giovedì 10 settembre 2015

Recensione: Il ribelle - J.R. Ward (The Moorehouse Legacy #1) | Sognando te - Lisa Kleypas (Gambler #2)

Il ribelle 
(The Moorehouse Legacy #1) 
di J.R. Ward
Harlequin Mondadori 
Anno 2015 
Pagine 250

Bello e dannato, Nate Walker non ha mai evitato di seguire i suoi sogni, anche se questo ha significato intraprendere la strada più difficile e lasciare la ricchezza della sua famiglia e una donna di cui era innamorato, ma che in realtà puntava solo al suo denaro.

Diretto a New York, è convinto che niente possa impedirgli di aprire il suo ristorante a cinque stelle, finché un guasto all'auto lo costringe a fermarsi al White Caps Bed & Breakfast, o meglio nella cucina della sua proprietaria, Frankie Moorehouse, che gestisce la dimora di famiglia nonostante le notevoli difficoltà organizzative ed economiche. L'ultimo problema in ordine di tempo è stata la fuga del cuoco senza preavviso che l'ha lasciata in balia del caos più completo, almeno fino all'arrivo di Nate. Senza averlo cercato, lui si ritrova tra le mani un lavoro di cui non ha veramente bisogno. Resterà lì fino al Labor Day, questo è l'accordo che stipula con la coriacea Frankie. Ma col passare dei giorni il suo interesse si sposterà dalla cucina del bed and breakfast alla sua indipendente e risoluta proprietaria sebbene lui sappia già che con una come Frankie un'avventura con data di scadenza è da escludere.
Potevo mai lasciarmi sfuggire questa uscita che porta la firma di J.R. Ward? Certo che no! Io di questa autrice leggerei anche la lista della spesa, come si suol dire! Il Ribelle, primo volume di The Moorehouse Legacy, serie contemporary romance, è anche una ristampa il cui titolo precedente era Beauty and the Black Sheep
Una parola per descriverlo? Sensuale, spassoso e romantico. Beh, si, sono tre, ma una non bastava xD
L'impostazione è quella classica dei romance, la love story tra Nate, sexy chef costretto a fermarsi nel b&b di Frankie, integerrima direttrice del b&b in questione, con un sacco di problemi economici, almeno per la prima parte è molto classica, poi a un certo punto si cambia livello e i personaggi acquisiscono una profondità maggiore, sia a livello singolo che come coppia, cosa che permette alla storia di distaccarsi dai clichè del genere. Frankie e Nate sono una coppia fantastica, della serie non-ti-posso-sopportare-anche-se-mi-piaci-un-casino, i siparietti e i dialoghi tra loro oscillano tra il divertente e il sexy con molta facilità. 

«Che ne diresti di venire con me da qualche parte?» Nate sorrise con noncuranza, ma lei non si lasciò ingannare. I suoi occhi avevano quell'espressione determinata che cominciava a conoscere anche troppo bene. Non riusciva a credere di averlo scambiato per un vagabondo senza meta. Quell'uomo non aveva niente di volubile. «All'inferno» borbottò. «Non proprio la reazione che speravo. E non risponde neppure alla mia domanda. 
«Ho solo la sensazione che sia il posto dove sono diretta, se mi lascio coinvolgere da te» disse Frankie indietreggiando.
«E perché mai?»
«Buonanotte, Nate.»
«Non ho intenzione di mollare, sai.»
«Sei sempre così insistente?»
Lui tracciò con lo sguardo la linea delle sua labbra. A quanto pareva stava diventando un'abitudine.
«Quando trovo qualcosa che voglio, assolutamente.»
La narrazione scorre che è una bellezza, si avverte anche quella sottile ironica che è tipica della Ward e che viene totalmente alla luce nei romanzi della Confraternita. Non si può fare a meno di innamorarsi del calore sensuale di Nate e della testardaggine nel voler fare tutto da sola di Frankie; i personaggi secondari poi non sono  lasciati a loro stessi, anzi, vengono impostate le basi per quelle che, è altamente intuibile, saranno le storie future, in particolare quella che riguarderanno  Joy, bella e solare come un angelo, e Alex, rispettivamente sorella e fratello di Frankie. Insomma, un inizio di serie piacevolissimo, un must read per la amanti del buon romance e per le fan della Ward come la sottoscritta!
Quattro stelle

Sognando te 
(The Gamblers #2) 
di Lisa Kleypas 
Oscar Mondadori
Anno 2008 
Pagine 356 
Isbn: 9788804577393

Nell'Inghilterra dell'Ottocento Sara Fielding passa il tempo a creare storie che fanno sognare, nel sicuro rifugio di un cottage di campagna. La sua vita tranquilla viene sconvolta quando, spinta dalla curiosità, si avvicina al bellissimo Derek Craven, che è riuscito a riscattarsi dalla povertà estrema della sua infanzia e ora è il re della più prestigiosa casa da gioco londinese. Derek è diventato ricco, ma anche sospettoso, duro di cuore; e quando la dolce, innocente, beneducata Sara entra nel suo mondo pericoloso qualcosa cambia. Da ragazza timida e semplice, Sara si trasforma in una donna di gran fascino, mentre il cinico Derek impara a cedere alle lusinghe e alle promesse dell'amore.

Sognando te è stata quasi una lettura obbligata tra la vasta produzione di historical romance firmati Lisa Kleypas, anche perché a furia di sentirne parlare da Giulia, mi sono talmente incuriosita che dovevo assolutamente fare la conoscenza di cotanto Derek Craven... e che piacere è stato conoscerlo! Un romanzo appassionante fin dalla prima pagina, può sembrare che all'inizio segua i clichè del genere - ossia lui pericoloso libertino amante delle donne, dei soldi e della libertà che non ci pensa proprio a sposarsi e lei ingenua fanciulla della buona società che non conosce gli uomini e la passione e che pensa solo a fare un buon matrimonio -, ma così non è, prima di tutto perché i due protagonisti sono caratterizzati bene e in modo alquanto originale e molto umano
Certo, Sara è ingenua ma non in modo tale da risultare fastidiosa e far alzare gli occhi al cielo chi legge; lo stesso dicasi per Derek, che non è un libertino senza scrupoli, anzi li scrupoli ce li ha soprattutto nei confronti di Sara, la zitella che lo ha colpito per la sua accesa curiosità e amore per la vita. Derek è caratterizzato proprio bene anche a livello psicologico, la sua evoluzione che porta ad un'apertura di sentimenti, da quella che è all'inizio la sua incapacità di amare e essere felice, è graduale e assolutamente convincente. 
Una bella storia d'amore in cui non manca anche un pizzico di mistero e suspence. Un must read della letteratura romantica!
Quattro stelle

10 commenti:

  1. Riguardo al libro della Ward la pensiamo praticamente allo stesso modo :) Non sai quanto sono felice che "Sognando te" ti sia piaciuto.Ti confesso che prima di leggere la recensione ho dato una sbirciatina alle stelline che gli avevi assegnato :D Sono contenta che tu abbia apprezzato fare la conoscenza di Derek Craven.Il suo passaggio da super cinico a orsacchiotto amoroso con gli artigli pur sempre affilati è emozionante. "Sognando te" è speciale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente ho rivalutato i contemporary della Ward, anche se ovviamente la BDB è sempre la sua opera migliore! Sognando te mi è piaciuto tanto, tra l'altro mi sa che era il primo historical firmato Kelypas che leggevo! Pollici in su per Derek! Vorrei anche recuperare il primo, Infine tu, se non mi sbaglio :D

      Elimina
  2. Il mio primo esperimento con Lisa Kleypas è fallito miseramente, ma prima o poi le darò un'altra possibilità; il primo libro è probabilmente uno dei rari casi in cui la cover originale è peggio dell'edizione italiana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cosa avevi letto della Kleypas che non ti aveva convinto? Mi sfugge al momento... io di suo ho letto la serie Travis e Friday Harbor, del genere contemporary, e mi erano molto piaciute! E anche son gli historical non se la cava male, anzi!
      No, dai, a me la cover italiana non dispiace, e neanche quella originale! Quella della prima edizione inglese invece non si può proprio guardare ç_ç

      Elimina
  3. Ciao! :) Complimenti per le recensioni, sembrano prometter bene tutti e due! *_* (Quindi, manco a dirlo, me li segno!!! ;) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Sia! ^_^ Spero che quello della Ward ti piaccia!

      Elimina
    2. Brava Sia! ^_^ Spero che quello della Ward ti piaccia!

      Elimina
  4. Certo che non potevi lasciarti sfuggire la Ward e il suo Ribelle! Alla faccia nostra -_-
    Comunque non ho letto pareri favorevolissimi. La tua è la recensione più entusiasta in cui mi sono imbattuta. Per quanto riguarda la Kleypas ho sentito parlare un sacco di questo libro e di Derek in particolare, prima però mi voglio leggere Infine tu ;). Sono contenta che gli hai dato 4 biscotti stellati ma da te mi aspettavo qualcosa di più -_-
    Sei una sola >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto! Io che non leggo una pubblicazione della Ward!? Mai! :D Si, lo so, non è stato accolto benissimo, ma a me è piaciuto ^^
      Uhm, no dai, quattro stelle ci sta per Sognando te..

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...