche se con qualche riserva. SPOILER: Posso capire l’attaccamento di Beth per Peter, ma l'affetto del Peter alternativo per lei mi è parso un pochino troppo affrettato. FINE SPOILER.
Sarà che solitamente le storie a tre non mi piacciono mai (gusti personali), ammetto però di essere curiosa al riguardo, voglio assolutamente sapere come si risolverà l’intreccio, viste le difficoltà materiali che si prospettano.

Il finale poi è stato davvero ben scritto, mentre leggevo mi sono accorta che le pagine erano li lì per finire, e le situazioni sembravano non riuscire a risolversi, anzi a peggiorare inesorabilmente. Ho tirato un sospiro di sollievo quando ho scoperto che ci sarà un seguito previsto per la prossima primavera, il cui titolo è Oltre la linea, che non vedo l’ora di leggere: come si risolveranno le cose tra Beth e Peter? E Beth resisterà all'impulso, dettato dalla dolorosa perdita, di commettere qualcosa di pericoloso e proibito? Cosa nasconde ancora Joe? E saranno in grado di recuperare la piccola Amy?
Lo scopriremo solo leggendo!
Tre stelle

21 commenti:

  1. Non posso che essere d'accordo con te, Rosa.
    Per essere un romanzo d'esordio è decisamente sopra la media, sia stilisticamente che a livello di intreccio e poi l'ho trovato molto originale - le realtà alternative mi ispirano un sacco!
    Anch'io sono stata contenta di sapere che ci sarà un seguito, perché il finale è...è...ugh.
    Tuttavia in certi punti mi è sembrato un po' troppo affrettato.
    Non vedo l'ora di leggere il seguito, sono davvero curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me incuriosivano tanto le realtà alternative, e secondo me Denise ha fatto centro per originalità ^-^ Anche io in alcuni punti avrei voluto qualche speigazione in più, ma nel complesso non mi è dispiaciuto affatto!
      E il finale è proprio... ti fa dire: Voglio leggere il seguito. Tipo ora!!! >-<

      Elimina
  2. Ho visto il libro su molti blog, e ne sono anche io incuriosita! La cover fa la sua figura e contribuisce ad incuriosire. La tua recensione ha confermato il mio interesse. ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cover è molto bella, trattandosi di un libro autopubblicato ho apprezzato tanto la cura di tutti i dettagli ^-^ Te lo consiglio sì!

      Elimina
  3. Attendo il seguito per prenderli entrambi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acquisterò il seguito anche io!

      Elimina
  4. Ho sentito tanti pareri su questo romanzo e in molti lo avete apprezzato.
    Finalmente ho capito qualcosa in più sulla trama ;)
    Mi sembra molto interessante e poi Peter mi intriga un sacco come personaggio.
    Ottima recensione, Rosa. Come sempre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, mi fa piacere averti fatto capire qualcosa in più sulla trama Violet, e sì. Peter è un bel personaggio (anche se ho preferito Joe), mi aspetto un bel finale per lui eheh ^-^
      Sentimento più che condiviso per Dean <3 *w*

      Elimina
  5. Che carino il portachiavi!! ^__^
    Il libro mi incuriosisce tanto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il portachiavi è carinissimo, non ne avevo di simili :3

      Elimina
  6. Ehi Rosa, ci tenevo a ringraziarti per questa recensione, mi è piaciuta molto *__* quando ho finito di leggerla ho pensato subito "bella, mi piace" :D sarà che conoscendo il tuo angolino di sfuggita non avevo mai letto una tua review mi sa, ma adesso rimedio subito e mi unisco ai tuoi lettori!
    Ah quasi dimenticavo, sono anche contenta che Joe ti sia piaciuto! Non a tutte piace... anzi... molte lettrici non lo apprezzano tantissimo, povero è incompreso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Denise, sono mooolto contenta che ti sia piaciuta la recensione, e grazie per essere diventata follower, mi fa tanto piacere *w*
      Povero Joe, a me invece è piaciuto da subito, e ah, sono curiosa anche di conoscere meglio Xander eheh ;)
      Comunque i miei complimenti, non vedo l'ora di leggere il seguito, per cui ti faccio un grande in bocca al lupo!!! Un abbraccio!

      Elimina
  7. La trama è davvero intrigante e gli universi paralleli mi attirano ^_^
    In più mi piace tantissimo la cover :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te Eli ^-^ Fammi sapere se lo leggerai!

      Elimina
  8. Sono curiosissima di leggerlo *_* ho seguito il blogtour e letto varie recensioni entusiaste che accrescono la mia curiosità *-* però mi sa che come Ilenia aspetterò il secondo per leggerli entrambi c:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, mi sa che fate bene tutt'e due, perchè con quel finale che ti lascia a bocca aperta sarà dura aspettare che esca il seguito *__*

      Elimina
  9. Questo libro è nella mia wishlist da un po', spero di leggerlo a breve :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, poi mi dici che ne pensi, come sempre ;D

      Elimina
  10. Mi sembra un libro molto carino...devo ancora leggerlo, anche se ce l'ho in wishlist da un secolo!! ho troppe letture al momento. Aspetto un periodo un po' più tranquillo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto carino ^-^ ti capisco, anche io ho un bel pò di letture da fare...

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3