venerdì 17 giugno 2016

Recensione (mini): Tutto in una sola notte | E' stato solo un gioco - Kylie Scott (Stage Dive #1|#2)

Tutto in una sola notte 
(Stage Dive #1) 
di Kylie Scott 
Newton Compton Editori 
Anno 2015 
Euro 12,90

La festa dei 21 anni.
Una notte a Las Vegas.
E se ti risvegliassi sposata con il chitarrista della band del momento?
I piani di Evelyn Thomas per festeggiare il suo ventunesimo compleanno a Las Vegas erano grandiosi. Non aveva certo previsto di svegliarsi sul pavimento del bagno, con i postumi di una sbornia madornale e con un uomo tatuato, seminudo e molto attraente nella sua stanza. E, ciliegina sulla torta, un diamante al dito grande abbastanza da spaventare King Kong. Se solo riuscisse a ricordarsi come tutto ciò possa essere accaduto, sarebbe già qualcosa…
Lui si ricorda tutto, invece: si chiama David, è il chitarrista della rock band di successo Stage Dive, e da meno di dodici ore pare sia il marito di Evelyn. E adesso? Che cosa faranno? E se non si fosse trattato solo di un errore dovuto all’alcol?
I got a hangover, whoa! I've been drinking too much for sure :D
Quello di Kylie Scott è certamente un romanzo piacevole, una lettura adatta a chi cerca qualcosa di leggero, poco impegnativo, con una storia d'amore mooolto sexy e al contempo romantica anche se con qualche clichè sparso qua e là. 
Certo, svegliarsi a Las Vegas e trovarsi sposata a una leggenda del rock è quantomeno scioccante, ma mai quanto scoprire che, magari, tra i due chiamati in causa, c'è la piccola opportunità da cogliere al volo per creare qualcosa di più solido e duraturo che coinvolga i sentimenti reciproci. La coppia dei protagonisti mi ha proprio convinta, insieme stanno benissimo. 
David è come ti immagineresti nel privato una star musicale: un'artista un po' trasognato, viziatello e arrogante, che nasconde un lato sensibile e romantico. Evelyn è tosta, non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, anche se qualche volta lascia troppo correre... ma chi non l'ha mai fatto quando si tratta di faccende del cuore? 
Tra i personaggi secondari, spiccano sicuramente gli altri due dei componenti della band di David, gli Stage Dive, che saranno poi i protagonisti dei libri a seguire: Malcom, batterista e "sciupafemmine", e Jimmy, il fratello di David (e tra i due sembra non scorrere buon sangue), alle prese con dipendenze davvero brutte. Primo della serie Lick, si può benissimo leggere come autoconclusivo.
Tre stelle
E' stato solo un gioco 
(Stage Dive #2)
di Kylie Scott
Newton Compton Editori 
Anno 2015 
Euro 12,90

Mal Ericson, batterista di un famoso gruppo rock emergente, ha bisogno di ripulire la sua immagine in fretta e farsi vedere con una brava ragazza potrebbe servire allo scopo. Sia chiaro: Mal non ha alcuna intenzione di rendere questo cambiamento permanente. Che cosa succede, però, se la ragazza che incontra è proprio quella giusta? Anne Rollins non avrebbe mai pensato di incontrare il dio del rock i cui poster ricoprivano le pareti della sua camera da letto quando era una ragazzina. Almeno non in circostanze del genere. E poi Anne ha bisogno di soldi. Molti soldi. Ma giocare a far finta di essere la fidanzata di un batterista dalla vita sregolata, che passa da una festa all’altra, potrebbe non portarle nulla di buono.
Più Malcom Ericson per tutte! Se ho adorato questo secondo volume della serie è tutto merito del sexy batterista della band, l'anima delle feste e lo sciupafammine che sa di esserlo Mal. Bello, bello, bello. Sa farti ridere, sa essere dolce e sexy e irriverente allo stesso tempo. Ma sotto tutta l'energia infinita e il sorriso sornione, Mal nasconde un vero cuore tenero che sta soffrendo per qualcosa che non può assolutamente evitare.
E mi è piaciuto che la protagonista femminile, Anne (per tutti, Zucca per Mal), abbia saputo tenergli testa fino alla fine. La ragazza infatti in uno schiocco di dita si ritrova a convivere con il famoso batterista rock più apprezzato e amato in circolazione, proprio lei che da adolescente aveva la camera tappezzata con i suoi poster. Da una situazione improbabile, scopriremo che Anne e Mal si completano e si attraggono: lui le insegnerà che non deve svendere il suo affetto, lei che deve affrontare i problemi senza perdere la testa, perchè non sarà mai solo a doverli fronteggiare. Ci sono amici e familiari che gli staranno accanto qualsiasi cosa succeda.
Divertente, sexy, leggero e con una punta di drama che lo rende un romanzo leggero ma non per questo insignificante. Meraviglioso direi.
Quattro stelle

12 commenti:

  1. Ciao Rosa! Mal rimane uno dei miei personaggi preferiti della serie, il suo libro è stato ironico e divertente, davvero un romance perfetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' piaciuto un sacco anche a me! Voglio leggere anche gli altri due prima di decidere (ho un debole per Jimmy, mi aspetto tante belle cose da lui), ma per adesso sì, Mal è decisamente il mio personaggio preferito :D

      Elimina
  2. Ammetto di averli snobbati entrambi per il titolo e la cover orrendi, adesso che invece ho letto la trama e la tua recensione devo ammettere che mi intrigano parecchio *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente se non avessi sentito parlare prima della pubblicazione, anche io li avrei snobbato per gli stessi motivi U.U Cioè, le cover nostrane al confronto di quelle originali... no, niente scherzavo, non è neanche possibile fare un confronto >-<" Comuqnue come letture easy vanno alla grande!

      Elimina
  3. Non è proprio il mio genere ma non sembra per niente male! Se non avessi letto la tua recensione, probabilmente non avrei neanche provato a vedere la trama (lo so, devo smetterla di guardare le cover ç_ç). Quello che mi ispira di più è il secondo, sia per il personaggio di Mal ma, soprattutto, per quello di Anne: mi piace che sappia tenere testa agli altri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, si leggono in un niente, fanno ridere e sono romantici e sensuali al punto giusto, perciò dovresti proprio dargli una chance, magari sotto l'ombrellone ;)

      Elimina
  4. Ciao Rosellì, non pensavo ti sarebbero piaciuti ;D
    Io gli ho leggiucchiati entrambi e devo dirti che non mi hanno particolarmente intrigato, nonostante mi piace il mondo delle band, ma fino ad ora non ho mai trovato un libro soddisfacente di questo genere. >_< Bah! Le nostre cover sono inguardabili, ma che roba eh? Per questa volta passo
    Uh stai leggendo Dieci piccoli respiri *O*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao V <3 Beh, in effetti neanche io credevo mi sarebbero piaciuti, e invece... Mi dispiace che non ti abbiano intrigato. Eh, io aspetto di sapere se quello della Towle saprà conquistarti (e conquistarmi :3).
      Vabbè, non farmene parlare, che appena le ho viste ho cominciato a sbavare :Q Quella di Play è la mia preferita della quadrilogia!
      No, non lo sto leggendo, lo sto portando a spalla manco fosse un macigno U.U non mi sta piacendo per nulla, sono tre settimane che stazione sul mio comodino, leggo un paio di pagine e mi passa la voglia di continuare. Tragediaaaa T^T

      Elimina
  5. Dopo aver letto la tua recensione del primo libro stavo seriamente pensando di scartare la serie, ma ho continuato a leggere e... beh, ora sono curiosa!!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto merito di Malcom, eheheh XD Se vuoi puoi leggere anche solo uno, senza per forza recuperare l'intera serie. Così vedi se ti piace e poi decidi ;)

      Elimina
  6. Rosina,mi convinceresti a leggere di tutto! Zucca e Mal sono i due protagonisti che mi attirano di più. "E' stato solo un gioco" si può leggere come autoconclusivo? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh :D
      Sì sì, si possono leggere tutti come autoconclusivi, e anche senza aver letto il volume precedente della serie ;)

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3