martedì 5 maggio 2015

Recensione (mini): Celeste - Cristina Vichi | Le Figlie di Ananke. Black Light - Dilhani Heemba


Buon martedì affezionati lettori, finalmente sono riuscita a scrivere un pò di recensioni che avevo in arretrato, così oggi vi voglio parlare di un romanzo storico e di un racconto urban fantasy che ho letto tempo fa e che pur essendo di generi diversi mi sono piaciuti entrambi, pregi e difetti inclusi. Per saperne di più leggete le recensioni! :)

Celeste
di Cristina Vichi
Self-publishing
Anno 2015 
Pagine 342 
Asin: B00VDFM6IK

Celeste è una ragazza dal cuore selvaggio e impavido, con una forza emotiva talmente spiccata da riuscire a ribellarsi alla corrente ideologica di tutta la nobiltà. L’inaspettato incontro con l’amore sconvolgerà non poco la sua vita, ma lei combattiva e diffidente, cercherà di resistere con tutte le sue forze a quel turbine di emozioni profonde e sconosciute penetrate nel suo cuore senza chiedere il permesso. Il passato, però, con i suoi drammi e inganni, sta per esplodere e Celeste si trova proprio al centro di tutto, perché ciò che lei è dipende anche da avvenimenti accaduti quando ancora non era nata.
Celeste è il romanzo d'esordio di Cristina Vichi, e io ho avuto la possibilità di leggerlo addirittura prima dell'uscita ufficiale grazie al fatto che il blog ha partecipato al tour promozionale, aggiudicandosi anche l'opportunità di intervistare l'autrice - se volete leggere l'intervista la trovate cliccando qui. Devo ammettere che come esordio è abbastanza buono, certamente ci sono alcuni aspetti che possono migliorare (si può sempre migliorare nella vita), ma tutto sommato leggere questa storia è stato molto piacevole, le pagine filano che è una meraviglia e di certo non ci si annoia in quanto non mancano affatto le sorprese e i colpi di scenaQuella raccontata in Celeste è una storia dai connotati epici e fiabeschi allo stesso tempo, una storia dove c'è la classica contrapposizione del bene e del male, dove i buoni e i cattivi si affrontano e anche se la strada non sarà per nulla facile, tra tradimenti, inganni e menzogne alla fine, come di consueto, i buoni vinceranno e giustizia sarà fatta. Non manca neanche una punta di dramma, tra personaggi creduti perduti per sempre e ricongiungimenti inaspettati, e ovviamente non manca l'amore e il romanticismo che ci stanno sempre bene.

Celeste ha doti speciali, ha coraggio, determinazione, forza interiore e anche astuzia. Persone così sono rare e possono migliorare il mondo, per questo deve compiere il suo destino.


La protagonista, colei che dà il nome al romanzo, Celeste, è una ragazza impavida, coraggiosa e testarda, ha un bel caratterino. Ho apprezzato molto il fatto che la nostra eroina combatta contro le imposizione del suo tempo che considerano le donne solo e unicamente come degli oggetti, come dei mezzo che, attraverso i matrimoni combinati, servivano solo per ottenere ciò a cui gli uomini, siano essi padri e/o mariti ambivano, ossia ricchezza e potere. Grazie alla sua posizione, che non vi svelerò, dovete scoprirlo da soli leggendo il libro, Celeste avrà la possibilità di cambiare le cose e la ragazza farà tutto ciò che è in suo potere per tentare di cambiare le sorti del regno, un regno che si trova in mano a uomini corrotti e malvagi.
L'unica cosa che avrei preferito fosse trattato in modo diverso è l'ambientazione, che è poco tratteggiata e alquanto indefinita, almeno per i miei gusti; e anche alcuni dialoghi li ho trovato troppo stilisticamente distanti da quelli che si addicono all'epoca storica in cui è ambientata la vicenda.
Tre stelle
Le Figlie di Ananke. Black Light 
di Dilhani Heemba
Self Publishing 
Anno 2012 
Pagine 148 
Isbn: 9788890725821

Le Figlie di Ananke sono dei demoni che uccidono gli umani per un equilibrio superiore. Thari, oltre ad essere figlia di Ananke, è figlia di un umano e da questa specie è attratta. Ma cosa succede se la sua attenzione si posa su un umano in particolare? Lei, già demone a metà, cosa rischia nell'intrufolarsi nei vicoli di Roma, invece di combattere i Figli della Luce sui tetti della capitale?
Rischia la sua essenza di demone, la vita, forse, il cuore… 
Per avermi fatto conoscere questo racconto che vi consiglio di leggervi - scaricabile gratuitamente qui -  devo ringraziare le Belle (grazie ragazze!), altrimenti avrei rischiato di perdermi una storia urban fantasy di quelle che piacciono a me e non avrei avuto modo assaggiare lo stile di questa autrice, che mi ha colpito in positivo perchè estremamente evocativo e poetico, ha tutte le carte in regola per conquistarmi anche in un romanzo completo.
In Black Light leggiamo la storia d'amore tra Thari, una delle tante, tantissime figlie di Ananke, la personificazione del destino, della fatalità. La ragazza  si distingue dalla massa non per la sua pelle d'onice e i capelli di platino, ma per la sua capacità di provare emozioni, essendo metà demone (da non intendere in accezione negativa però), e metà umana. E proprio le sue emozioni e la sua voglia di amare ed essere ricambiata la porteranno ad affrontare delle scelte difficili che comportano grandi sacrifici e che coinvolgeranno inevitabilmente anche Ryker, il giovane umano che ricambierà il suo amore.

Ryker indugiò con le labbra sulle sue e poi allontanò il viso. Scosse il capo con un movimento leggero, un poco sconsolato. «Quando tutto questo finirà, io sarò un uomo fuori di senno», bisbigliò. «Dimmi che non è vero. Dimmi che sto solo sognando.» Lei avrebbe voluto chiedere l’esatto contrario. Dimmi che è vero, dimmi che non è solo un sogno. Si limitò a fissarlo in silenzio, fino a quando lui tornò a baciarla.


Mi è piaciuto veramente l'uso e lo sviluppo dei miti che sono alla base della storia e l'ambientazione nella capitale romana. Il finale è di quelli che risolvono tutto e fanno sentire davvero ben ripagato il tempo speso per dedicarsi alla lettura di una storia breve. L'unica cosa che mi sento di segnalare come stonata è appunto la forma del racconto, pubblicato a puntate sul web, che purtroppo non dà il giusto respiro ai personaggi e ai loro sentimenti, soprattutto all'inizio quando la nascita del legame tra Thari e Kryer non ho capito bene come sia nato. I personaggi nel complesso hanno una buona caratterizzazione e tra quelli secondari spicca sicuramente Iside, con quella sua parlata strana e l'amore per le scarpe.
Tre stelle

15 commenti:

  1. I romanzi di Dilhani Heemba mi ispirano tanto, prima o poi dovrò leggere qualcosa! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo proprio che ci farò un pensierino pure io! :D

      Elimina
  2. Anch'io ho apprezzato molto il coraggio e la determinazione di Celeste :)
    Le figlie di Anake non lo conoscevo ma mi incuriosisce.. e poi mi piace l'ambientazione a Roma ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Celeste è una eroina diversa dal solito, mi piace! ^^ Le figlie di Ananke si legge d'un fiato e ripaga il tempo speso pur essendo solo un racconto!

      Elimina
  3. Rosellina, mi vergogno ad ammettere che devo ancora leggere Celeste. >_< Devo trovare il tempo per gustarmelo perché gli ebook mi sono scomodissimi ma questo non posso perdermelo. Dalle prime pagine poi mi attirava un sacco. *-*
    Io amo le fiabe ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco V., io ho dovuto fare una pausa dagli ebook perchè mi stavo affaticando troppo gli occhi a leggere dallo smartphone u.u Mi ci vuole un bel ereader! Comunque Celeste è una lettura molto carina, aspetto di sapere che ne pensi! ^^

      Elimina
  4. Grazie mille Rosa per questa recensione che, anche se "mini", come l'hai definita tu, tocca diversi aspetti del romanzo! Sono contenta che tu abbia trovato questa lettura piacevole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina, grazie e te per avermi dato la possibilità di leggerlo in anteprima, e per i ringraziamenti finali che sono stati davvero apprezzati!!! *O* Ti auguro il meglio per la tua avventura!

      Elimina
  5. Complimenti per le recensioni, mi hai incuriosita parecchio! :)

    RispondiElimina
  6. Anche io ho letto da poco Celeste,sono sicura che l'autrice con i dovuti miglioramenti abbia un futuro nella scrittura,un romanzo carino e scorrevole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, le basi buone ci sono, e come dicevo nella recensione, si può sempre migliorare e a Cristina auguro con tutto il cuore di crescere sempre di più! ^^

      Elimina
  7. Wow! Grazie mille, Rosa, Thari ne sarà molto contenta ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di niente, sono contenta di averti "scoperto",. sicuramente leggerò gli altri tuoi romanzi!!! :) Oh, beh, un salutone anche a Thari! ;)

      Elimina
    2. Allora preparati, gli altri sono luuuunghi e succedono un saaaaacco di cose! :p
      A presto
      Dil

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...