venerdì 10 ottobre 2014

Recensione: Millennio di fuoco: Raivo - Cecilia Randall

Millennio di fuoco: Raivo 
(Millennio di fuoco #2) 
di Cecilia Randall 
Mondadori 
Anno 2014 
Pagine 452 
Isbn: 9788804634713

Dopo tante battaglie e peripezie Seija, l'Eroina di Etten, è finalmente riuscita a fuggire dal castello di Raivo, l'umano convertito alla causa dei demoniaci vaivar, che tanta morte e distruzione ha seminato sul suo cammino. Eppure qualcosa in lei è cambiato per sempre. Conosce il motivo per cui Raivo ha voltato le spalle agli umani, accettando di trasformarsi nella creatura che guida gli eserciti dei demoni. Sa che lui, che il mondo adesso teme e chiama "il Traditore", è in realtà il primo a essere stato tradito, secoli prima, il giorno in cui una congiura di palazzo ha sterminato il suo popolo e ucciso la donna che amava. Quella donna identica a lei. Quella donna che lui non ha mai dimenticato. Per questo, adesso che ha perduto le tracce di Seija, è pronto a tutto per ritrovarla. Seija, nel frattempo, come un animale in gabbia, è tenuta lontana dai campi di battaglia, destinata a sposare il principe Lothar di Svevia e a ricompattare le fila degli umani. Ma forse le cose non sono come sembrano. Forse sia nell'alto consiglio degli umani sia in quello dei vaivar, agli ordini della terribile regina Ananta, ci sono forze che cospirano di nuovo per il proprio potere personale, indifferenti all'esito della guerra. Mentre un'attrazione inesorabile come il destino spinge Seija e Raivo alla resa dei conti, tra nemici, amici, traditori, fantasmi del passato e incubi del presente, gli eserciti di uomini e demoni si preparano allo scontro più sanguinoso. Chi vedrà l'alba del nuovo millennio?


Fantastico, epico e coinvolgente, in poche parole semplicemente perfetto! Non riesco a trovare altre parole per descrivere questo romanzo. L’ho adorato dalla prima all'ultima pagina: la storia raccontata, originale e strutturata benissimo in ogni singolo particolare, i due protagonisti, che rimangono nel cuore, e tutti gli altri personaggi che ho amato o odiato, e poi lo stile perfetto della Randall, che ti cattura e non ti fa smettere di leggere e leggere e leggere. Sono questi gli elementi che hanno fatto sì che la duologia fantasy Millennio di fuoco sia entrata di diritto nella lista dei miei libri preferiti di sempre.
In questo secondo e ultimo capitolo della saga, la storia riprende da dove si era interrotta. Ritroviamo Seija, che offertasi volontariamente in un matrimonio politico con Lothar IV, l’uomo designato da tutti a essere eletto Imperatore dei cristiani, vive rinchiusa in una gabbia dorata impegnata a rinnegare i suoi dei e abbracciare la religione dei cristiani. Per la guerriera saahavi i campi di battaglia sono ormai un lontano ricordo, sia perché come promessa sposa di un cristiano, il suo compito è ubbidire ai voleri del suo signore, e poi non può più rischiare la vita in prima linea, mettendo a repentaglio l’accordo con i bavaresi che vede consegnata ai saahavi, popolo senza patria da tanti anni, una terra tutta loro dove potersi finalmente stabilire e prosperare, in cambio del loro appoggio militare e del segreto delle lame fiamme.
Il tutto mentre tra le file degli eserciti vaivar e manvar, vediamo Raivo impegnato al massimo delle sue forze nell'inseguimento di Lothair stesso e della sua promessa sposa. L’ossessione per la saahavi è ancora forte, forse più di prima. La Mano insanguinata, il più forte, astuto e invincibile dei generali della regina Ananta non può essere beffato e tradito una seconda volta dai stessi discendenti dei suoi antichi nemici che avevano ucciso la sua amata Maila, anche al costo di eliminare con la sua furia vendicativa fino al più piccolo ostacolo tra lui e la sua preda.

No, non poteva permetterlo, a costo di consumare anche l’ultima goccia del suo sangue per ottenere ciò che voleva: la testa del principe e il cuore della sua futura sposa. Infilzati insieme sulla punta della stessa lancia.


Mentre i combattimenti tra gli eserciti cristiani e quelli demoniaci raggiungono il picco massimo di efferatezza e violenza appena prima della pausa per l’arrivo della stagione invernale, i veri traditori, coloro che tenteranno di usare Seija e lo stesso Raivo come pezzi su una scacchiera a loro piacimento e senza aspettarsi alcuna ritorsione, arrischiano le loro mosse finali. E per una serie di circostanze che potrebbero costare la vita alle persone che lei ama di più al mondo, Seija sarà costretta a chiedere l’aiuto del suo stesso nemico, a quel demone il cui solo pensiero le causa apprensione e brividi di paura. O forse non solo di paura. 


“Non vuoi scoprire cosa ci lega veramente?” insisté Seija. (…) Te ne darò l’occasione, resterò al tuo fianco di mia spontanea volontà, ti servirò, saprò onorarti, darti ciò che vuoi.” (…) “Davvero?” le disse invece il Traditore. “Dimostramelo.”


Raivo non si lascerà scomporre dalla piega presa dagli eventi e coglierà al volo l’occasione di avere finalmente tra i suoi artigli la donna che ha gettato nel caos la sua esistenza e lo ha riempito di dubbi fin dalla sua prima comparsa. Ora lei è sua, non importa se lo abbia fatto esclusivamente per salvare il suo popolo.



“Seija, non Maila” si ripeté per la millesima volta da quando quella stramaledetta saahavi era entrata nella sua vita, ma come sempre non riuscì a stare meglio. Quella donna lo tormentava proprio perché non era Maila, era familiare e sconosciuta allo stesso tempo, prevedibile e inaspettata, era un maledetto coltello piantato nel fianco, che lo torturava rigirandosi in una ferita aperta.


E’ il legame tra Seija e Raivo il protagonista della parte centrale del romanzo: non sarà per niente facile capire chi è e cosa vuole Raivo, forse perchè non lo sa neanche lui stesso. Raivo è il più bel personaggio maschile che io abbia letto quest’anno: un carattere estremamente complesso, è freddo e imperscrutabile, uno stratega invincibile la cui abilità nel combattere e portare alla vittoria un esercito è senza pari. Un manvar a cui piace versare il sangue dei suoi nemici, ma anche giusto e fedele ai suoi seguaci, la sua parola è legge e non pretende mai dagli altri ciò che lui stesso non può dare. Con tanto piacere ho visto che i sentimenti di Seija nei suoi confronti sono nati pian piano, dalla chiusura e il ribrezzo verso quello che altri non è che un demone, la donna impara a conoscere il manvar, ad intuire il suo modo di ragionare e ad apprezzarlo, e alla fine ad amarlo come non avrebbe mai creduto possibile.
La scrittrice è stata bravissima a dosare i colpi di scena e a coinvolge il lettore dall'inizio alla fine. Non ci sono mai capitoli noiosi o inutili, tutto quello che viene raccontato serve per capire meglio i personaggi e seguire l’evolversi della storia e delle decisioni della varie parti in causa. Anche se narrato in terza persona, il punto di vista usato più spesso è quello di Seija, infatti è attraverso i suoi occhi che vediamo e capiamo Raivo in primis, ma anche la vita di tutti i giorni dei manvar del suo seguito, come sono organizzati e addestrati. Sono presenti alcuni capitoli dal pov di Maharashata (lui si che mi è odioso, sadico e crudele per il puro gusto di esserlo, e avrei davvero preferito una fine diversa per lui), e di Raivo, quest’ultimi i più belli secondo me, perché leggiamo i suoi pensieri, i suoi tumulti interiori, ed è stato come osservare il ribollire nascosto di acque chete alla superficie.
Conosciamo meglio la storia e il carattere di alcuni personaggi secondari come Heraii (non mi sarei mai aspettata certe cose da lui), e Kzar, il secondo di Raivo, che finalmente occuperà il posto che gli spetta. Il bestiario poi è interessantissimo, con le glenn e i krenn, rispettivamente aquile e destrieri demoniaci, e poi le neihme bellissime e letali.
Lo stile della Randall è sempre scorrevole anche se ricco di dettagli, e i dialoghi sono veritieri. Quello che mi è piaciuto di più, come è capitato anche peSeija, sono state soprattutto le descrizioni della battaglie tra gli eserciti e dei combattimenti corpo a corpo, sempre accurate e scritte con chiarezza, adrenaliniche (soprattutto lo scontro finale), e assolutamente mozzafiato, come se fossi stata anche io in prima fila, con armatura e cavalcatura aspettando impaziente l’ordine di attaccare lo schieramento nemico.
Leggendo le prime recensioni poi ho visto che ad alcuni il finale non è piaciuto, invece a me si, devo dire che anche se mi piacerebbe sapere cosa succede ora che il nuovo millennio è cominciato e che cosa accadrà ai personaggi che ho imparato a conoscere così bene, mi sento comunque soddisfatta di come si è conclusa la vicenda.



Si strinse a lui e la neve non le sembrò più un sudario, ma un foglio bianco su cui si sarebbe potuto scrivere qualsiasi cosa.


Una saga fantasy nata da una penna italiana che merita tantissimo, io ve la consiglio assolutamente! Vi assicuro che non potrete fare a meno di divorare le pagine e di amare Seija e Raivo come ho fatto io :)
Cinque stelle

22 commenti:

  1. Non vedo l'ora che mi arrivi il pacco di ibs per poterlo leggere... Maledetti, da venerdì che ho fatto l'ordine me lo hanno spedito oggi! ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daaaaii speriamo che arrivi la settimana prossima, perchè voglio sapere se ti piacerà!! Ma già lo so che ti piacerà... diciamo che ho il bisogno impellente di parlarne con qualcuno per ore e ore e ore xD

      Elimina
  2. AAAW Rosa, DEVO LEGGERLO. DEVO LEGGERLO!
    Ho già il libro e non vedo l'ora di iniziarlo! Vorrei farlo ora, ma sono troppo stressata ultimamente e non vorrei che poi il libro mi piaccia meno (a volte mi capita quando sono troppo stanca mentalmente e non riesco a seguire bene la storia çwç)..per questo credo che leggerò qualcosa di leggere per fare una pausa e subito dopo Millennio di fuoco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di sapere che lo stai leggendo Giù...cioè io l'ho amato, letteralmente!!! Prenditi tutto il tempo che vuoi, perchè te lo devi gustare per bene, mi raccomando!!! :3

      Elimina
  3. Ed ecco come allungare la mia wishlist ..Rosa sei un pericolo per le mie tasche ahahahahah consigli e recensisci libri sempre interessanti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, Eika lo sai mi fanno davvero piacere le tue parole!! :3 Devi leggere qualcosa della Randall, non puoi esimerti ^^

      Elimina
  4. lo voglio leggere assolutamente!!! quasi quasi stasera inizio il primo libro....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii Licia, comincialo, non te ne pentirai!!! Pensa che lo sta leggendo anche mia mamma al momento (mi riferisco a Seija ovviamente) e le sta piacendo, e non ha mai letto fantasy, quindi... fammi sapere!!!

      Elimina
  5. Ammetto che ho letto un pezzetto all'inizio e alla fine perché non voglio sapere proprio niente. Devo leggere il primo quindi non voglio sapere nemmeno la più piccola cosa :D
    Cmq il voto mi rende felice e pure il fatto che sei rimasta soddisfatta dal finale. Ok!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Violet, brava...ti aspetto al varco! Voglio assolutamente che leggi entrambi i libri, e poi voglio assolutamente che impazzisci per Raivo come è successo per me :D Vedrai, vedrai.... ^_-

      Elimina
  6. Sono sempre più curiosa riguardo a questa serie *-*
    Anche se devo ammettere che l'immagine di Raivo che hai messo mi inquieta un po'... :')

    p.s.: ti ho nominata in un tag ^_^
    http://www.booksinthestarrynight.blogspot.it/2014/10/taylor-swift-book-tag.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la consiglio assolutamente!!! L'ho amata... Ma Raivo è inquietante eheh (la foto è di Jason Momoa nei panni di Conan il barbaro ^.^)

      Elimina
  7. Okay Rosa.. tu mi hai fatto venire i brividi con questa recensione! Al solo pensiero di quel libro e di quello che può succedere divento assolutamente indomabile e non riesco a controllare nemmeno le mie emozioni! Poi ci sei tu, che scrivi questa magnifica recensione, e le mie emozioni esplodono! Non riesco più ad aspettare! Devo assolutamente avere Raivo! Voglio vedere il cambiamento dei sentimenti di Seija nei confronti di Raivo! Voglio sapere come finirà! E poi io amo lo stile della Randall! Adesso sto leggendo proprio Hyperversum che è suo e mi sta prendendo molto! Anche qui le battaglie le scrive molto dettagliatamente!
    Guarda, io non me lo sarei mai aspettato da una scrittrice italiano, dei libri così stupendi! Perché non è solo Millennio di Fuoco, ma anche Hyperversum! *_* Aiutoo... devo ordinarlo! >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aww Arya, sei dolcissima!!! Se la mia recensione ti ha fatto emozionare, vedrai con il libro allora!!! non vedo l'ora che tu lo legga, perchè con te e Giù posso fangirlare come una scema, e insomma, mi capite eheh :D
      Neanche io avrei mai immaginato che una scrittrice italiana mi prendesse così, non era mai capitato prima ^^

      Elimina
  8. non è particolarmente il mio genere, ma debbo dire che la tua descrizione è coinvolgente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :3 Io lo consiglio anche se il fantasy non è il tuo genere, perchè c'è quella punta di romance che ti potrebbe far appassionare... lo sta leggendo anche mia mamma, e direi che non è il suo genere per nulla .D Fammi sapere se lo leggerai...

      Elimina
  9. Da come lo descrivi, dalla copertina e dalla trama, questo libro DEVE ESSERE MIO. Ne parli con così tanta passione da incuriosirmi davvero un sacco cc voglio leggerlo, devo! Prima ovviamente devo leggere il primo AHAHAHHA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaah Chiara, leggiloooo, ti piacerà!!! ^__-

      Elimina
  10. Oh che meraviglia.. non vedo l'ora di leggerlo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi leggrlo al più presto assolutamente!!!! *o*

      Elimina
  11. Oh Rosa!! Ho appena finito di leggerlo e già mi mancano tutti (tranne quel viscido di Maharashta) e condivido ogni tua parola, virgole comprese!!! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eleee, invece a me sta venendo voglia di rileggerlo *________*

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3