venerdì 15 maggio 2015

Recensione: Campari a colazione - Sara Crowe

Campari a colazione
di Sara Crowe
Harlequin Mondadori
Anno 2015
Pagine 358
Isbn: 9878869050077

Nel 1987, il mondo di Sue Bowl cambia per sempre. Sua madre muore, lasciandola con la sensazione di aver perso una parte vitale di sé. E come se non bastasse, suo padre se la fa con un'orribile mangiatrice di uomini di nome Ivana. Ma la madre le ha sempre detto di fare del proprio meglio con quello che ha, e ciò che le è rimasto sono il suo amore per la scrittura e una zia a dir poco stravagante. Così Sue si trasferisce per un po' nella malmessa magione di famiglia di zia Coral, Green Place, insieme a un numero sempre crescente di eccentrici personaggi. Qui avrà modo di scrivere - anche se forse non è quella grande scrittrice che credeva - e di imparare cos'è l'amore. Avrà tempo di crescere e di fare pace con il passato.



Era da un pò che non leggevo un romanzo intenso che con una tale semplicità riuscisse a toccare argomenti delicati importanti e allo stesso tempo essere leggero e divertente. Si, lo so che detta così sembra un controsenso, ma l'autrice riesce davvero bene ad alternare scene intense emotivamente con altre frizzanti e caratterizzate da quella ironia sottile che non fa di certo sbellicare, ma ridere di gusto. Definirei Campari a colazione un romanzo familiare ed eterogeneo, poichè appaiono tanti personaggi, come Delia e la sua viziata figlia Loudolle, l'ammiraglio Little Avery, il timido Joe, solo per farne degli esempi, tutti diversi per età e carattere che rimangono impressi al lettore. Ognuno di loro ha il proprio vissuto e porta con sè un piccolo o grande contributo alla vicenda generale. Le due voci principali però sono affidate a Sue e Zia Coral, che parlano attraverso i loro diari personali. 
Un'attenzione speciale va a quello di Zia C., una specie di zibaldone in più volumi pieno di ricordi, aneddoti, ricette, liste delle cose da fare, lettere personali e quant'altro che rappresentano una testimonianza tangibile della vita di Coral e di coloro che da sempre insieme a lei hanno animato e riempito di vita le stanze di Green Place, la dimora dei Garden da generazioni. Da sola l'immensa proprietà tanto avrebbe da dire, e difatti nasconde tuttora dei segreti che neanche la stessa proprietaria potrebbe scoprire e spiegare. E zia Coral è un personaggio unico, una donna frivola e allo stesso tempo profonda, che cela una grande vita interiore che solo in pochi riescono a cogliere appieno. E una di questa persone è appunto sua nipote Sue.


Per farmi sentire un pò della sua presenza zia Coral mi ha lasciato il suo zibaldone perchè lo leggessi prima di dormire. Cinque volumi di pensieri e ritagli riguardanti la sua vita. Lo trovo affascinante. Anche se mi sembra buffo pensare che zia Coral ha un passato. 


Sue è una ragazza estremamente ingenua e molto dolce che, dopo la perdita della madre, morta suicida, e visti i problemi col papà, viene invitata a passare del tempo con la zia. Durante l'anno a Green Place circondata dall'affetto stravagante e consolatorio di zia Coral e la variegata quanto improbabile compagnia che si verrà a creare intorno a lei, Sue affronterà molte esperienze, dalle prime cotte alle delusioni d'amore, fino alla scoperta che la vita è dolce amara per tutti, anche per chi è adolescente non lo è più da un pò. Come dicevo prima, Green Place e i suoi abitanti nascondono dei segreti, e tempo ci vorrà, ma alla fine questi segreti e le bugie che sono rimaste nascoste nella polvere per troppo tempo verranno a galla, sconvolgendo il mondo di Sue e Coral. Ciò che imparerà è che non bisogna mai smettere di credere in se stessi e nell'amore che ci circonda


Non avevo mai bevuto Campari a colazione, è una cosa che si fa in momenti di grande sconforto. E lì l'alcol, l'ora e il silenzio hanno portato al primo vero bacio della mia vita.


I momenti di leggerezza però sono tanti, molti dovuti alle riunioni del Gruppo Irsuto di Egham capeggiata da zia C. per aiutare Sue, che sogna di diventare una scrittrice famosa, a esercitarsi e migliorarsi nella scrittura. Un circolo di scrittura che parte in sordina ma che diventerà sempre più numeroso e apprezzato. Lo stile della narrazione è molto scorrevole e rispecchia appieno le caratteristiche delle due protagoniste. Insomma questo è un romanzo che vi farà sorridere e forse spuntare qualche piccola lacrimuccia. Da leggere!
Tre stelle e mezzo

25 commenti:

  1. Bella recensione! Questo romanzo mi incuriosisce ancora di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alexis :3 Sono contenta!

      Elimina
  2. La prima cosa che colpisce del romanzo è senza dubbio la cover, ma da come ne hai parlato sembra anche una buona lettura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si, è un romanzo godibilissimo! La cover ha dei colori così sgargianti, mi piace molto :)

      Elimina
  3. Ma che carino.. mi ha da subito incuriosita questo libro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii, mi ricordo che ti aveva incuriosita! Beh, come lettura merita! ^-^

      Elimina
  4. Mi piacerebbe leggerlo! La trama mi ha attirato subito! ^^

    RispondiElimina
  5. recensione accuratissima come sempre...mi hai incuriosita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Licia, scommetto che ti potrebbe piacere! ^-^

      Elimina
  6. Rose, ma non pensavo che fosse davvero così carino, dolce e triste *-*
    Mi piace proprio il fatto che la trama suscita sensazioni così particolari dandole un tocco di particolarità in più. Bella recensione come sempre.
    P.S. Hai riniziato a leggere cento libri alla volta? ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io me l'aspettavo così, invece mi ha sorpreso, molto carino! Thanks Vi! :D
      Ahahahah, si sono alle prese con più libri, dovrei smetterla, ma è più forte di me >-<

      Elimina
  7. Ooh grazie, Rosa *-* sono alla ricerca di libri non troppo impegnativi, questo mi incuriosisce ^^

    RispondiElimina
  8. Ooh grazie, Rosa *-* sono alla ricerca di libri non troppo impegnativi, questo mi incuriosisce ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, beh, questo è un ottima scelta allora, poco impegnativo ma non del tutto privo di contenuti, anzi! ^^

      Elimina
  9. Sembra bello! Ho iniziato a seguirti =)
    http://lucetta91.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucetta! Grazie, passo da te! :)

      Elimina
  10. Prima di leggere la tua recensione avevo sempre snobbato questo libro, perché sono superficiale e mi ero fermata alla cover, che non mi piace. Non avevo neanche letto la trama. Ma la tua recensione mi ha fatto ricredere. Sembra davvero carino , quindi me lo segno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, dai la cover è simpatica, però ti capisco, anche a me qualche volta capiti che mi fermi alla cover senza neanche leggere la trama, poi mi perdo certi romanzi che meritano -_-"

      Elimina
  11. Ogni tanto ci vuole qualche lettura leggera! Complimenti per la recensione! Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, infatti è così ^-^ Grazie Maria! :3

      Elimina
  12. Sembra proprio tanto caruccio! :) Lo vedo dappertutto in giro ma sarò sincera quando dico che non mi ispira particolarmente, ma la tua recensione mi ha fatta ricredere! sentiti in colpa!!! xP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no Ilariuccia, sentiti tu in colpa per non esserti fatta ispirare prima dalla trama XP
      Ahahahah, dai scherzo! E io non mi sento in colpa e penso che potrebbe proprio piacerti, ha un gusto e un atmosfera particolare, non scontata ecco. Leggilo! XD

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3