venerdì 4 settembre 2015

Recensione: Ombre fatali | Una cosa pericolosa - Josh Lanyon (Adrien English #1, #2)

Ombre fatali
(Adrien English #1) 
di Josh Lanyon 
Triskell Edizioni 
Anno 2015 
Pagine 202 
Isbn: 9788898426485

Nessuno ama i lunedì mattina, ma per Adrien English, libraio e aspirante giallista, la giornata si trasforma in un autentico incubo quando due investigatori della omicidi bussano alla sua porta per informarlo che Robert, suo impiegato e amico dai tempi del liceo, è stato trovato accoltellato in un vicolo. 

Incredulo e sconvolto, Adrien si troverà a fare i conti con un cuore malandato, i sospetti della polizia, le attenzioni ossessive e inquietanti di uno stalker che potrebbe anche essere l’assassino di Robert, e Jake Riordan, il ruvido ma attraente detective assegnato al caso. 
Riuscirà Adrien a trovare il vero colpevole senza mettere a repentaglio la sua vita… e il suo cuore? 


Prima avventura di Adrien English, il protagonista che dà il nome a questa serie di romanzi gialli/thriller a sfondo m/m molto, molto carini e sufficientemente intriganti e appassionanti. In Ombre fatali conosciamo per prima cosa Adrien, "con la E" mi raccomando, un librario appassionato di romanzi gialli e polizieschi e aspirante scrittore, un personaggio particolare tutto da scoprire, con le sue virtù e le idiosincrasie, e fatemelo dire, con la spiccata propensione nel cacciarsi nei guai e nel ficcare il naso dove spesso non dovrebbe. E qui i guai cominciano quando il suo migliore amico e collega di lavoro Robert viene assassinato. Chi ha fatto questo e perchè? Le indagini mirano subito a scavare nel passato dell'uomo, nella cerchia di amici, colleghi, nemici e amanti di Robert e per forza di cose a girare sempre più spesso intorno a Adrien, che è stata anche l'ultima persona ad averlo visto vivo. Sorge il sospetto che ci sia qualcuno che vuole dare fastidio alla comunità omosessuale. E quando poi il poliziotto incaricato di investigare, Jake Riordan, si scopre un gay che rifiuta di ammettere di esserlo, Adrien comincia a sospettare indiscriminatamente di tutti quelli che conosce e che conoscevano Robert e a indagare su  un episodio singolare che accadde anni fa al liceo.
Un pò come accade spesso nei classici gialli, durante le indagini si scopre che sono molti quelli che avrebbero voluto e potuto far fuori Robert. La parte dell'indagine comunque è un pò sui generis e, il misterioso assassino è facilmente intuibile, anche se preciso che questo dipende sempre da che genere di romanzi gialli e thriller siete abituati a leggere, e io in questo caso sono molto esigente. Però alla fine tutto coincide alla perfezione e questo è l'importante per me. Lo stile narrativo, che utilizza il pov in prima persona di Adrien, è accattivante e la storia acchiappa fin da subito, tant'è che io sono riuscita a leggerlo in una sola giornata, tanto mi aveva coinvolta. Un pò il finale mi ha delusa, ma perchè appartiene a quella categoria di finali che troncano la storia a metà, e ciò lascia molta curiosità in noi lettori. Soprattutto nel vedere come si evolverà la strana 'amicizia' tra Adrien e Jake. Buon romanzo, consigliato soprattutto agli appassionati del giallo classico.
Tre stelle e mezzo

Una cosa pericolosa 
(Adrien English #2) 
di Josh Lanyon 
Triskell Edizioni 
Anno 2015 
Pagine  212
Isbn: 9788898426577

In preda al blocco dello scrittore e frustrato dalla sua problematica relazione con Jake Riordan, fascinoso ma non ancora dichiaratamente gay detective della polizia di Los Angeles, il libraio e scrittore di gialli Adrien English decide di andare a trascorrere un po’ di tempo a nord, nella tenuta lasciatagli dalla nonna materna, dove trova un cadavere ad attenderlo nel vialetto d’ingresso. All’arrivo dello sceriffo, però, il corpo è scomparso e Adrien si trova ancora una volta a improvvisarsi investigatore. Ma quando la situazione si fa pericolosa e potenzialmente letale, Adrien è costretto a rivolgersi a Jake. 

Jake potrà avere le idee confuse riguardo a un mucchio di cose, ma è disposto a tutto pur di tenere in vita l’uomo per il quale sta cominciando a provare qualcosa. 
In questo secondo volume della serie, che mi è piaciuto di più del primo, ritroviamo Adrien in piena crisi personale: gli affari della sua libreria vanno bene ma sono sempre frustranti e alla soglia della pubblicazione del suo primo romanzo si ritrova ad affrontare un blocco dello scrittore enorme. E inoltre, se ciò non bastasse, il rapporto con Jake è assurdamente indefinito. Sono amici? Possibili amanti occasionali? O insieme possono aspirare a qualcos'altro di più importante? Il problema di base è che Jake non ammette di essere gay, e Adrien allora si prende una pausa, molla tutto per un pò e decide di andarsene a passare qualche giorno in solitudine nel vecchio ranch di sua proprietà lasciatogli dalla nonna. Appena arriva lì, però, scopre il cadavere di un uomo proprio davanti casa sua. Ve l'avevo detto che Adrien ha la spiccata propensione a cacciarsi nei guai, no? Beh, accadde anche se siano i guai a trovarlo, volente o nolente.
Ma accade l'impensabile, e un battito di ciglia dopo, il cadavere scompare. La polizia locale non crede a ciò che Adrien subito denuncia. 
E quindi chi indagherà sul probabile omicidio? Adrien, ovviamente. 
E in suo soccorso arriverà Jake, cosa non tanto ovvia, ma assolutamente quello che speravo.
Tra campi di marijuana e una squadra di archeologi universitari, tra leggende indiane che parlano di spiriti Guardiani, ricercatori risalenti ai tempi d'oro e vecchie miniere abbandonate che celano antichi segreti, Adrien e Jake vivranno un avventura investigativa davvero speciale, che li metterà in pericolo, certo, ma li avvicinerà come amici e, forse, li spingerà a diventare qualcosina di più...
Ritmo incalzante e storia molto appassionate, anche qui l'autore crea una bel mistero intrigante al punto giusto e soprattutto devo dire che Adrien questa volta mi ha fatto morire dal ridere per alcune sue uscite del tutto spettacolari. Mi è piaciuto anche l'avvicinamento con Jake, insieme li vedo proprio bene ecco e toccano quella parte del mio cuoricino che aspira a qualcosa del tipo "due cuori per un delitto".
Tre stelle e mezzo

6 commenti:

  1. Aspettavo la tua recensione perchè la trama mi incuriosiva parecchio ma, avendone già molte all'attivo, faccio fatica a intraprendere nuove serie. Tuttavia pizzico di rosa + giallo = storia a cui devo assolutamente dare una chance. Sono libriccini anche molto brevi, potrei dar loro presto una chance ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si leggono davvero in poco, il primo l'ho finito in un giorno, il secondo in due, e si,la love story con il giallo mi stuzzica parecchio la fantasia ^^ Diciamo che mi aspettavo qualcosina di più, ma va bene lo stesso :) Fammi sapere che te ne pare poi!

      Elimina
  2. Oh per la miseria!! Amo le cover italiane e straniere!! Quel che di tempesta che mi piace *-*
    Devo dire che la storia mi intriga moltissimo perché è interessante e poi perché adoro i thriller...
    Me gusta, però i tuoi voti (anche se non troppo bassi) mi scoraggiano un pò -_-
    Forse li metto in lista. Tu che dici? Cioè, io voglio una storia travolgente non carina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cover italiane sono azzeccatissime (lui è Adrien!!!), e quelle originali le adoro :3
      Okay, ti dico, Ombre fatali è carino assai, Una cosa pericolosa comincia a essere piuttosto travolgente... secondo me questa è una seria che più va avanti, più ingrana e conquista. Punto tutto su Jake, te lo dico ;D

      Elimina
  3. Non conoscevo questa serie ma me la serio perché sembra promettere bene! *_* Passando da te scopro un sacco di letture promettenti!!! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ma anche da te non si scherza ^_^ Fammi sapere che ne pensi!

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3