sabato 10 settembre 2016

Recensione: Senza limiti | Il prezzo dell'amore - R.K. Lilley (Tristan&Danika #2|#3)

Senza limiti 
(Tristan & Danika #2)
by R.K. Lilley
Self-publishing
Anno 2015
Pagine 271
Euro 5,49

Il loro amore aveva la forza di un treno lanciato in una corsa senza controllo e il potenziale per essere altrettanto distruttivo. Il seguito tempestoso di Cose Pericolose riprende proprio da dove avevamo lasciato i protagonisti: colpiti da un'enorme perdita, Tristan e Danika lottano per raccogliere nuovamente i pezzi e costruire una vita insieme, ma le brutte abitudini sono dure a morire e difficili da rifuggire... 
Senza Limiti ci accompagna attraverso il doppio punto di vista, in un viaggio attraverso la dipendenza e il desiderio, l'amore e l'agonia e risponde alla domanda sorta alla presentazione dei due personaggi all'interno di Coi Piedi per Terra: cos'è successo fra Tristan e Danika?” 
DANIKA 
Nemmeno l'amore poteva attenuare una caduta come la nostra. Ciò che provavo per Tristan era talmente immenso da consumarmi ma anche così, non bastò a sopraffare l'unione dei nostri demoni. 
Lottai. Gridai e piansi, graffiai e calciai. Diedi tutta me stessa ma anche il guerriero più determinato deve fermarsi prima di arrivare al punto di rottura. Nessuno poteva affermare che non avessi lottato per lui. 
«Ti amo anch'io» mormorai dolcemente al suo orecchio. Lui mi strinse con maggior forza. 
«Non posso perderti, Danika, mai. Non sopravvivrei.» 
«Sono tua e non me ne andrò. Mai.» 
Ero sincera quando pronunciai quelle parole, ma la vita aveva altri progetti per noi. Io ero una combattente per natura e nessuno avrebbe potuto dire che non mi ero battuta per noi. 
Avrei dato la vita in quella lotta. 
In realtà fu ciò che quasi capitò. 
TRISTAN 
Era lei… Se mai avevo avuto dubbi, ora erano svaniti: era colei alla quale avrei pensato e desiderato fino al mio ultimo respiro. Se il giorno dopo l'avessi persa, avrei passato il tempo a struggermi. Era quel genere di amore che trovavi una sola volta nella vita. 

Il prezzo dell'amore 
(Tristan & Danika #3)
di R.K. Lilley 
Self-publishing 
Anno 2015
Pagine 323
Euro 4,59

L'IMPATTO 
Tristan ha toccato il fondo e nessuno ha sentito l'impatto più di Danika. È stata obbligata a rendersi conto nel peggiore dei modi, che l'amore non vince su tutto. Ferita, dolorante e distrutta se n'è andata per forza di cose. 
LE CONSEGUENZE 
Rimettere insieme i pezzi della tua vita dopo una tragedia è già un processo terrificante quando i frammenti sono tutti in tuo possesso. Ma in caso contrario? E se quei pezzi fossero in mano a un altro, pur restando parte della tua stessa anima? Devi scavare e lavorare con i mezzi a disposizione… Questo si ripete Danika ogni singolo giorno da anni. 
L'amore con Tristan ha fallito ogni test al quale è stato sottoposto e lei non riesce a dimenticarlo, nemmeno per un secondo. Ma nonostante quelle prove siano state davvero crudeli, non è tipo da crogiolarsi nel pietismo. 
Il fallimento è la chiave sulla quale concentrarsi, la lezione da apprendere e Danika non ha intenzione di impegnarsi per risalire la china senza averla appresa alla perfezione. 
Il RICONGIUNGIMENTO 
Sono passati sei anni da quella notte in cui tutto è cambiato e Danika si ritrova obbligata a trascorrere il fine settimana a contatto con Tristan, in occasione del matrimonio dei loro più cari amici. È trascorso abbastanza tempo per prendere in considerazione di essere nuovamente amica di Tristan senza per questo sconvolgere la propria sanità mentale, ma basta un niente per farle ricordare cosa l'avesse spinta a dimenticare. 
C'era stato un motivo per cui aveva passato l'inferno con quell'uomo, per quell'uomo; e prima c'era anche stato un paradiso. 
Danika rimane sconvolta da se stessa dopo aver ceduto in fretta a quella bramosia che non immaginava la consumasse ancora. Persino la determinazione più tenace ha un suo punto debole… 
LA CRUDA REALTA' 
Dopo tutto ciò che è accaduto, gli alti e i bassi, il dolore e i suoi effetti, riusciranno i due a solcare le acque del rimpianto più profondo, a sopravvivere alla nuova sfida rappresentata dal ritrovarsi faccia a faccia con ciò che hanno perso? Troveranno la forza di riprovarci? 
Non credevo l'avrei mai detto, ma questa trilogia di R.K. Lilley mi è piaciuta da matti! Forse il primo volume, Cose pericolose (qui la mia recensione) non mi aveva convinto del tutto, ma mi rimangio ogni cosa, perchè vista nel complesso, la storia che ci viene raccontata è davvero imperdibile, bellissima, indimenticabile! E' indubbio infatti che tra tutti le coppie che ho letto e amato, Tristan e Danika rimarranno per sempre nel mio cuore: li ho odiati, ho penato e pianto insieme a loro e alla fine ho imparato ad amarli nei loro pregi (pochi, ma importanti) e difetti (tanti ma che li rendono unici). 
Credo poi che questa trilogia sia la prima divisione del genere che abbia un senso logico nell'evoluzione della storia - troppo spesso incappiamo in un primo libro eccezionale, un secondo messo giusto per allungare il brodo e il terzo che o ci piace da matti o ci lascia con l'amaro in bocca. Invece qui abbiamo il primo libro in cui ci vengono presentati i personaggi, le situazioni passate e presenti che hanno affrontato e che affrontano, l'inizio di un amore passionale, intenso in ogni sua parte e burrascoso.
In Senza limiti facciamo una passeggiata nella parte oscura e pericolosa della sofferenza. Dopo ciò che accade a suo fratello, Tristan perde lentamente ma inesorabilmente il controllo di se stesso, della sua vita lavorativa e della sua relazione con Danika. Lo vediamo distruggersi poco alla volta, senza capire cosa sta combinando a se stesso e agli alti, senza che la povera Danika riesca a fare nulla per salvarlo. Lei ci prova, ma se una persona non capisce che sta cadendo nel baratro nero della droga e dell'alcolismo è difficile tendere una mano per dare aiuto. E alla fine si corre il rischio che proprio chi concede l'aiuto ci rimanga fregato. Danika soffrirà indicibilmente per e con e per colpa di Tristan. I due si aggrappano l'uno all'altra, ma l'amore non sempre salva le persone, non importa quanto forte e intenso sia il sentimento. Senza limiti è lo strazio più puro, il mai una gioia fatto romanzo, ne capitano di tutti i colori, tragedie su tragedie che lasciano i nostri protagonisti sfiniti e distrutti e senza speranza.
Eppure...
Ecco che arriva Il prezzo dell'amore, e fidatevi, vale la pena attraversare l'inferno per raggiungere il paradiso che questo finale ci regala, un finale meritatissimo. Passa il tempo, le ferite guariscono e rimangono le cicatrici a dimostrare che siamo ancora vivi e più forti di prima.


«Sappi che se potessi tornare indietro per evitare tutto, lo farei e che mi ritengo responsabile per tutte le brutte cose che sono capitate. Mi dispiace per il modo in cui la mia mancanza di limiti ha inciso su di te. Qualsiasi cosa tu voglia da me, io te la darò.» Ti prego, pensai, chiedimi qualcosa, qualsiasi cosa. Lascia che per una volta sia io a dare e tu a prendere. Lascia che abbia ancora un qualche ruolo nella tua vita.

Tristan e Danika sono ancora vivi mentre la vita li riporta uno sulla strada dell'altro. Non si può cambiare il passato e gli errori commessi non si possono giustificare, questo Tristan lo sa bene. Ma si può imparare, chiedere scusa col cuore e dimostrare con i fatti che non si è più quella persona autodistruttiva e instabile che si era un tempo. Danika, che è colei che per me ha pagato lo scotto maggiore, ci prova ad andare avanti, ma il suo cuore sa che il vero amore è solo con Tristan. Basta avere un pizzico di fiducia e la capacità di non lasciarsi offuscare dalla paura, dal risentimento.

«C’è questo buco dentro di me che una volta era occupato dalla fiducia, dalla fede. Adesso sono talmente piena di paure che non so come fare per fidarmi ancora di te. Non ne ho la forza, non un’altra volta.»

Un grande amore che ha pagato il suo caro, carissimo prezzo, ma se ne vale la pena, veramente la pena, allora non c'è ma che tenga...
Insomma, spero si capisca che ho adorato la storia. Diversa, intensa, straziante, due personaggi che entrano sotto la pelle e che, nel bene e nel male, rimangono nella mente e nel cuore di noi lettori. Lo stile dell'autrice è scorrevole e appassionante, alterna i punti di vista di entrambi i protagonisti per farci avere un quadro completo degli stati emotivi di entrambi. Ricco di scene sensuali e strazianti. In quattro parole? Una trilogia da leggere.
Cinque stelle

4 commenti:

  1. Che recensione magnificamente strappalacrime...
    Hai perfettamente trascritto tutto quello che rappresenta questa trilogia. Sofferenza, tormento, amore, tanto, tantissimo amore. Come hai detto tu il prezzo di questo amore è stato altissimo eppure ne è valsa la pena alla fine. Nel terzo libro Tristan mi ha fatto una tenerezza incredibile per quanto è cambiato e come si è riscattato alla grande. Mentre per Danika ho provato un'empatia assurda, povera :'(
    Io sono stata più cattivella di te perché ho dato a tutta la trilogia 4 e mezzo. Ma rimane sempre una delle mie preferite. Adesso voglio James e Bianca anche si ci siamo spoilorate tutto ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaawww, grazie Violet! <3 Io devo ancor leggera la tua, appena posso passo da te ;)
      Sì, Tristan nel terzo volume mi è piaciuto moltissimo, è maturato un sacco e ovviamente il mio cuore era tutto per la piccola Danika T^T
      Fa nulla per gli spoiler, appena possibile voglio buttarmi sulla storia di Cavendish!!! :D

      Elimina
  2. Devo smetterla di leggere le tue recensioni!!!! ;)
    La parte straziante al momento non mi ispira particolarmente, ma terrò presente la serie, perché può sempre tornare utile! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo, sennò poi come fai a scoprire nuovi libri imperdibili da leggere? :D Yep, segna da leggere per il momento giusto ;)

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3