venerdì 17 ottobre 2014

Recensione: Il cuore della tempesta - Thea Harrison (Elder Races #2)

Il cuore della tempesta
(Elder Races #2)
di Thea Harrison
Fanucci
Anno 2014
Pagine
Isbn: 9788834726084

Niniane Lorelle, la principessa dei fae oscuri, è l’unica sopravvissuta della sua famiglia, dopo il colpo di stato ordito dal feroce zio Urien. Da ormai duecento anni ha trovato rifugio tra i wyr di Dragos Cuelebre, a New York. La sua bellezza eterea e il suo sorriso contagioso hanno conquistato il loro cuore ma, alla morte dello zio, Niniane dovrà lasciarli per ereditare il regno. Una delegazione la attende a Chicago per intraprendere insieme il viaggio di ritorno a Adriyel, l’Altra Terra, ma appena giunta in città, Niniane cade vittima di due attentati. È chiaro che qualcuno vuole impedirle di salire al trono e quindi, sebbene la delegazione si opponga, Dragos invia Tiago a proteggerla. Tiago è da secoli il principe dei cieli, cui obbediscono tuoni e fulmini. Un condottiero che a malapena trattiene la sua forza primitiva, una delle armi più efficaci su cui i wyr possano contare. Il suo coraggio non teme nulla, ma davanti alla passione per Niniane non saprà resistere. La loro storia d’amore sarà più travolgente di una tempesta e scuoterà le fondamenta di tutti i mondi a cui appartengono. 

Il cuore della tempesta è il secondo romanzo di Thea Harrison appartenente alla serie Elder Races, in Italia tradotto come il Ciclo delle Antiche Razze, e come dico spesso io, prima di dare un giudizio definitivo su una saga è meglio leggere almeno i primi tre libri. E anche se avevo qualche piccolo dubbio con il romanzo precedente, devo dire che la storia di Tiago e Niniane mi è piaciuta molto, probabilmente di più di quella di Dragos e Pia.
Il romanzo parte subito in quarta, poiché tutta la storia e l’ambientazione qui è avviata, già sappiamo che il mondo immaginato dalla scrittrice è popolato da un campionario abbastanza eterogeneo di esseri sovrannaturali, come i wyr, gli esseri mutaforma antichi e potenti che fanno capo a Dragos, i fae oscuri e di luce, gli elfi e le streghe umane, a cui si vanno ad aggiungere i vampiri o notturni e i demoni in tutte le loro forme.
Conosciamo poi la maggior parte dei personaggi, perché incontrati nel libro precedente, e ci soffermiamo ovviamente sui due protagonisti principali, ossia Tricks/Niniane, che dopo la morte dello zio Urien per mano di Dragos stesso, è richiamata a occupare il trono ormai vacante dei fae in quanto legittima erede, e Tiago, la sentinella wyr signore del tuono che le farà da guardia del corpo nel suo viaggio di ritorno a Adriyel, il regno dei fae oscuri.
Scopriamo molto di più sul passato della fata, che fu l’unica a riuscire a scampare dal sanguinoso attacco  ordinato dal suo stesso zio per usurpare il trono, in cui tutta la sua famiglia perse brutalmente la vita. Niniane cercò poi rifugio presso la corte wyr di Dragos, e così per circa duecento anni la fata è cresciuta tra i wyr, trovando tra di loro i suoi amici e la sua nuova famiglia. Ora però Niniane è costretta a prendere il posto che le spetta sul popolo oscuro, e non solo lei non si sente pronta per una simile responsabilità, ma c’è anche qualcuno che attenta per ben due volte alla sua vita. Sarà solo grazie a Tiago e alle poche persone di cui la fata può ancora fidarsi ciecamente che il colpevole verrà catturato.
Devo dire che leggendo le varie recensioni, mi aspettavo una Niniane diversa da come appariva nel primo romanzo, dov'era molto spigliata e simpatica, una specie di folletto impertinente dalla lingua lunga a cui tutti volevano bene. E infatti qui non è la stessa Tricks che avevamo conosciuto, qui c’è Niniane con le sue insicurezze e paure dovute al cambiamento che sta affrontando: lasciarsi alle spalle il proprio ambiente, i proprio amici e tutto un mondo che era casa sua e che l’aveva resa quella che era, per affrontare un mondo nuovo, dove deve imparare a conoscere da capo tutti e tutto. Non è per nulla facile e posso capirla, ma, ecco avrei voluto che a un certo punto venisse fuori un po’ più di “cazzutaggine”, e non solo nel prendersi la corona, ma anche nei suoi sentimenti verso Tiago. Già, perché nonostante per il wyr i sentimenti verso la fatina siano chiari e potenti sin dall'inizio, Niniane ci mette del tempo a capire che Tiago non la lascerà mai da sola, che sarà per lei un compagno fedele a cui potrà sempre appoggiarsi, non importa quali problemi dovranno affrontare. Il loro rapporto è fatto di dolcezze e tante piccole comprensioni, ma anche di scontri e liti perchè entrambi sono fondamentalmente due caratteri che non la danno mai vinta a nessuno.


Lui la strinse forte a sé e la premette contro il proprio petto. Ecco quel luogo prezioso. Dopo averlo finalmente raggiunto, disse: "Ma certo. Adesso capisco." Per la prima volta nella sua lunga, lunghissima esistenza, Tiago capì cosa volesse dire tornare a casa.



Cosa mi è piaciuto di più di tutto il romanzo? Beh, sarò onesta e vi dirò che ho adorato alla follia il personaggio maschile, la sentinella Tiago, con quella sua aria da duro, i tatuaggi sulle braccia e quella furia tempestosa di cui avevamo avuto solo un piccolo accenno in Il legame del drago. Il signore del Tuono, Black Eagle, uno dei più antichi wyr, tanto da essere stato adorato come un dio nell’antico Egitto, forte e ben addestrato, sexy da star male (sono rimasta piacevolmente sorpresa di leggere che la stessa Tricks lo paragonava a The Rock, che mi piace da matti!), l’ho apprezzato soprattutto per il suo carattere schietto e il suo andare sempre dritto al punto, fregandosene del pensiero e del giudizio degli altri, ma solo di quello delle persone che contano davvero, affrontando di testa tutti gli ostacoli. Se non ci fosse stato lui a sostenere Niniane non solo proteggendola fisicamente, ma anche dandole il giusto supporto psicologico per affrontare le sfide e i cambiamenti che il suo nuovo ruolo di regina le imponevano, non so se lei ci sarebbe riuscita da sola. E non dimentichiamoci del suo senso dell’ironia e del linguaggio abbastanza sboccato e senza peli sulla lingua che, da amante della Confraternita, mi fa sempre sbellicare dalla risate e certe volte arrossire.


“Ti hanno mai detto che somigli un sacco a Dwayne Johnson?” 
Lui aggrottò la fronte. “Chi diavolo è Dwayne Johnson?” 
“Non conosci The Rock? Giocava a football, ha fatto anche wrestling, e poi è diventato un attore. È sexy ed eccitante, ma tu… tu sei molto più cattivo.” 
“Sexy ed ecci…” Tiago si interruppe di colpo. Quando riprese a parlare il suo solito tono aggressivo si era trasformato in un sussurro roco. “Mi stai paragonando a un attore? Cazzo, ma è ovvio che io sono più cattivo!”

In questo romanzo la scrittrice mi è sembrata più spigliata e il suo stile più scorrevole, c’è molta più ironia e azione. Non mancano neanche qui scene sensuali, ma sono collegate all'evoluzione del rapporto tra Tiago e Niniane. Mi è piaciuta anche la piega thriller che c'è, dovuta principalmente alla ricerca del misterioso attentatore e cospiratore della vita della fata, che terrà banco per buona parte della storia e che verrà alla luce solo negli ultimi capitoli. E per finire viene introdotto un nuovo personaggio, Carling Severan, vampira e strega che mi ha molto incuriosita e che non vedo l’ora di conoscere meglio nel terzo romanzo, Il bacio del serpente di prossima pubblicazione per la Fanucci, dove conosceremo la sua storia e la vedremo alle prese con il misterioso Rune, fulvo grifone e Primo tra le sentinelle di Dragos.

Quattro stelle

9 commenti:

  1. Non lo conoscevo e non conosco neanche la serie, sicuramente a trovo interessante e credo che una possibilità gliela darei :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ti potrebbe piacere, è una serie paranormal romance ben scritta ^^

      Elimina
  2. Ecco... posso purtroppo dire che per una volta siamo in leggero disaccordo ahahah ;D
    Come sai a me questo libro non è piaciuto tantissimo... carino sì ma ho preferito il primo. Insomma io adoravo la Tricks de Il legame del drago per intenderci ;)
    Tiago molto sexy per carità ma io amo Ruuuuneeeeee!! Non vedo l'ora di leggere la sua storia *___*
    Speriamo non ci fanno aspettare troppo per l'uscita altrimenti non rispondo di me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me dai può capitare xD Rune eheh, non vedo l'ora di leggere la sua storia, mi intriga un bel pò!!! Dovrebbe uscire presto, hai visto la Fanucci ha già reso nota la cover *-*

      Elimina
    2. Vista, vista! Ed è molto carina ^__^

      Elimina
  3. Non conoscevo questa serie, e neanche l'autrice, è una nuova scoperta per me :D
    Però, le copertine sono accattivanti çç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di averti fatto conoscere la Harrison ^^ Le cover sono da sbav :Q_

      Elimina
  4. Ciaooo Rosy!!!!!!!!
    Come va? non consco questa saga.... però la voglio decisamente iniziare ... mi vado subito ad informare... per una volta che la Fannucci pubblica qualcosa di bello non c e lo facciamo scappare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Martina :3 va tutto bene, grazie per l'interessamento ^^
      Se ti piacciono i paranormal romance, non puoi fatti scappare queste serie! Fammi sapere se leggerai il primo, il legame del drago :)

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...