martedì 23 settembre 2014

Recensione: The scar - Erin E. Keller

The scar
di Erin E. Keller
Triskell Edizioni 
Anno 2014 
Pagine 51 
Ebook Gratuito (qui)

Non ho mai pensato di essere bello. Nemmeno prima dell’incidente. Ma ora… ora non riesco nemmeno a guardarmi allo specchio.
I miei amici dicono che non è un grosso problema, è solo una cicatrice. È vero, lo è, ma mi ha cambiato in modo permanente. C’è questa lunga linea rosa sul mio zigomo che termina sopra il labbro superiore e a me sembra una dannata autostrada.
Mi sono fatto crescere i capelli in modo che possano coprirmi parzialmente il viso, ma quello sfregio è ancora troppo evidente. Ogni volta che qualcuno mi guarda, mi auguro che i miei occhi possano distrarlo dal mio viso deturpato.
Ryan ha una cicatrice sul viso che, lui crede, lo rende sgradevole all’occhio umano.
Ma ci sono persone che non si fermano all’apparenza. Ci sono persone che riescono a trovare la bellezza in ognuno. Ci sono persone che amano far sorridere la gente. Ci sono persone come Sean, che non si fanno scoraggiare dall'esteriorità e dagli aculei del riccio in cui si è chiuso Ryan.

Leggere questo racconto è stato come guardarsi per un momento allo specchio e fare una piccola autoanalisi. Perché? Beh, semplicemente perché è la seconda volta che incontro un personaggio letterario che mi somiglia per così tanti difetti, e sono rimasta stupita soprattutto per la semplicità con cui la scrittrice è riuscita a delineare in poche pagine un carattere dalla personalità così veritiera. E poi leggendo The Scar ho avuto modo di conoscere una autrice italiana che scrive romance m/m, genere al quale come sapete mi sono avvicinata da poco, e che ha uno stile semplice, fluido e molto curato che mi ha immediatamente invogliato a leggere altri suoi scritti (tra le mie prossime letture infatti ci sarà il romanzo Eri come sei).
Raccontato dal suo punto di vista, è proprio Ryan a mostrarci come sia cambiata la sua vita quando, dopo un incidente, si ritrova il viso deturpato da una cicatrice. Da allora si è chiuso in se stesso e alla vita, facendo sua la convinzione che le persone intorno a lui lo giudichino solo in base al suo aspetto esteriore, ripugnante e esteticamente non perfetto. Non ha molti amici, e da pochissimo ha cominciato a lavorare in una biblioteca pubblica, dove fa di tutto per mantenere al minimo i contatti con gli utenti. Proprio il primo giorno di lavoro incontra per caso Sean, un giovane tatuatore che lavora in un negozio vicino alla biblioteca. Il giovane cerca immediatamente di fare amicizia con Ryan, e col tempo chissà anche a sperare in qualcosa di più di una semplice conoscenza. Anche se non sarà affatto facile far capitolare Ryan.
  Gaspard Ulliel alias Ryan
Come personaggio Ryan mi ha colpito e stupito, perché, come dicevo all'inizio, mi somiglia in alcuni aspetti. La sua scontrosità, il suo essere burbero e rispondere in malo modo, anche senza volerlo e spesso rimangiandosi mentalmente le parole, sono tutti sentimenti ed emozioni negative che ho provato molto spesso, soprattutto durante l’adolescenza (e a talvolta ancora oggi se la giornata è di quelle no). Così come il suo sentirsi in imbarazzo tra le persone, sentirsi osservato e anche giudicato solo per il suo difetto fisico, difetto che in qualche modo è lui stesso a ingigantire, sono sensazioni sgradevoli che spesso ha provato anche la sottoscritta. Leggendo si capisce sin da subito che Ryan è il primo nemico di se stesso, e che l’incidente non gli ha lasciato solo un danno fisico, ma anche psicologico.
La sua famiglia e i pochi amici gli vogliono bene per quello che è, compresi i difetti di carattere, e solo chi non lo ha mai amato davvero (come ad esempio il suo fidanzato), non gli voleva bene neanche prima della comparsa della cicatrice che gli ha rovinato il viso. E trovarsi faccia a faccia con questa semplice verità non è affatto facile per Ryan. Ci vorrà l'aiuto e l'insistenza di Sean per riuscire a fargli cambiare la sua visione della vita.

«E' una cicatrice.» «E bravo! Per un attimo ho davvero pensato che tu fossi cieco. Allora te lo chiedo di nuovo. Guardami e dimmi quello che vedi.» Sean arrossisce e questa volta è il suo turno di mordersi il labbro. Non capisco perché. «Sei sicuro?» sussurra. Lo sapevo! Non aveva il coraggio di dirmelo la prima volta! «Certo, ne sono sicuro,» lo sfido di nuovo sollevando un pò il mento. «I-io vedo gli occhi più belli che abbia mai visto. E un viso... bellissimo.» La mia bocca si apre per lo stupore e io non posso far altro che fissare Sean con gli occhi spalancati. Ero certo che stesse per dire qualcosa sul mio viso, ma non di certo quanto lo apprezza! C’è una cicatrice enorme che lo deturpa e ancora questo ragazzo pensa che io sia bellissimo?

Mi è piaciuto anche Sean, con quella sua vitalità e ottimismo che non si fa scoraggiare dai comportamenti bruschi di Ryan (che diciamolo, sembra solamente volerlo mandare a quel paese), e il fatto che nonostante tutto cerchi ancora di provare a fare amicizia con lui. Anche se meno male non a oltranza, perchè c'è un limite a tutto.



«Sei sempre così o sono io che ti sto sulle palle? No, perché non è un problema, davvero. Alla fine non è che possiamo piacerci tutti. Lo capirei, sul serio. Ma preferirei saperlo perché comincio a sentirmi un po’ stupido,» mi spiega lasciando scemare un pò la voce. Rallento il passo, per poi riprendere spedito, costringendolo a seguirmi. «Non è così,» rispondo brusco, sprofondando ancora di più le mani nelle tasche. Sean ridacchia e scuote il capo. «Allora non vorrei vederti con persone che non ti piacciono.»


Un bel racconto davvero, che trovo adatto se volete avvicinarvi al genere e se non avete voglia di approcciarvi ancora a scene molto sensuali, perchè qui comunque non ce ne sono.
Vi anticipo inoltre, che il 4 ottobre prossimo verrà pubblicata, sempre per la Triskell Edizioni, il romanzo breve intitolato The Scar - completo, che comprenderà anche questo racconto e che vedrà protagonisti ancora una volta Ryan e Sean. Ecco la cover in anteprima: devo dire che apprezzo sempre le cover di questa casa editrice, ma trovo che questa sia davvero bella, sensuale e misteriosa e soprattutto attinente alla storia. 
Una seguito che non vedo l'ora di leggere :3
Tre stelle e mezzo

15 commenti:

  1. Ciaooooo, sono tornata finalmente!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaoooo Ileee, bentornata e un baciotto :*

      Elimina
  2. Leggi eri come sei fallo perché è bellissimo

    RispondiElimina
  3. Leggi eri come sei fallo perché è bellissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' lì che mi aspetta Gaetana :3 Sono proprio curiosa, perchè ne ho sentito parlare troppo bene!

      Elimina
  4. Ciao, Rosa! ^_^
    La trama di questo libro mi piace molto! Mi interessano molte le storie dove uno dei protagonisti ha dei problemi con sé stesso per via del suo aspetto fisico e, dopotutto, sono una fan sfegatata di La Bella e la Bestia! XD
    E' proprio in queste storie che capiamo quanto la gente sia stupida a giudicare qualcuno da come è il suo aspetto fisico.. ormai si pensa solo che se una persona è bella allora è anche interessante o simpatica..
    E pensa che io sono una persona che si fa tantissimi scrupoli su quello che pensa la gente di me (ed è per questo che sono costantemente in ansia) ed è la parte che odio di più del mio carattere..
    Comunque, il libro è davvero interessante quindi se lo trovassi ci potrei fare un pensierino! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aryaaaa :3
      Guarda, ora ti lascio il link dove puoi scaricarlo, perchè devi leggerlo: http://www.triskelledizioni.it/prodotto/the-scar-erin-e-keller-racconto-gratuito/
      (Anzi, ora lo inserisco anche nel post). E poi hai perfettamente ragione, molti credono che a un bel aspetto si accompagni una bella anima, ma il più delle volte non è affatto così. E allora le anime buone e belle dentro ci stanno male, anche io ho passato (e passo anche adesso), dei momenti in cui sto sempre a pensare a quello che gli altri potrebbero pensare di me o al giudizio negativo che potrebbero darmi.... Quando basterebbe non pensarci e essere semplicemente se stessi!!! :D

      Elimina
  5. Ciao Rosa.. non conoscevo questo libro e ancora non mi sono avvicinata a questo genere!
    Devo dire che la storia non è male e il personaggio di Ryan dev'essere davvero ben caratterizzato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ryan è davvero un bel personaggio, mi ha colpito tanto... fammi sapere se lo leggi, e poi è un ebook gratuito, quindi approfittane ;)

      Elimina
  6. Ciao Rosa! Leggo sempre volentieri le tue recensioni, per lo stile semplice con cui le scrivi e le analizzi quanto è necessario. I tuoi pensieri sono sempre sinceri e diretti e anche in questo caso la storia sembra ben caratterizzata e lineare, come è chiaro dalle tue parole. Oltretutto il fatto che sia un ebook gratuito, invoglia a leggerlo. ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anto, non sai quanto mi fanno felice le tue parole, davvero! :3 mi impegno sempre affinchè le recensioni esprimano tutti i miei pensieri sul libro letto, e cerco di essere chiara, e sentirti dire che si vede mi fa immensamente piacere :D

      Elimina
  7. Ciao Rosa!!! Ottimo consiglio di lettura, ho scaricato subito l'e-book gratuito. La trama mi ispira molto e non avendo letto niente di questo genere credo sia un modo per avvicinarcisi ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla Cla, fammi sapere se ti è piaciuto The Scar, sono curiosa ^o^

      Elimina
  8. Dopo aver letto la tua recensione corro subito a prendere The Scar. Anche io mi sono avvicinata da poco al genere M/M e ho trovato delle piccole chicche. Della Dreamspinnerpress ho letto Questione di tempo (Vol 1) di Mary Calmes, Alla ricerca di Zach di Rowan Speedwell e Il fuoco della redenzionedi Andrew Grey :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooooh, di Mary Calmes sento parlare sempre bene, devo recuperarla! Gli altri non li conosco, mi informo ^-^ Comunque The Scar mi è tanto piaciuto, aspetto il seguito!!!
      Il primo m/m che ho letto si può dire sia stata la storia di Qhuinn e Blay <3

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3