lunedì 9 marzo 2015

Briciole di Segnalazioni #11

Ciaooo a tutti e ben ritrovati! Oggi è lunedì e come di consueto una volta al mese eccomi con la rubrica dedicata alle segnalazioni per gli autori italiani self e non. Devo dire che questo mese mi sono arrivate molte richieste tutte interessanti e di generi diversi, insomma ce n'è per tutti i gusti. Bando alle ciance perchè il post è un pò lunghetto, vi lascio alle schede informative e come sempre fatemi sapere nei commenti quale libro ha acceso la vostra curiosità di lettori :)

Come dita di una mano
di Tecla Pasqualini
ABEditore
Pagine 138
Euro 14,90

Il romanzo in questione narra la storia di cinque ragazzi, amici per la pelle fin da piccolissimi e legati tra loro da esperienze famigliari a dir poco devastanti.
Sentendosi morti dentro e vedendosi all’esterno come mostri alieni, specie nei confronti della mentalità di massa e della società che li circonda, questi cinque “sopravvissuti” tirano avanti giorno per giorno esclusivamente grazie al loro speciale rapporto, al loro “cerchio sacro” (come lo definiscono), il quale li tiene uniti come dita di una mano, rendendoli apparentemente invincibili e soprattutto inattaccabili. Liberi, pur essendo prigionieri in questa loro gabbia dorata, di essere quello che sono senza limiti né riguardi per chiunque esista al di là di questa magica e perversa barriera. Non esistono paure né regole e tanto meno tabù all’interno di questo vincolo siglato da un’amicizia che non ha nome, da un patto di sangue stipulato in età adolescenziale, da un crescere assieme superando sofferenze strazianti col solo intento di restare in vita, pur odiando quest’ultima e l’intero mondo. Annaffiati negli anni da abusi, odio, violenze, perversioni e un insano desiderio di vendetta legato al non saper comprendere e perdonare prima di tutto loro stessi, Anna, Ade, Mina, Robert e Dylan sono in perenne battaglia con la loro esistenza e con le persone (considerate nemici) che li hanno resi tali e che, malgrado tutto, ne fanno ancora parte…
Vuoti dentro, eppure colmi di una verità, di una profondità e di una sensibilità che possono germogliare solo in un essere umano che sia passato attraverso le dodici fatiche di Ercole. Privi di ogni tipo di sentimento, al di là di quelli provati l’uno per l’altro. Innegabilmente bisognosi di calore, ma refrattari a ogni possibile gesto di “pace” da parte di chi li circonda, questi cinque amici, unici nel loro genere (tanto maledetti e crudeli quanto affascinanti e seducenti) si nutrono ognuno come piante rampicanti del solo “ossigeno” che riconoscono, ossia della presenza fisica e morale degli altri quattro. Pronti solo a sopravvivere fin quando cuore e polmoni lo decideranno, anelando in segreto la morte. Il dolce oblio oltre il quale tutto si spegne. Tutto si ferma e finalmente tace. Compreso il dolore. Compreso l’inarrestabile rosicchio del buco nero che alberga al loro interno, disprezzato e paradossalmente coccolato al pari di un bambino destinato a non nascere. Cosa potrebbe mai accadere, perciò, se all’improvviso un anello di questa indissolubile catena decidesse di staccarsi con l’intento di abbandonare i suoi compagni di viaggio per evitare di impazzire definitivamente?
E se, nel frattempo, qualcuno avesse puntato il suo sguardo rapace su questi cinque esemplari di inestimabile valore, riconoscendo in loro potenzialità che ben oltrepassano le leggi umane?


Tecla Pasqualini è nata a Torino nel 1981. Maestra d’Arte, Cake Designer, Educatrice d’Infanzia, Blogger e mille cose ancora, non desidera altro che vivere delle sue sole opere, sperando di solleticare l’interesse di un regista e di vedere i suoi romanzi trasformati in intriganti pellicole cinematografiche, a cui poter partecipare come sceneggiatrice. Come dita di una mano è il suo quarto libro pubblicato dopo A metà strada, Una e unica (praticamente sola) e il racconto breve Senza apparenza (inserito nell’Antologia Se scrivendo, a cura di Christian Floris), editi dal Gruppo Albatros e Tacchi sulla sabbia, uscito con la casa editrice Ideazione & Comunicazione-Collana Golia.
Iridium
(St. Jillian Saga #2)
di Chiara B. D’Oria Marika Cavaletto
Self-Publishing
Pagine: 349 (Ebook); 545 (cartaceo)
Euro 2,99 
Uscita 7 marzo 

"Essere un cacciatore comporta l’abbandonare la tua vita perché quella degli altri, quella di coloro che devi salvare, è più importante. Essere cacciatore comporta scordarsi di se stessi e perdersi tra il sangue e le battaglie, aspettando con paura e speranza il giorno seguente. [...]
È un mondo difficile quello che ci circonda e noi forse lo sappiamo fin troppo bene. Vieni travolto, scaraventato, schiacciato dalle responsabilità che questo incarico comporta e ben presto arriverà il momento in cui ti chiederai il perché. Perché proprio a me? E non avrai una risposta. Una risposta non c’è."
C’è un momento nella vita di ognuno di noi in cui ci si trova davanti a una scelta.
Cosa fare. Dove andare. Chi abbandonare.
C’è un momento nella vita di ognuno di noi in cui non si può più scegliere. Ed è in quel preciso momento che il Destino comincia a giocare.
In questo nuovo capitolo della St. Jillian Saga, i nostri protagonisti si troveranno ad affrontare ciò che hanno sempre temuto: la consapevolezza che la Morte ci cambia nel profondo e che l’Amore non è un'àncora di salvezza, ma il peso che ti affonda. Mentre la guerra fra vampiri, lican e Cacciatori diventa sempre più violenta, una Profezia avrà il potere di cambiarne le sorti. Ma il Destino, questa volta, chi pretenderà in cambio?


Entrambe nate nel '91, Chiara e Marika vedono le loro vite come intrecciate sin dagli esordi, come se la loro amicizia e la loro storia siano state, sin dalla nascita, ricamate dal Destino.  Scoprono fin da bambine la passione per la lettura e la coltivano imperterrite fino a sei anni fa, quando questa si tramuta in amore per la scrittura. Questa, passione di Chiara sin dalle elementari, è una nuova esperienza per Marika, la quale si lancia volentieri nella nuova sfida. Comincia così a delinearsi la prima bozza di LithiumDovuta a continui cambiamenti e a periodi in cui scrivere non era la priorità, la stesura del romanzo si protrae per sei anni, finché a luglio del 2013, le due autrici non lo terminano e decidono di pubblicarlo online come e-book, su una piattaforma self-publishing. Le vicende dei personaggi di Lithium le hanno coinvolte e consumate a tal punto che la piccola cittadina di St. Jillian è diventata per loro come una seconda casa, Katherine come una grande amica e vampiri e licantropi i veri antagonisti della loro esistenzaVi lascio i link per il Booktrailer, alla Pagina Facebook e al Blog della autrici.
Innamorarsi ai tempi della crisi
di M.B. 
Self Publishing
Pagine 155
Euro 0,99 (Amazon)

Dafne ha 28 anni, è carina, intelligente e vive in una piccola città toscana in tempo di crisi. Ha un mutuo che non sa come pagare, una casa che non può permettersi e un lavoro che odia. Pochi amici, anche se ottimi, e grandi difficoltà comunicative che le rendono difficili i rapporti con gli uomini e con l’umanità in generale. Perché Dafne invece di rispondere mugugna, fissa la gente, arriccia il naso e non sempre dice ciò che pensa. E se questo risulta un problema agli occhi della maggior parte delle persone, per qualcuno sembra intrigante, divertente e interessante. Quel qualcuno si chiama Alessio ed è il tassello che mancava a Dafne per essere ancora più incasinata. Perché non si è mai innamorata prima di allora, e la paura è così tanta da decidere di non baciarlo, fino a quando… 



M.B. nasce negli anni ’80 ad Arezzo, in Toscana, la città in cui vive con il marito. Ha iniziato a capire quanto le piacesse leggere a dodici anni, quanto scrivere a diciassette, e da allora non ha più smesso. Ama le tragedie greche, i romanzi rosa, i romanzi storici, i grandi classici e ultimamente ha una passione sfrenata per i fantasy e la fantascienza (insomma… tutto!). Innamorarsi ai tempi della crisi è il primo libro che pubblica, ma il quarto, circa, che scrive, senza considerare i racconti brevi e tutte le storielle che ogni tanto butta giù da qualche parte. 
L'appendifiabe
di Silvia CasiniLa Ragazza con gli Occhi Verdi
Nadia Camandona Editore
Pagine 129
Euro 0,99 (Amazon)

Un libro per chi ama sognare con le parole.
Sanno di battiti vibranti, di un mondo profondo, di terre aride sotto un cielo terso, di una gentilezza inaudita, di distanze infinite. Fanno parlare personaggi abituati alla noncuranza, che si aggiustano le ferite sorridendo. Raccontano l’amore, la paura, la mancanza e più di mille strappi. L’appendifiabe è un concentrato di lettere e di micro-racconti che narrano la storia di un amore impossibile più a fondo di quanto potrebbe fare un intero romanzo. Con la loro scrittura surreale, le autrici colgono gesti e parole che in un attimo svelano timori, incredulità e tenerezza. Muovono i loro protagonisti con tempi di entrata e di uscita, che dominano gli attimi. L’appendifiabe è un insieme di lampi, di storie, di schegge che compongono un puzzle poco a poco. È una raccolta di narrativa breve, fatta di tante scene e di tante voci: ma il ritmo è uno solo. Amanti della flash fiction e delle short stories, i loro racconti sono intensi, emozionanti e pieni di saggezza.

Silvia Casini, dopo aver conseguito una laurea breve in Interpretariato e Traduzione, si laurea in Lingue e Letterature Straniere, per poi ottenere un Business English Certificate a Cambridge e studiare comunicazione integrata. Attualmente, si occupa di critica cinematografica e collabora con diversi siti e testate giornalistiche. Assieme alla blogger La Ragazza con gli Occhi Verdi (Lara Cove), è autrice del libro Magia e altri amori. Pensieri e micro-racconti strampalati alla fermata del treno edito da Edda Edizioni.
Lara Cove (La Ragazza con gli Occhi Verdi) è una lit-blogger. I suoi micro-racconti traggono spunto dall’arte, dal cinema, dalla musica e vengono pubblicati da diversi siti e riviste on-line.
Rossa
di Maddalena Rinaldo 
Indies g&a
Pagine 101
Euro 4,99 - 1,99 per tutto Marzo (Amazon)

Rossa è la sua guerra. Rossi i suoi capelli. Rosso il sangue della sua lotta contro un nemico che si rivela quando ha quindici anni. Rossa è la chemioterapia. La storia vera della battaglia di una ragazza, non importa contro cosa e contro chi. L'obiettivo è vivere. Una guerra estenuante, senza esclusione di colpi. Una bambina si fa donna, ma il rito di transizione non è una passeggiata. Proprio no. Il nemico è doppio e lei è costretta a combattere contro il tumore e contro l’adolescenza. Finché uno dei due diventerà suo alleato. Il tumore.

Maddalena Rinaldo, di nascita milanese, di adozione romana, è ritornata alle origini trasferendosi a vivere a Milano, dove oggi fa la mamma a tempo pieno. Subito dopo il diploma classico, ha lavorato come editor televisiva per quattro anni e adesso, ventisettenne, pubblica il suo primo romanzo Rossa per Indies g&a. 

Alla prossima :3

14 commenti:

  1. Quello che più mi incuriosisce è "Innamorarsi ai tempi della crisi", sembra davvero carino.. trovo poi che abbia una cover deliziosa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cover è carinissima, si fa subito notare! ^-^

      Elimina
  2. Iridium mi ispira, ma prima devo leggere Lithium ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem per me! Lithium lo avevo già da un pò e con l'uscita del seguito ho una bella scusa per cominciarlo :D

      Elimina
  3. Grazie mille per la segnalazione! ^^

    RispondiElimina
  4. Grazie mille Rosa! ^_^

    RispondiElimina
  5. Rosellina! Iriudium e Innamorarsi ai tempi della crisi (quant'è dolce Dafne) mi attraggono troppo!
    Tu comunque me lo fai apposta e la devi smettere -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che Dafne mi somiglia un pochino? XD
      Nuo, non la smetto :P
      Un bacione cara!

      Elimina
  6. anche a me ispirano iridium e innamorarsi ai tempi della crisi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora che è uscito Iridium ho finalmente la spinta per cominciare Lithium che mi aspettava da un bel pò!

      Elimina
  7. 'Iridium' *-* Non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3