venerdì 7 novembre 2014

Recensione: Prima... abbracciami - Alice Vezzani (Sara & Jacob #1)

Prima... abbracciami 
di Alice Vezzani 
(Sara & Jacob #1)
Self-publishing 
Anno 2014 
Pagine 265

Lo zenzero è aspro e stimolante. 
La cannella è dolce e intensa. 
Le due essenze insieme si completano e si esaltano reciprocamente, come i due protagonisti di questo romanzo. 
Sara Russo è una ragazza coraggiosa e allegra, lavora come free-lance per un settimanale ed ha convinto il suo editore ad affidarle un articolo sulla diffusione della droga nelle discoteche. È stata in Afghanistan durante la guerra e i ragazzini che spacciano non la spaventano per niente. Jacob Cioran è un freddo e reticente rumeno con un passato non proprio immacolato. Proprietario di diversi locali notturni a Roma, vive imperturbabile tra movida, donne e  sesso, ma un sabato sera si trova a dover affrontare il problema di una giornalista ficcanaso che si è messa nei guai proprio in una delle sue discoteche. 
Sara: "Di quella notte non ricordo più nulla, ma sono più che mai decisa a scoprire cosa sia successo veramente e il signor Cioran è l'unico mio indizio." 
Jacob: "Da sabato qualcosa è cambiato, ma Sara dovrà dimenticare e continuare con la sua vita, per il suo bene e anche per il mio." 

Non mi capitava da un po’ in verità, ma sono riuscita a cominciare e finire questo romanzo in una sola giornata! Il merito va soprattutto alla storia, che mi incuriosiva già dalla trama e che è riuscita a tenermi incollata fino alla fine, e allo stile semplice con cui viene raccontata. E inoltre, devo dire anche che mi sono molto piaciuti i protagonisti di questo romance, ben caratterizzati psicologicamente e tanto originali quanto veri. 
Prima… abbracciami prende il via da una brutale aggressione e violenza sessuale di cui rimane vittima Sara Russo, giornalista free-lance la sera in cui era andata in uno dei locali di proprietà di un giovane rumeno, tale Jacob Cioran, in cerca di informazioni sul traffico di droga della capitale romana. La giornalista verrà drogata a sua insaputa e violentata proprio da uno dei suoi informatori, anche se il giorno dopo non ricorderà assolutamente nulla di chi l’ha aggredita e di chi invece l'ha soccorsa. Solo pian piano ricomincia ad avere sprazzi di ricordi di quello che le è successo quella notte, e indagando per scoprire cosa le è davvero successo quella maledetta notte, scopre che l’unico che può aiutarla in qualche modo è proprio Jacob Cioran.
L’uomo, vuoi per il senso di colpa per quello che è accaduto alla ragazza nel parcheggio di quella che è una sua proprietà, vuoi per altri motivi che coinvolgono i due stupratori in loschi affari privati che devono rimanere segreti a tutti i costi, Jacob tenta di aiutare a modo suo Sara portandola sotto a sua ala protettiva. Perché lei non lo sa, ma è ancora in pericolo.
L’autrice è stata molto brava a descrivere e analizzare la psicologia di Sara, una donna che aveva un carattere forte e determinato, era coraggiosa e avventuriera, ma che dopo la violenza si ritrova indifesa e fragile come non si era mai sentita. Non riesce più ad avere contatti fisici con nessuno, proprio lei che per prima era una persona espansiva che amava mostrare il suo affetto con baci e abbracci. Tranne che con Jacob, l’unica persona, l’unico uomo da cui riesce a farsi toccare. Seguiamo la protagonista mentre cerca di ricostruire se stessa e la sua vita dopo lo stupro, e devo dire che è stato faticoso leggere alcuni punti, nel senso che mi sentivo male per lei. Nessuna donna dovrebbe mai vivere una esperienza del genere. Mai.


Io cerco di chiedere aiuto, di muovermi, di svegliarmi e quando finalmente ci riesco sono madida di sudore e ansimante. Mi guardo intorno, sono a letto, ho ancora i vestiti addosso e la stanza è immersa nel buio. Allungo la mano e sono da sola, comincio a piangere senza ritegno, entro nel panico quando sento che mi manca di nuovo il fiato, la gola chiusa non fa passare l’aria sufficiente. La vista si appanna, mi impongo di calmarmi e di riprendere il controllo sul respiro, devo reagire, continuo a ripeterlo, ma è inutile, le lacrime non vogliono fermarsi, le immagini di quello che ho visto e del sogno sono ancora troppo vivide dentro di me. Ho un sussulto quando Jacob mi si siede vicino e mi trascina verso di lui, chiudendomi in un abbraccio.  –Ssshh, è finita adesso ci sono io qui.


Sarebbe stato facilissimo poi far cadere i due protagonisti nell'innamoramento facile, ma questo non succede perché l’autrice è riuscita a delineare perfettamente la crescita della relazione tra Sara e Jacob: sostegno, attrazione e amore. La fiducia è qualcosa che si conquista piano piano, e così succede tra Jacob e Sara: lui ha i suoi segreti legati al suo passato e alla sua vita non proprio priva di reati, lei deve imparare a fidarsi di una persona che sa diventare davvero imperscrutabile in certi momenti. Il rumeno è un uomo dal carattere che può apparire freddo e distaccato, e magari è davvero così, ma conoscendolo Sara scopre che è una persona molto determinata, protettiva nei confronti di chi ama, disposto a tutto pur di raggiungere i suoi obiettivi. 

Quando mi prende la maglietta e la fa scivolare verso l'alto assecondo i suoi movimenti, le sue mani sul mio corpo mi donano un formicolio piacevole. Lo sento lungo la schiena, sulle braccia, è qualcosa di più intimo del sesso, qualcosa che determina una fine senza confini e un viaggio senza strade da percorrere. Siamo solo io e lui, niente regole, niente certezze su dove andremo, siamo solo questo attimo, siamo solo questa notte.


Tuttavia la guarigione di Sara non è legata a doppio filo con la sua relazione con Jacob, cosa su cui sono stata molto d'accordo! Prima di unirsi ancora di più a lui, Sara deve avere il tempo per ritrovare la donna che era prima, deve sostenersi e affrontare il dolore, e tutto ciò che ne consegue, da sola altrimenti non potrà mai essere la donna forte e coraggiosa che non si fermava davanti agli ostacoli, che era stata in Afghanistan come inviata. E ci vuole molto coraggio per prendere l’importante decisione che Sara intraprende nel finale, che sono sicura farà bene a lei se stessa e al suo futuro con l’uomo che ama.
La parte della storia che si svolge in Romania è stata la più interessante perché si scopre qualcosa del passato di Jacob, e poi è presente molta azione come inseguimenti, rapimenti e sparatorie che si alternava bene con i momenti più riflessivi e di relativa calma. Buona quindi anche la parte thriller, oltre che a quella romance. Anche se ci sono state solo due scene che mi sono sembrate un po’ inverosimili, nel complesso è un bel romance che mi sento di consigliarvi, sperando che vi coinvolga quanto ha coinvolto me.
Tre stelle e mezzo

16 commenti:

  1. Non conoscevo questo romanzo, ma devo ammettere che questa recensione mi ha incuriosita :3
    Magari ci faccio un pensierino e lo metto in WL!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di averti incuriosita! Tienimi aggiornata Annie :)

      Elimina
  2. Metto in lista questo libro ma aspetto i seguiti perché per adesso voglio prendermi una pausa dalle letture troppo drammatiche ;) Comunque sono sicura che mi piacerà moltissimo anche perché la storia sembra davvero bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La seconda e ultima parte dovrebbe uscire nei primi mesi dell'anno prossimo, ti terrò aggiornata ovviamente :3 Mi è piaciuto tanto, scommetto ti piacerà ^o^

      Elimina
  3. Non lo conoscevo... Insomma, un altro romanzo da tenere d'occhio! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, si, direi proprio di si :D

      Elimina
  4. mi hai molto incuriosita, sembra un romanzo da leggere....allungo un altro po' la mia wishlist!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti conosco, ti piacerà sicuramente!! :D

      Elimina
  5. Io l'ho letto e devo dire che nonostante gli eventi pesanti con cui abbia inizio la storia, non e' stata per me troppo angosciante, i toni sono smorzati dalla forza di Sara e dalla dolcezza di Jacob. Lucia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia, sono d'accordo, i toni sono smorzati, ma sono comunque stati angoscianti per me.. ogni qualvolta Sara stava male (penso alla scena della metro, o quando scopre il video) stavo male per lei. Un bel romanzo comunque!

      Elimina
  6. Quando dai tre stelline e mezzo ad un romanzo, vedo il voto e dico "vabbè forse questo non lo aggiungerò in wishlist", poi leggo la recensione e cambio idea! Non lo conoscevo, ma ora sono ufficialmente curiosa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, Rosa colpisce ancora XD Sono contenta di averti ufficialmente incuriosita Un buon romanzo, io lo consiglio!

      Elimina
  7. Alice Vezzani20/12/14, 11:36

    Ciao a tutti,
    anche se con molto ritardo volevo ringraziare Rosa per la sua recensione e tutte voi che l'avete letta!
    Un bacio e buon Natale!
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, grazie a te per avermi fatto leggere il tuo libro, non vedo l'ora di conoscere il seguito! Un bacio e Buon Natale anche a te!

      Elimina
  8. ...ciao...libro bellissimo mi ha appassionata molto....qualcuno sa dirmi qualcosa sul seguito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, il seguito si intitolerà "E adesso baciami" e dovrebbe uscire a fine marzo! Appena ne so di più ne parlerò sul blog, non temere! :)

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...